\\ Home Page : Articolo : Stampa
META' ITALIA SENZA RAPPRESENTANZA
Di Gennaro Aprea (del 10/10/2022 @ 10:09:08, in F) Questa č l'Italia, cliccato 20 volte)

META' ITALIA SENZA RAPPRESENTANZA

 

Questo è il titolo di un articolo di Massimo Cacciari apparso nella sua rubrica "Parole nel vuoto" sull'ultima pagina de L'Espresso del 2 ottobre.

Mi ha fatto impressione perché nel pensiero del 30 agosto sul mio sito (www.gennaro-aprea.it) intitolato "I politici italiani" criticavo il fatto che ben 98 candidati si erano presentati alle elezioni. Realtà che conferma questa mancanza.

 

Infatti l risultato delle elezioni evidenzia la mancanza di una chiara rappresentazione degli elettori (importante che siano ulteriormente diminuiti nell'affluenza). E la maggior parte dei commenti sulla stampa conferma che molti votanti sono stati talmente confusi da divertirsi a proporre "qualcosa di nuovo", oppure "mi piace", ecc.

 

Così mi permetto di suggerire - finora non mi risulta che qualcuno l'abbia finora proposto - che è assolutamente necessario cambiare la legge elettorale prendendo lo spunto da quella tedesca e di altri importanti Paesi, e così fissando la nuova legge in una proporzionale con l'eliminazione dei "partiti" che non superano il 5% (direi anche il 6%). Sia ben chiaro che nessuna legge elettorale è perfetta, però quella attuale è certamente da eliminare.

 

Il primo risultato importante sarebbe quello di cancellare "partitucoli" composti da poche persone di scarsa o nulla preparazione politica ed economica che hanno affollato il 25 settembre.

 

Sarei felice di una chiara presa di posizione di chi mi legge, cioè non fatta di faccine varie o simili effimere frasette.