Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : M) Satira e Umorismo (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 27/01/2020 @ 18:03:00, in M) Satira e Umorismo, cliccato 23 volte)
POVERO SALVINI
 
La tristezza per la botta in testa che ha ricevuto Matteo oggi mi ha riempito i pensieri e francamente mi fa un po'  pena (come diceva papà: intendendo per PO il più grande fiume d'Italia.
 
Come lo si può aiutare?
Pensa che ti ripensa. mi sono ricordato il consiglio che gli avevo dato nel precedente articoletto, cioè dove gli auguravo che diventasse "colonnello" e andasse in Libia a risolvere i problemi locali che, nonostante gli accordi di tregua per l'interruzione della guerra civile per il petrolio e il gas, a tutt'oggi non sono risolti soprattutto - ma non solo - perché l'Unione Europea continua dormire della grossa.
Quindi scriverò io stesso al Presidente della Repubblica affinché gli conceda la promozione a colonnello e, con l'aiuto del nostro beneamato Ministro degli Affari Esteri, sia inviato ufficialmente a Tripoli per sparare anche eventualmente al generale Haftar.
 
Però mi permetto di dargli un consiglio personale:
"Caro Matteuccio, prima di partire fatti diventare i capelli e la barba biondi come quelli di 2 altri eminenti "capi" nel mondo, negli USA e in "UKexit". Vedrai che avrai molto più successo con le fanciulle libiche della tua scorta.
 
E lascia perdere la tua Lega...che ormai è già sulla via del ribasso: hai presente l'altro Matteo e Giggino?
 
Di Gennaro Aprea (del 02/01/2020 @ 16:44:35, in M) Satira e Umorismo, cliccato 30 volte)
IL CAPITONE, IL CAPITANO E IL COLONNELLO
 
24 dicembre 2019 - Come molti sanno, specialmente al Sud, il Capitone fritto alla napoletana è uno dei piatti forti del pranzo di magro della vigilia di Natale. Per chi non lo conosce (è l'anguilla femmina) tengo a dire che è molto gustoso.
 
Ormai da tempo politici e numerosi disgustati "non votanti" discutono sul pericolo delle elezioni perché hanno paura che vinca la Lega di Salvini, detto anche il Capitano. Ebbene visto che siamo alle porte del Natale, perché non usiamo, invece dell'anguilla femmina, il nostro Capitano?
 
Però gli dobbiamo chiedere, per una questione di rispetto e di onestà, se ci dà il permesso di farlo a pezzi, come prescrive la ricetta.
Io ci sto. Chi sta con me si faccia vivo. Data l'età, ho bisogno di un aiutino.
Se viene bene, avremo risolto una gran parte "doo pranz da'  Viggilia".  
 
PS  - 2 gennaio 2020 - Le feste sono ormai verso la fine e mi sono accorto di essere stato un po' troppo cattivo col Capitano, dunque ho avuto un ripensamento.
Così mi è venuta un'idea che mi auguro condividerete.
Ho deciso di scrivere al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro degli Affari Esteri affinché concedano una promozione al Capitano nominandolo Colonnello e gli affidino l'incarico di risolvere gli eterni e gravi problemi della Libia i cui cittadini si sparano addosso continuamente con l'aiuto di altri governanti mediterranei e continentali, ottimi fabbricanti e venditori di armi i cui magazzini sono ancora strapieni.
Il compito del nuovo Colonnello sarà quello di imitare il precedente Colonnello Gheddafi che era riuscito a tenere buoni tutti i suoi sudditi con una politica che il nostro Salvini conosce bene (credo che abbia ottenuto un Master sull'argomento governi dittatoriali), circondato da una serie di bellissime fanciulle/guardie del corpo, così come attualmente già sa fare molto bene il nostro attuale Capitano con la sua scorta femminile.
Queste ragazze libiche, oltre a "concedergli" la loro protezione, gli insegneranno l'arabo libico (che è più difficile del classico). Il nuovo Colonnello si aiuterà molto usando le sue dita, principalmente il medio, l'indice e  il pollice, che sa usare perfettamente, come gli interpreti per i sordomuti.
La sua missione potrà durare fino all'età della pensione - non so se quota 100 o 67 anni, naturalmente sempre che riesca ad arrivare fino in fondo…..
Speriamo che i 3 destinatari delle missive ascoltino i miei suggerimenti
 
 Quali vantaggi potremmo ottenere?
1) Ce lo toglieremmo di mezzo per un bel pezzo
2) Potremmo evitare i persistenti racconti giornalieri di tutti i media - francamente non ne possiamo più - che ci mostrano il Nostro anche quando sta per andare a far visita ad amici oppure a leggere velocissimo le notizie del cellulare sul trono.
 
A proposito, un ultimo commento, questa volta serissimo: i miei migliori auguri per un ottimo 2020 a tutti i lettori. Che sia pieno di serenità per voi tutti.
 
Di Gennaro Aprea (del 20/10/2019 @ 19:30:09, in M) Satira e Umorismo, cliccato 61 volte)
COME POSSONO CAMBIARE I COLORI
 
Non so chi - molto tempo fa - decise di usare i colori per definire ogni  tipo di governo mediante i colori; probabilmente qualche giornalista illuminato. Ormai ci siamo abituati da tempo.
Altri paesi hanno usato diverse soluzioni: per esempio negli USA il Partito democratico ha adottato il simbolo dell'asinello mentre il Partito repubblicano quello dell'elefantino, ambedue colorati con i colori della bandiera americana.
 
Recentemente il primo governo Conte è stato chiamato giallo-verde. Capisco il verde per la Lega perché questo partito lo ha usato fin dall'inizio, rubandolo ai Verdi, cioè quelli che si occupano di ecologia e dintorni; in altri paesi europei una Lega sarebbe stata portata in tribunale. I Verdi italiani quasi non esistono.
I vari partiti comunisti e socialisti adottarono il rosso come le loro bandiere; i democristiani il bianco e Berlusconi l'azzurro, ecc.
Non so invece perché il Movimento5stelle abbia adottato (o gli anno appioppato)  il giallo. Se gli va bene, che sia pure così.
Comunque...vedo che tutti questi colori stanno cambiando, oppure è necessario cambiarli.
Secondo me il giallo dei pentastellati, con il secondo governo Conte, mostra qualche macchietta di rosso, qualche  macchietta  di verde leghista dovuto alla convivenza passata, e altre macchiette dei verdi ecologisti. Ed il giallo si sta chiarendo di brutto. Cosa ne verrà fuori?
Il verde leghista invece ha decisamente cambiato colore, gradualmente, e molti non se ne erano accorti durante il primo Conte. Poi, con l'inizio dell'estate il verde è divenuto sempre più scuro.
 
«Chiedo agli italiani se vogliono darmi pieni poteri per fare le cose come vanno fatte» ha detto Salvinia Pescara l'8 agosto di quest'anno «Dobbiamo fare in maniera veloce, compatta, energica, coraggiosa quel che vogliamo fare. Non è più il momento dei no, dei forse, dei dubbi...e, beninteso, non mi interessa tornare al vecchio: se devo mettermi in gioco lo faccio da solo, e a testa alta. Poi potremo scegliere dei compagni di viaggio, certo...Gli italiani hanno bisogno di un governo che faccia».
 
Questa richiesta è pressoché identica a quella di Benito Mussolini che chiese ed ottenne i pieni poteri nel 1922, dopo il famoso discorso del "bivacco". Fu l'inizio del fascismo e della dittatura. E Mussolini ne fece tante.
Alcuni dicono che la frase di Salvini sia stata involontaria; può darsi, ma in ogni caso essa dimostra che il nostro la pensa ed ha le stesse intenzioni di Mussolini.
 
E vi sono state ulteriori conferme anche in passato; ma da agosto in poi, ogni volta che Salvini ha fatto comizi importanti (facilitati da tutti i media che gli fanno eccessiva pubblicità prima e dopo) si è sempre accompagnato con Casa Pound (nazisti) e Forza Nuova (per esempio i fascisti del saluto romano al Cimitero del Verano) per non parlare di Giorgia Meloni che nell'ultimo comizio non ha nemmeno potuto esporre il simbolo dei Fratelli d'Italia, così come non hanno potuto farlo gli "azzurri" di Forza Italia (povero Berlusconi plaudente, come ti sei ridotto!). C'era solo il simbolo della Lega.
Naturalmente fra i numerosi che hanno riempito Piazza San Giovanni a Roma sabato 19 ottobre, non mancavano Casa Pound e altri amanti delle dittature assassine.
 
La Repubblica ha scritto oggi 20 ottobre che "la destra si finge moderata".
"Si finge" significa che si tratta della solita tattica degli aspiranti dittatori di un loro governoper nascondere cose terribili.
 
Allora come la mettiamo con i colori?
Vorrei suggerire ai media - ma come si fa? - di non chiamare e ricordare più il primo Governo Conte i giallo-verdi ma GIALLO-NERI.
Vedremo poi cosa succederà.
Ma noi del popolo non leghista dobbiamo stare attenti a non cadere sotto un'altra dittatura!
 
PS - io l'ho conosciuta bene
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 87 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (130)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (105)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (59)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< aprile 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600