Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 16/08/2019

COMUNICAZIONE AL POPOLO ....SULLA SITUAZIONE AMBIENTALE
 
Non ho avuto il coraggio di completare il titolo di questo articolo perché qualcuno potrebbe sicuramente accusarmi che non siamo solo buoi, ma anche tori....in effetti ce ne sono alcuni in giro, quelli che strillano e hanno "incornato " molta gente con gli immigrati, la quota 100, la flat tax, la TAV, TAP, ecc.
 
Ma lo scopo di questo mio scritto è solo di ribadire ciò che cerco di fare predicando da tempo - spero non noiosamente - che le cose importanti che accadono a livello mondiale e internazionale su questo argomento, in Italia non sono comunicate come sarebbe necessario; e avviene invece in altri paesi esteri.
 
Tutti noi sappiamo che i problemi della sostenibilità ambientale sono lungi da essere presi in considerazione dal nostro attuale - ahimè - governo. Ma l'opposizione non è da meno: ricordo la priorità ribadita a questi problemi dal PD durante la campagna elettorale; ora pressoché zero. I Verdi non esistono o comunque non li sentiamo, ecc. e non voglio infierire sul resto dei politici.
Ho lasciato passare volutamente molti giorni prima di pubblicare questo articolo perché ho aspettato invano che qualcuno si ricordasse - e vi sono state molte occasioni per farlo per annunci che riguardavano da vicino questo argomento - di questa notizia.
 
Ed ecco qualcosa di eclatante che conferma la mancata comunicazione di notizie importanti alla gente comune.
 
26 luglio 2019
La sezione europea del movimento "350.org" americano, una delle numerose sorgenti di informazione dal quale ricevo regolarmente notizie sulle iniziative, comunica che il direttivo della EIB (European Investment Bank) ha emesso una nuova politica nella quale a partire da fine 2020 sarà interrotto qualsiasi tipo di investimento in progetti in favore delle fonti di energia fossili.
Leggo il titolo-estratto che riporto al 100%:  "Bye-bye fossil fuels, hello renewables and energy efficiency!". Poi continua : "...E' il tempo perfetto nel bel mezzo di una ondata di calore che ha battuto tutti i record la nuova politica della Banca Europea degli Investimenti per interrompere ogni finanziamento alle fonti fossili, che è come un soffio di aria fresca.
350.org continua affermando che le imprese del carbone, petrolio e gas dovranno bussare ad altre porte per ottenere il denaro necessario a mantenere in vita i loro progetti distruttivi perché la banca europea sarà chiusa ai loro progetti.
 
Secondo i nostri amici americani le notizie più importanti sono tre:
-  E' la prova che la potenza della gente comune funziona; e le migliaia
  di persone che hanno preso posizione online e nelle strade per chiedere
   che la EIB divenga libera da impegni sulle fossili ha avuto un impatto
   significativo grazie alla pressione dell'opinione pubblica (e la banca
  stessa lo ha riconosciuto)
-  E' un altro temporale sull'industria delle fossili: essa non potrà continuare
  a scavare e bruciare senza accesso ai finanziamenti; e le banche private
  tendono a seguire le direzioni delle banche pubbliche come la EIB
-  E' un passo coraggioso verso la soluzione della crisi ambientale che porta
   nuove speranze per l'Unione Europea con energie rinnovabili
   nelle mani delle comunità 
   
Infine ho letto una parte saliente del progetto della EIB (circa 40 pagine) che è disponibile sulle news di 350.org.
 
Di fronte a questa notizia eclatante, mi precipito a leggere la notizia sulla Repubblica cui sono abbonato, nelle pagine di economia, poi apro il supplemento "Economia e Finanza" uscito il giorno prima, poi chiedo ad un amico che legge il Corriere....: silenzio dalla stampa! E mi chiedo: è possibile che dobbiamo ottenere queste notizie da iniziative ecologisti americani?
 
Vado un po' più a fondo e trovo finalmente un appiglio: è Il Sole 24 ore Radiocor Plus che ha ripreso la notizia dal Guardian, uno dei migliori quotidiani europei. Poi più niente sui media italiani, Radio e TV comprese.
 
Allora, di fronte a questa situazione mi cadono le braccia....ma infine sono un po' confortato da un articolo di Federico Rampini su La Repubblica del 28 luglio intitolato . "Repubblica per il clima" nel quale l'articolista, fra l'altro, informa che in occasione del prossimo vertice delle Nazioni Unite a New York il 23 settembre sull'emergenza climatica, il nostro quotidiano coinvolgerà i lettori in una settimana di "massima attenzione" ai temi ambientali con inchieste e approfondimenti a partire dal 16 settembre.
Riporto un'altra frase dell'articolo di Rampini: ..."Non sempre gli scienziati hanno saputo parlare il linguaggio più accessibile; non sempre i media hanno attinto alle loro capacità."
Mi ha fatto molto piacere leggerla perché rispecchia ciò che da anni nel mio piccolo cerco di  trasmettere ai miei lettori.
 
  
 
 

Fotografie del 16/08/2019

Nessuna fotografia trovata.

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 267 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (129)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (104)
G) Ricette (8)
H) Rodano (41)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (56)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
13
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source