\\ Home Page : Articolo : Stampa
LETTERA A MATTEO RENZI
Di Gennaro Aprea (del 06/01/2014 @ 18:59:19, in C) Commenti e varie, cliccato 568 volte)
LETTERA APERTA A MATTEO RENZI
 
Caro Matteo,
dall’alto della mia veneranda età (83), prima di essere definitivamente rottamato, lasciami esprimere qualche commento sulle tue ultime prese di posizione che non rispecchiano le promesse e le dichiarazioni fatte precedentemente, subito dopo la tua elezione a Segretario del PD:
1)     hai detto che avresti appoggiato il governo attuale concordando con esso i vari passi
2)     hai ripetuto questa promessa al Presidente della Repubblica dicendo che non avresti fatto niente “contro” di esso, cioè contro l’assetto attuale di questa coalizione “anomala” fra centro-sinistra e centro-destra, almeno fino al 2015
3)     da quando i seguaci di Berlusconi, i cosiddetti falchi, si sono ritirati lasciando alle colombe la responsabilità di continuare a governare con Enrico Letta, hai iniziato a “sparare”, fra le cose da fare subito, alcune revisioni di vecchie leggi sbagliate (Bossi-Fini) o proposte di nuove leggi (unioni civili) che sicuramente avrebbero trovato opposizione immediata in Angelino Alfano e in tutti gli NCD, cosa che si è realizzata immediatamente; ciò ha comportato un pericolo di instabilità del governo
4)     giuste invece le tue iniziative di proposte di legge elettorali e la pretesa di un’immediata realizzazione di una nuova legge elettorale che invece può essere condivisa dalla NCD e che può essere decisa e approvata rapidamente
5)     le altre cose dove tu puoi dare una mano al governo con delle critiche costruttive e migliorative da fare subito, sono le importanti soluzioni dei problemi del lavoro/disoccupazione, degli esodati, del fisco, dell’evasione e simili, che sono molto sentite dai cittadini; tutti questi problemi sono condivisi dal NCD.
6)     perché allora proporre con forza argomenti che mettono in pericolo il governo  perché per loro sono - ora – questioni di principio?
7)     Inoltre: perché cominci ad atteggiarti con aria di “saccente”, e con un po’ di spocchia e di boria, imitando proprio il destinatario del tuo atteggiamento di noncuranza, il quale è proprio uno dei più spocchiosi e antipatici personaggi del PD, il giovane come te Fassina (maesro D’Alema)? ....con il risultato di iniziare una discussione sulla quale i media si divertono ad essere eco dell’opposizione becera, che si diverte a sua volta a dichiarare che il governo è finito ….
 
In conclusione ti consiglio vivamente di andare avanti sui punti 4 e 5 collaborando per il contratto (patto) fra i componenti delle maggioranza evitando ulteriori ed inutili discussioni. Le nuove leggi o modifiche del punto 3 non sono prioritarie e possono aspettare; è inutile insistere oggi.
Quando i cittadini ed i media cominceranno a prendere coscienza delle azioni positive realizzate dal governo con la piena collaborazione del segretario del PD ed il PIL mostrerà segni di ripresa effettiva, compreso il miglioramento delle finanze e della occupazione, solo allora potrai dargli sotto per eliminare la Bossi-Fini e lasciare Alfano e C. liberi di minacciare la caduta del governo. Se insisteranno, si andrà alle elezioni con la nuova legge e la conseguenza sarà che il PD potrà stavolta vincere le elezioni grazie a te che hai collaborato con Letta.
Anche le coppie che attendono la legge delle unioni civili potranno aspettare un po’ fino allora. E i profughi, già dopo le tragedie a Lampedusa, sono ora trattati e salvati da chi dovrebbe applicare la Bossi-Fini perché non la applicano. Questa volta, come spesso avviene in Italia, è un bene la non applicazione di una legge.
Con attenzione e stima per le tue prese di posizione che dovranno essere più coerenti nell’interesse di tutti gli italiani.
A risentirci presto e auguri per un ottima continuazione d'anno...
Gennaro Aprea
 
 
PS - Questa lettera è stata inviata direttamente al Segretario del Partito Democratico oggi stesso