Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : M) Satira e Umorismo (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 10/03/2018 @ 17:49:13, in M) Satira e Umorismo, cliccato 181 volte)
COME RISOLVERE I PROBLEMI DI MAGGIORANZA 
PARLAMENTARE

 
Pochi giorni dopo il risultato delle elezioni 2018 il nostro beneamato Presidente della Repubblica Mattarella si è espresso con un'importante e nuovissima definizione politica; nessuno se l'aspettava: "Non darò alcun incarico a chi si presenterà senza una maggioranza certa".
A me ricorda un certo Monsieur de La Palice, ma credo di sbagliarmi perché sono quasi certo che il Presidente non abbia mai avuto un colloquio con questo distinto signore morto da ormai molto tempo.
A parte la battuta scherzosa, cosa poteva dire il Presidente quando gli tirano la giacca quei politici e giornalisti pasticcioni che vogliono creare confusione e promuovere "coalizioni" sempre più assurde?
 
Ma veniamo al punto. Grazie ad un mio anziano amico/parente lontano che ogni tanto si ricorda di me e di questo piccolo blog, ho avuto delle informazioni eccezionali che costituiscono un vero "scoop".  Mi ha illustrato il contenuto di un documento segreto redatto da un noto economista che lavora in varie università italiane, britanniche e francesi, soprattutto nel campo dell'economia politica e sociale. Mi ha chiesto di non divulgare assolutamente il nome e la residenza dell'economista (ma penso che forse anche lui non li conoscesse).
 
Dopo pochi giorni dai risultati delle elezioni, questo economista, appena eletto per la prima volta in Parlamento in una piccola lista semi-indipendente (non so ancora se in Senato o alla Camera), ha scritto questo documento segretissimo con il quale indica esattamente la soluzione ottimale per risolvere il problema attuale della maggioranza parlamentare.
 
La soluzione si basa su un suo recente saggio in cui aveva esaminato le ragioni per cui i numerosi parlamentari, soprattutto italiani, avevano lasciato il partito o il movimento di appartenenza durante la scorsa legislatura. Il risultato era stato poi comparato con quello di altri paesi europei e oltre oceanici....non vi dico i risultati.
Il titolo del saggio è "Il Cambio Di  Casacca". In effetti negli scorsi 5 anni 495 parlamentari italiani hanno esercitato questo "diritto costituzionale". Le ragioni del cambio sono state le più varie: ideologiche, cacciata dal partito, promesse di partiti concorrenti a ricandidarli o di ricandidare un figlio o una figlia, una moglie, ecc., nella successiva legislatura, antipatia verso il capo, i compagni, amici o camerati del partito, una certa quantità di Euro, una donazione segreta di un appartamento in città o per le vacanze, "altro". Il mio amico non mi ha rivelato le percentuali per ciascuna ragione.....
 
La soluzione del problema è destinata al Capo (e cerchio magico ristretto) di uno dei tre più importanti raggruppamenti/coalizioni attuali (inservibili per quelli con meno del 13% di eletti), cioè PD, oppure M5S, oppure Berlusconi & C.
Il destinatario, previo pagamento di un certo numero di € raccolti mediante colletta da versare all'economista, contatterà tutti gli eletti in Parlamento, e richiederà - e otterrà - di passare al suo partito, movimento, coalizione.
Al contempo ogni eletto chiederà una certa quantità di €, sempre mediante colletta fra il suo "entourage" di elettori composto da parenti vicini e lontani, amici più o meno veri (qualcuno di questi emetterà assegni falsi o bancomat con PIN sbagliato), tifosi della sua squadra di calcio, di pallacanestro, sport vari, compreso i rugbisti che menano forte.
 
Qualche giorno dopo il mio amico - bontà sua - mi ha poi confidato un altro segreto Udite, udite: il nostro economista (per fortuna non si conosce il nome e cognome per salvaguardagli la vita) a causa di un rarissimo piccolo difetto in Italia: l' amore per il denaro (da piccolo faceva il chierichetto in chiesa per raccogliere le elemosine e in parte conservarle con lo scopo finale di non gravare il padre diversamente abbiente di dargli la "paghetta" settimanale) non si è rivolto solo ad uno dei capi partito/coalizione ma, in gran segreto, a tutti e tre. L'economista  si è scusato dicendo al mio amico che l'ha fatto per amore della democrazia .
Non vi dico cosa è successo: nei giorni seguenti. Per la fretta di non lasciare l'Italia senza un governo forte di più del 50% dei parlamentari in ambedue le camere, in vista delle vicine audizioni del Presidente, tutti i capi si sono ri-precipitati in tutta Italia, in treno, in moto, aereo, in pullman, ed anche in auto elettrica e biciclette con pedalata assistita, come avevano fatto durante la campagna elettorale.
Immaginate Berlusconi, Salvini, Meloni, Renzi, Di Maio, Di Battista,  Grillo....
 
Non so come sia finita, ma il mo amico ha promesso che il primo a conoscere i risultati sarò certamente io. E per la grande simpatia che ho verso i miei lettori, ne farò parte a tutti su questo piccolo  blog.
 
 
 
 
 
 
 
 
PS - ecco i risultati pochi giorni prima dell'elezione dei Presidenti di Camera e Senato: i capi partito hanno fatto un ottimo lavoro ma alla fine nessuno è riuscito ad aggregare il numero necessario a superare il 50% dei parlamentari nelle due Camere....forse l'economista doveva essere meno democratico...e anche meno avido di denaro.  Chissà!
 
Di Gennaro Aprea (del 04/05/2017 @ 11:58:11, in M) Satira e Umorismo, cliccato 319 volte)
IL LUNGO SILENZIO

 
E' stato il mio perché dall'ultimo articolo del 6 febbraio di quest'anno non ho più scritto un rigo. Nel frattempo me ne sono successe delle belle. Dopo essermi lasciato lungamente "influenza(re)"  (ne avevo già accennato proprio quel giorno) gli avvenimenti si sono conclusi il 4 aprile con una solenne incazzatura, come potrete constatare leggendo la piccola cronaca qui di seguito.
Alla fine però ho deciso che non si può vivere arrabbiati dopo alcuni mesi di incazzature e sono scoppiato in una gran risata.
Così spero di far sorridere un po' anche voi lettori durante e alla fine della lettura, nonostante si parli di una persona in età avanzata ovviamente soggetta ad acciacchi vari.
 
A cavallo fra il 6 ed il 7 febbraio - mi sveglio all'1 di notte (racconti di mia moglie perché non ricordo assolutamente più niente) con una forte nausea e a tentoni arrivo in bagno dove mi libero da tutti i resti della cena, del pranzo e della prima colazione. Sono assolutamente fuori di testa; contemporaneamente divengo incontinente, al punto che mia moglie mi lava 2 volte perché è necessario cambiare il pigiama tre volte....non mi reggo più in piedi. Mia moglie chiama l'ambulanza anche perché si rende conto che la temperatura è aumentata.
Alle 2 passate sono al Pronto Soccorso dell'ospedale più vicino, a Cernusco sul Naviglio. Si prendono molta cura di un povero uomo con 40* di febbre, più di là che di qua, compreso una radiografia.
Quando riprendo conoscenza un paio d'ore dopo, la dottoressa del P.S. mi dice: "lei ha una brutta bronco-polmonite che si deve curare in ospedale; qui non c'è posto perché siamo pieni ma le trovo subito quello che fa per lei". Detto, fatto: alle 2 del pomeriggio, rifocillato con alcuni litri di acqua con medicinali via endovenosa, sono all'ospedale di Vaprio d'Adda, 26 km da casa. Dopo nove giorni torno a casa.
 
15 febbraio - Mia moglie è stata esemplare ed è venuta a farmi visita quasi ogni giorno nonostante le dicessi che ero ottimamente seguito da medici, infermiere/i e assistenti vari. Infatti è lei che mi è venuta a prendere per portarmi a casa.
Dopo la cura dimagrante di 4 chili realizzata in pochi giorni, faccio un po' di fatica a reggermi in piedi. Ma non basta: il medico che mi ha seguito ha deciso che la B.P. era scappata per rompere le scatole ad altri vecchietti e mi notifica per iscritto di restare agli arresti domiciliari per 20 giorni....al fine di non prendere un'altra infreddatura.
Quando torno ad essere un uomo libero, mi rendo conto di essere perfettamente in forma; e continuo indefessamente ancora oggi.
 
Marzo e il Sistema Sanitario Nazionale - Da alcuni mesi ero stato alle prese con una serie di visite dermatologiche perché, nonostante sia decisamente un bruno meridionale, la pelle è diventata molto delicata come quasi tutte le persone con i capelli rossi che non possono prendere il sole.
Non vi annoio oltre con i dettagli ma il 4 aprile, dopo varie escursioni telefoniche e messaggi e-mail nel mondo del SSN, mi ritrovo steso su un lettino chirurgico con una bella grande lampada sulla testa per l'"asportazione di un sospetto basalioma alla palpebra inferiore occhio SX (cioè sinistro) corrispondente alla presenza di lesione nodulare  solcata da teleangectasie arboriformi in sulorofie e centrata da puntiforme squama" il tutto seguito da un esame istologico.
Arriva il chirurgo, dà un'occhiata da vicino a questo sospetto basalioma (che per vederlo è necessario avvicinarsi al mio viso a non meno di 30 cm). e mi dice: "io non posso operarla perché non sono un chirurgo plastico-estetico; evidentemente il SSN ha sbagliato a mandarmi da me" (ospedale di Garbagnate, 34 km da casa). Mi hanno restituito tutti gli Euro che avevo pagato e me ne sono tornato a casa....dopo aver perso una mezza giornata e vari mesi di trafila burocratica.
 
Ditemi voi se non vi sareste un po' arrabbiati e spero che capirete la mia risata finale tenendo presente che sto cominciando da capo tutto il percorso che vi ho raccontato: la "prima visita" dermatologica sarà il 29 maggio! (quella precedente non vale più)
Amen
 
 
PS- qualcuno di voi penserà che sarebbe stato meglio che un raccontino del genere restasse una cosa privata di nessun interesse per i lettori di un sito. Forse ha più che ragione dato che tutti mi considerano un rompiballe....ma ormai è andata.
Forse volevo solo trovare una ragione del mio lungo silenzio...oppure la ragione è stata solo la pigrizia che caratterizza alcune persone come me?
 
 
Di Gennaro Aprea (del 06/02/2017 @ 17:09:31, in M) Satira e Umorismo, cliccato 428 volte)
AMICI, CHE SOGNO !

Il Sogno di Picasso - versione di MaxCurci
 
Era un po' di tempo che non facevo una dormita come quella di stanotte. Evidentemente ieri sera ero molto stanco, dopo la maledetta influenza che mi sono preso quest'anno.
 

Probabilmente sono stato ossessionato dalle notizie americane, da ciò che sta succedendo dopo lo show del nuovo Presidente che si diverte a firmare e mostrare la sua firma su vari documenti importantissimi che riguardano i muri di'acciaio con il Messico ed i vari "vaffa" che si è tirato dietro, compreso quello di un ex Presidente del Messico.
 
Mentre ero in attesa di un'ennesima firma, il Trumpone si è alzato di colpo dalla scrivania ed è scappato, riapparendo dopo solo pochi minuti con una nuova cravatta rossa, il ciuffone particolarmente pettinato/fonato e superfissato mentre mostra un sorriso di particolare circostanza.
 
Cos'era successo? E' stato lui stesso a scoprire l'arcano: "I must stop signing because I cannot postpone any more my appointment with a nice lady.,..Mrs. Therese May whom I never met so far....It is for me a fundamental opportunity meeting the President of the Republic of the United Kingdom States with whom we have to sign at least 30 agreements..." (1)
 
Infatti dopo qualche secondo appare la signora May, che sfoggia un brillante vestito color verde bandiera ed un sorriso da 64denti, ben ricambiato dal Nostro. Ancora qualche secondo e Donald si sprofonda in un - inusitato per lui - baciamano, seguito da un profondo sguardo pieno di ammirazione, e qualcosa di più:
E' più che evidente il colpo di fulmine.
 
I due cominciano a chiacchierare fitto fitto scambiandosi sguardi amorosi sempre più evidenti, finché il Trumpone esclama facendo un salto sulla sedia (che scricchiola rumorosamente): "Teresa, lo sapevo che tu avevi ascendenti sloveni! Noi due ci dobbiamo frequentare molto perché abbiamo molte cose da dirci e.....da fare insieme...e poi sei anche figlia di un pastore luterano, come me (bugia).
 
Si danno un rapido saluto con sguardo amoroso e fissano un ulteriore appuntamento prima di cena per parlare di cose serie, così le dice Donald: "chiamami Don se vuoi, nessuno avrà qualcosa da ridire, altrimenti lo caccio fuori come un musulmano. Ho anche il piacere di informarti che ci sarà una sorpresa piacevole per te...un vecchio amico di affari che devi conoscere meglio..."
 
Passano un paio d'ore ed ecco che i due, anzi tre, si incontrano: Donald con una nuova sfavillante cravatta rossa, Teresa in arancio pastello e Vadimiro, si proprio lui, in grigio-verde, lo stesso dei militari italiani della 2a guerra mondiale.
Teresa mostra un'evidente sorpresa, ma Donald le circonda affettuosamente le spalle con un braccio e un sorriso confidenziale, dicendole: "Take it easy dear, stati tranquilla cara, vedrai che tutto andrà bene".
 
A questo punto noto che Teresina e Vladimiro si scambiano un segno di intesa confermato da una strizzatina d'occhio, senza che Donald se ne accorga. Così inizia lo scambio di convenevoli con il saluto del Presidente Donald seguito da un discorso molto serio di Putin in russo che il Presidente USA non capisce né riesce a seguire nonostante la traduzione simultanea con l'auricolare. E' evidente il suo disappunto; ma un sorriso accattivante di Teresa lo tranquillizza perché è seguito da una breve frase all'orecchio che fa tornare la serenità sul viso di DT.
 
I tre si siedono, Putin e May sullo stesso lato del tavolo quadrato e Donald di fronte, solo. A un certo punto entrano due omoni, sembrano proprio dei guardaspalle da più di un quintale di peso ciascuno; si piazzano in piedi a fianco del Presidente USA, e appoggiano pesantemente le mani sul tavolo...noto che sul petto hanno un distintivo sul quale si scorge la sigla KGB URSS, che sarebbe l'agenzia dei servizi segreti chiusa nel 1991. In effetti non sono più molto giovani, qualche capello bianco dei pochi rimasti lo conferma....ma fanno ancora paura.
 
In effetti Donald prova ad esibirsi con uno dei suoi famosi gesti del braccio alzato con l'indice delle mano destra che si ferma per aria....ed in effetti non può più muoversi perché lo zar Vladimiro battendo il pugno sul tavolo gli urla dietro con uno strillo: "Ehi Don, non ti muovere e fai immediatamente ciò che ti dico - si rivolge con un sorriso a alla nostra ineffabile signora May - vero che anche tu sei d'accordo, Theresina cara?
I due agenti hanno lo sguardo fisso su Trump con un atteggiamento non certo amichevole che vuol dire: "se ti muovi ti spacchiamo in tre pezzi...!
 
Vedo il Presidente degli USA veramente impaurito che chiede comprensione alla May la quale non lo degna di uno sguardo che invece rivolge con un sorriso affettuoso a Putin.
Donald fa per muoversi ma Putin gli intima: "scrivi ciò che ti dico di fare, firma, e poi mostralo a tutti....la faccia feroce dei due guardiaspalle aumenta di intensità; il Presidente è sfinito e - sorpresa! - rassegnato.
 
Putin detta: "TITOLO: Muslim welcome (al posto di ban). Dopo un attento esame della situazione ho deciso di accogliere negli USA tutti i cittadini degli stati ove si pratica la religione musulmana. Dato che la Germania l'anno scorso ha accolto 1 milione di rifugiati, la nostra grande USA accoglierà per cominciare 3 milioni di queste persone che saranno ovviamente benvenute. Chi non seguirà queste direttive sarà processato e perderà la cittadinanza americana. Ulteriori provvedimenti saranno specificati dopo l'assemblea fra i partiti repubblicano e democratico. Firmato: Donald K. Trump - Presidente degli Stati Uniti d'America.
 
Solleva il capo dal foglio ed  accenna un sorriso, ma Putin lo ferma: "non ho finito, scrivi!
TITOLO: Decarbonization. A partire da domani saranno interrotte le ricerche, l'estrazione e l'utilizzazione di energie fossili, in particolare saranno chiuse le miniere di carbone, l'estrazione di petrolio con qualsiasi metodo, in particolare lo shale oil; il gas sarà conservato sotto terra a partire dall'inverno prossimo. Firmato...ecc.
 
A questo punto vedo che gli occhi del Presidente Trump si riempiono di lacrime e il pover'uomo comincia a lamentarsi sonoramente inframmezzando gemiti molto acuti..... inizio a commuovermi anch'io per dimostrargli la mia sincera solidarietà. I nostri lamenti divengono talmente alti che gli astanti si tappano le orecchie con le mani....
 
Sono costretto a svegliarmi di colpo altrimenti non posso più respirare perché il naso si è riempito di lacrime e me lo devo soffiare sonoramente.... così sono anche riuscito a svegliare mia moglie, mannaggia!
 
La mattina dopo accendo subito la televisione per vedere Donald che durante il telegiornale firma davanti alla telecamere e mostra gli scritti al pubblico.
INVANO!
1) "Devo interrompere di firmare perché non posso rimandare l'appuntamento con una gentile signora, Mrs. Therese May che finora mai avuto finora occasione di conoscere. E' per me una fondamentale opportunità incontrare  la Presidente della Repubblica degli Stati del Regno Unito (Europa) con la quale devo firmare almeno 30 accordi ..."
 
 
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 287 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (129)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (104)
G) Ricette (8)
H) Rodano (41)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (56)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600