\\ Home Page : Articolo : Stampa
La taglia 38
Di Gennaro Aprea (del 28/09/2006 @ 16:57:49, in C) Commenti e varie, cliccato 936 volte)

La taglia 38

 

In questi giorni abbiamo letto articoli di eccellenti editorialisti che hanno dissertato su questo argomento, spesso facendo divertire il lettore.

Io non sono né un giornalista né tanto meno “eccellente” scrittore.

Però vorrei esprimere un mio parere sulle donne considerate ideali, dato che una delle mie passioni sono state e sono le belle donne.

Non mi sono mai piaciute le anoressiche, preferisco il tipo “miss Italia”, così come le ha definite la Natalia Aspesi che le aveva appunto classificate (pressappoco) in ragazze moda (taglia 38), ragazze TV e appunto miss Italia, che a mio parere sono a metà strada fra le taglie 40 e 42, beninteso con una altezza intorno a 1,75.

Forse hanno fatto proprio bene in Spagna a proibire le modelle di taglia 38.

Però ho anche un commento da fare che riguarda le “mannequin/taglia 38”. E’ vero che mettendo un piede davanti all’altro quando sfilano le anche ed il  popò sono messi più in evidenza, però io che ho sempre guardato le donne attraenti che mi passano vicino, non le ho mai viste camminare in quella maniera. Mi hanno dato sempre l’impressione di vedere delle handicappate che tentano di camminare sul filo come gli acrobati nel circo, alzando il ginocchio come se volessero schiacciare uno scarafaggio….così che appaiono così innaturali che ho paura di vederle cadere da un momento all’altro!

Non le trovate ridicole?