\\ Home Page : Articolo : Stampa
PROPOSTA PROVOCATORIA
Di Gennaro Aprea (del 27/03/2013 @ 17:22:34, in C) Commenti e varie, cliccato 508 volte)
PROPOSTA PROVOCATORIA AL PRESIDENTE NAPOLITANO
 
Mi sono messo a scrivere questo articolo questa mattina del 27 marzo mentre Bersani sta per incontrare i rappresentanti del Movimento 5 Stelle ed altri successivamente.
 
Domani si saprà se andrà avanti e tenterà di (o riuscirà ad) ottenere la fiducia del suo governo, che non si conosce ancora, con un’intricata raccolta di Senatori in cui ci saranno i Montiani, qualche rappresentante del Gruppo Misto, dei GAL (fuoriusciti dal PDL), ecc.
 
Personalmente, nonostante il mio usuale e inveterato ottimismo, ritengo difficile che l’Italia possa avere presto un governo accettabile, anche perché gli appelli di Napolitano sono caduti del vuoto e i partiti/movimenti non hanno capito quanto ciò sia importante avere un governo subitissimo per una valanga di ragioni che molti italiani credo abbiano capito.
 
Stamattina presto, ascoltando come al solito “Prima pagina” di Radio 3, ho sentito, fra le tante domande al giornalista che settimanalmente conduce questa importante trasmissione, due che mi sono rimaste impresse. I due ascoltatori dicevano più o meno così.
1° ascoltatore (per il M5S): “non c’è niente da fare; i partiti non hanno ancora capito che devono sparire e noi li manderemo tutti a casa, così governeremo, come ha detto a tutti Grillo che ha chiesto che sia affidato al Movimento la formazione del Governo, l’unico che deve governare l’Italia”
2° ascoltatore: (contro il M5S): “tutto ciò che dice Grillo sono nient’altro che baggianate, cose che non stanno né in cielo né in terra; non sa nemmeno la base di qualsiasi legge; per esempio afferma che bisogna fare un referendum per uscire dall’Euro: non si può fare un referendum in favore o sfavore di qualsiasi accordo internazionale! Dare 1000 Euro al mese a tutti i disoccupati: con la mancanza di cassa che abbiamo in Italia…? che fa? ce li mette lui?...Baggianate, nient’altro che baggianate!.... “.
 
Sappiamo che Bersani non ammette di fare una “grosse Koalition” con il PDL mentre Berlusconi lo desidera ardentemente “per il bene dell’Italia”.
Sappiamo che Beppe Grillo vuole formare un governo e che non vuole allearsi con nessuno dei partiti/coalizioni.
 
Allora, caro Presidente, Se Bersani non ce la fa, prima di dare l’incarico ad altra persona di tutto rispetto (ce ne sono numerose disponibili) per un governo tecnico o “del Presidente” che faccia subito una nuova legge elettorale e tutte quelle urgenti e positive che conosciamo a memoria…la prego, perché non dà l’incarico e la possibilità al M5S (Grillo Presidente del Consiglio?) di formare un governo (come chiede da tempo) e presentarsi alle Camere per la fiducia? Ovviamente dopo aver fatto le regolari consultazioni e “investigazioni” egli incontri con i rappresentanti degli altri partiti/coalizioni che lo dovrebbero sostenere e le parti sociali. In fondo ne ha diritto dato che il M5S è il 2° partito dopo il PD e con più voti del PDL. In fondo si tratta di perdere 5 giorni in più…
 
Questa procedura aiuterebbe Grillo e tutti gli altri dell’arco costituzionale a chiarirsi le idee.
Attendo da parte sua conferma del ricevimento di questa baggianata…. Tanto, una più una meno!