Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 24/11/2009 @ 20:02:42, in L) Zero-carbonio, cliccato 949 volte)
ALLORA, QUALE ENERGIA?
 
Fra pochi giorni i rappresentanti della maggior parte degli stati del mondo si incontreranno a Kopenhagen, capitale della Danimarca, per discutere e possibilmente fissare una strategia che tutti dovremo applicare al fine di interrompere concretamente il riscaldamento globale del nostro povero mondo.
Naturalmente i media ed i politici di vari continenti hanno fatto di tutto per accendere polemiche, smentire i possibili accordi (vedi incontri di Barack Obama a Singapore e Pechino con i governanti cinesi) fornire previsioni ottimistiche e pessimistiche sui risultati degli incontri e sulle decisioni dei più importanti produttori di CO2, Stati Uniti e Cina.
Non è possibile prendere posizione in favore o contro i risultati di Kopenhagen: non siamo come i britannici che di ogni evento creano perfette organizzazioni di scommesse nelle quali molti scommettitori giocano migliaia di Euro o di Sterline.
Però vorrei fare pochi commenti ed esprimere delle speranze, dovute al fatto che sono un inguaribile ottimista, partendo da qualche dato di fatto.
1)     è ormai certo che la temperatura media del globo terrestre si sta alzando, anno dopo anno, inesorabilmente
2)     è incontestabile che i ghiacciai si stanno ritirando e che i ghiacci dei due poli terrestri si stanno sciogliendo
3)     nonostante vi siano ancora alcuni “scienziati” – si fa’ per dire – che affermano che il riscaldamento terrestre è dovuto solo a cause naturali, è accertato che le immissioni nell’atmosfera di gas serra, CO2, metano, ecc. siano la causa principale di tale riscaldamento
4)     È ormai noto a tutti che questi gas provocano il riscaldamento dell’aria creando l’effetto serra e che sono originate dalla combustione delle fonti di energia fossili, carbone, petrolio (derivati da) e gas naturale (derivati da)
 
Quindi la maggioranza della popolazione mondiale che abbia una pur limitata conoscenza di questi fatti comincia ad essere consapevole della necessità di prendere i provvedimenti necessari per diminuire i consumi energetici che utilizzano queste fonti fossili di energia.
Molti di noi credono che l’energia nucleare sia la soluzione, almeno nel breve periodo, intendendo per breve in questo caso 10-30 anni perché si fa’ riferimento alla vita del pianeta.
È vero che l’energia elettrica prodotta da centrali nucleari non produce anidride carbonica (CO2) o altri gas, ma è altrettanto vero che il problema enorme ed irrisolto derivante dalla produzione di elettricità da fonte nucleare sono le scorie radioattive che sono ineliminabili e costituiscono già un grave problema per le centrali esistenti.
Se ne sono accorti i maggiori paesi nel mondo cominciando dagli Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, e numerosi altri i quali hanno fermato tutti i loro progetti, ad esclusione della Francia che anzi promuove, come ben sappiamo, questa fonte di energia.
Non sono un tecnico e tanto meno sono in grado di far previsioni nel campo delle nuove tecnologie, ma affermo che, finché la ricerca non risolverà il problema delle scorie (si dice che lo farà l’energia nucleare da fusione in contrapposizione a quella attuale da fissione, fra non meno di 20-30 anni) le centrali nucleari di 3° o 4° generazione, non devono essere costruite.
Ma allora come faremo a sostituire l’energia attualmente prodotta da fonti fossili con altre che non creino problemi?
E come faremo a sostituirle dato che molti esperti affermano che le loro riserve sono limitate (salvo il carbone) ed il mondo avrà sempre più bisogno di energia?
Vi sono numerose tecnologie che possono incidere positivamente, cominciando con la eliminazione dei gas di scarico delle centrali a carbone il cui costo di produzione di energia è di gran lunga il più basso rispetto alle altre due. Infatti è possibile eliminare le enormi quantità di emissioni di anidride carbonica, di ossido di carbonio e di altri inquinanti originati dalla combustione del carbone con tecniche costosissime che fanno raggiungere il costo di produzione dell’unità di energia elettrica prodotta, equivalente ai costi attuali di produzione delle fonti alternative e rinnovabili, costi che stanno diminuendo .rapidamente
Tutti ormai le conosciamo perché se ne parla sempre più frequentemente: l’eolico, il solare, la geotermia, le bio-masse, i movimenti idrici delle maree e delle onde, per non parlare dell’energia idroelettrica.
Ma veniamo ai nostri problemi, piccoli perché di uno stato piccolo, e nello stesso tempo grandi perché non ci siamo preparati alla necessaria innovazione come invece hanno già fatto e stanno ancora facendo altri paesi europei, come la Germania, la Gran Bretagna, l’Austria, l’Olanda, i paesi scandinavi, ed anche asiatici.
Si, le fonti rinnovabili. Molti dicono che non riusciranno a sopperire al fabbisogno della sostituzione delle fonti di energia fossili attualmente usate in massima parte.
Io non sono d’accordo perché mi rendo perfettamente conto che vi sono troppi interessi di grandi entità imprenditoriali e politiche a livello mondiale che contrastano con questa strategia di sostituzione. Ed è proprio là il punto: cosa succederà a Kopenhagen? Quali decisioni prenderanno i grandi della Terra?
All’inizio dicevo che i presidenti degli USA e della Cina si sono contraddetti rispetto alle dichiarazioni fatte da loro stessi a Singapore e poi a Pechino. Per fortuna la seconda istanza è stata quella positiva nel senso che hanno affermato che a Kopenhagen stabiliranno di intraprendere strategie e azioni concrete in favore della diminuzione del riscaldamento terrestre. Se il cosiddetto G2 lo deciderà, come mi auguro, sono certo che tutti li seguiremo. Ora attendiamo da loro solo fatti concreti.
Qualche mese fa Hu Jintao disse: “taglieremo ogni anno il 4-5% di fonti energetiche fossili e al 2030 metà del fabbisogno energetico della Cina sarà da fonti pulite”.
Ma torniamo ai nostri piccoli-grandi problemi italiani. Il Governo attuale ha firmato un accordo con quello francese per la costruzione di 4 centrali nucleari da 1600 MegaWatt ciascuna e prevede che la prima entrerà in funzione entro 10-12 anni. Le successive nei seguenti 5-10 anni. Ammesso che ci si riesca….cosa dubbia conoscendo i miei compatrioti, cosa faremo nel frattempo? Continuiamo a consumare energie fossili? E perché non spingiamo sulle rinnovabili che hanno, fra gli altri vantaggi, quelli di occupare molta più mano d’opera di quella necessaria per gli  impianti nucleari e di ripagare positivamente e più rapidamente gli investimenti necessari alla produzione di apparecchiature di produzione di energia e per il risparmio energetico nelle costruzioni esistenti (che sono milioni) e in quelle nuove?
 
A questo proposito, dato che non mi permetto di pretendere la vostra attenzione e pazienza oltre quelle che avete già avuto nel leggere fin a questo punto, invito solo i lettori particolarmente interessati a impiegare ancora un po’ di tempo per leggere circa 16 pagine, si proprio sedici, che potrete evidenziare cliccando in fondo al mio articolo del 6 marzo 2009 intitolato “Le soluzioni ai problemi dell’energia e dell’ambiente”. Queste sedici pagine sono state scritte a 8 mani, cioè da 4 persone, di cui 2 – i due italiani - sono da me ben conosciute. Si parla della Terza Rivoluzione industriale e della “green economy” secondo l’economista Jeremy Rifkin, creatore e presidente della “Foundation on Economic Trends”, che è consulente di numerosi governi europei e non, salvo naturalmente quello italiano.
Leggerete che l’energia solare (e in buona parte anche le altre) può venire utilizzata in tutto il mondo in maniera decentralizzata (invece di costruire enormi centrali per poi costruire enormi elettrodotti) ovunque ve ne sia bisogno. In effetti l’energia solare è inesauribile mentre le fonti di energia fossili sono limitate ed ogni anno continuano ad aumentare di prezzo perché i costi di estrazione sono sempre in aumento.
Vi ringrazio dell’attenzione.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 21/11/2009 @ 19:19:41, in M) Satira e Umorismo, cliccato 762 volte)
VACCINAZIONE ANTI-INFLUENZALE DEL VIRUS H1N1 (ovvero “ influenza suina” ovvero “A”)
 
Micia
 
Ieri pomeriggio, mentre ero solo in casa e immerso nella lettura, è suonato il campanello.
Ho chiesto chi era nel citofono e una voce simpatica mi ha detto: “ho dato una scorsa al suo sito ed ho letto che lei faceva il consulente; avrei appunto bisogno di un consiglio sulla vaccinazione antinfluenzale”. Ho risposto: “ma lei chi è… e che tipo di consiglio desidera?”, poi sono uscito un po’ sospettoso e mi sono avvicinato al cancello senza ancora aprirlo….non si sa mai….
L’ho squadrato attentamente e gli ho detto: “io non sono laureato in medicina, quindi quale consiglio posso darle sulla vaccinazione?
La risposta pronta è stata: “come forse avrà notato, c’è una pubblicità di Topo gigio in televisione che detta consigli sul da farsi….”
“bene, e allora? …non mi ha lasciato continuare, ed ha continuato: “si proprio per questo mi sono permesso di disturbarla, lei è un esperto di marketing, quindi anche di comunicazione di marketing, cioè di pubblicità; quella pubblicità mi ha fatto venire forti dubbi. Se ricorda lo spot, il topino dice che tutti i malati di diabete, di tumore di affezioni cardio-circolatorie, ecc. devono fare questa vaccinazione; gli anziani in buona salute non devono farla mentre devono sottoporsi a quella dell’influenza stagionale. I giovani fino a 27 anni invece devono farla. Ed ecco il punto: io compirò i miei 27 anni domani 21 novembre. Oggi è venerdì ed è troppo tardi per andare in un ambulatorio o all’ospedale; domani sabato sono chiusi e domenica pure. Quindi lunedì avrò più di 27 anni…..allora la devo fare o no questa vaccinazione?”
Nel frattempo avevo aperto i cancelletto perché il ragazzo mi aveva ispirato fiducia, che infatti era ben riposta, cioè non mi è saltato addosso per rapinarmi. Ho replicato immediatamente: “mi lasci pensare un momento…..bene! attenda qualche minuto (non dico mai “un attimo”) che chiamo la mia gatta che è una vera vagabonda e non sempre è disponibile…”
Il simpatico ragazzo ha mostrato giustamente una faccia incuriosita per la mia frase ma            ha atteso pazientemente. Io mi sono messo subito a chiamare: “micia, micia…micia….” questa volta non si è fatta attendere troppo ed è avanzata trotterellando col suo fare un po’ annoiato.
Appena è arrivata, l’ho presa in braccio mentre Giorgio (si era presentato un attimo prima) diceva: “che bella! sembra proprio una pantera nera col pelo lungo…”
Io ho raccontato immediatamente alla nostra gatta il dubbio di Giorgio. Lei ci ha pensato qualche secondo di troppo, poi ha esclamato con un lungo miagolio:
“maaaaa…mèèèèèè…loooo…..maaaaaa…..gnooooooooo………” Chi?” ho detto io;
“maaaaaa…..tooooo……poooooo………giiiiiii……..gioooooooo! sceeeee…….mooooooo.
A questa pesante offesa mi sono svegliato e accorto che Giorgio non c’era più.
Ma guarda che cose mi vanno a capitare quando dormo poche ore di notte!
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 18/11/2009 @ 10:32:17, in M) Satira e Umorismo, cliccato 656 volte)
Ricevo dalla mia cara amica Gabriella Campioni e riporto per il piacere di tutti i lettori:
Riconfermo: ridere di gusto fa’ bene alla salute!
 
 
Fatevi 4 risate, anzi, molte di più!
 
Da gustare con calma e a piccoli sorsi. Buon divertimento.

ABBECEDARIO - Espressione di sollievo di chi si è accorto che c'è anche Dario
ADDENDO - Urlo della folla quando a Nairobi stai per pestare una merda
ALUNNO - Esclamazione sfuggita a Papa Leone all'apparire di Attila
APPENDICITE - Attaccapanni per scimmie
ASSILLO - Scuola materna sarda
AUTOCLAVE - Armi automatiche dell'età della pietra
BALESTRA - Sala ginnica per gente di colore
BASILICA - Chiesa aromatica
BIGODINO – Doppio piccolo orgasmo
BUCANEVE - Precisa pisciata maschile invernale
CALABRONE - Grosso abitante di Cosenza
CALAMARI - Molluschi responsabili della bassa marea
CAPPUCCETTO ROSSO - Profilattico sovietico
CATALESSI - Catalani condannati alla pentola a pressione
CERBOTTANA - Cervo femmina di facili costumi
CERVINO - Domanda dei clienti all'oste romano
CIAMBELLANO - Colui/colei che ha il piu bel buco di culo del reame
CONCLAVE - Riunione di cardinali violenti e trogloditi
CONTORSIONISTA - Ebreo arrotolato
COREOGRAFO - Studioso delle mappe della Corea
CUCULO - Gay balbuziente
CURRICULUM - Gara di finocchi ai tempi dell'antica Roma
DISSENTERIA - Attitudine a dir sempre di no
DOPING - Pratica anglosassone del rimandare a piu tardi
ECCEDENTE - Frase di un dentista latino dopo un'estrazione
ELETTROPOMPA - Novita bolognese a luci rosse
EMPORIO - Fratello di Giorgio Armani
EQUIDISTANTI - Cavalli in lontananza
EQUINOZIO (1) - Zio del cavallo
EQUINOZIO (2) - Cavallo che non lavora
EUFRATE - Monaco mesopotamico
FAHRENHEIT - Tirar tardi la notte
FANTASMA - Malattia dell'apparato respiratorio che colpisce i forti consumatori di aranciata
FOCACCIA - Foca estremamente malvagia
FONETICA - Disciplina che regola il comportamento degli asciugacapelli
GAIEZZA - Gioia omosessuale
GESTAZIONE - Gravidanza di moglie di ferroviere
GIULIVA - Slogan di chi e vessato dall'Imposta sul Valore Aggiunto
INCUBATRICE - Macchina fabbricatrice di sogni terribili
LATITANTI - Poligoni con molte, moltissime facce
LORD - Signore inglese molto sporco
LUX - Primo tipo in assoluto di FIAT
MAREMMA - Nome di una famosa maiala
MARRON GLACES - Testicoli sotto zero
MELODIA - Preghiera di una vergine
MESSA IN PIEGA - Funzione religiosa eseguita da un prete in curva
NEOLAUREATO - Punto nero della pelle che ha fatto l'universita
OBIETTORE - Ottico fabbricante di obiettivi che se è particolarmente serio viene chiamato "obiettore di coscienza"
OPOSSUM - Marsupiale americano possibilista
PARTITI - Movimenti politici che nonostante il nome sono ancora qui
PIUMONE - Richieste di sporcaccioni veneti mai sazi di sesso
PREVENIRE - Soffrire di eiaculazione precoce
RAZZISMO - Scienza che studia i propulsori a reazione
RAZZISTA - Fabbricatore di missili
REDUCE - Sovrano con tendenze di estrema destra
RIMEMBRARE - L'atto di rimettere al suo posto il "coso" a chi e stato evirato (vocabolo coniato da J.W.Bobbitt)
SALADINO - Biscotto salato con il raffreddore
SALAME - Tipo di figura che il maiale non vorrebbe mai fare
SALMONE - Cadavere di obeso
SANCULOTTO - Patrono degli omosessuali
SBRONZI - Ubriachi di Riace
SCIMUNITO - Attrezzato per gli sport invernali
SCORFANO - Pesce che ha perduto i genitori
SOMMARIO - Indicativo presente del verbo "essere Mario"
SPAVENTO - Società per azioni eolica
STRAFOTTENTE - Dicesi di persona di grandi qualità amatorie
TACCHINO - Parte della scarpina
TELEPATIA - Malattia che colpisce chi guarda troppo la TV
TEMPOREGGIARE - Scoreggiare andando a tempo (tipico di musicisti poco educati)

TONNELLATA - Marmellata di tonno
TROIKA - Donna russa di facili costumi
UGELLO - Volgarismo in gergo negro per "pene"
VIBRATORI - Macchina per vibromassaggio bovino
VIGILIA - Donna vigile urbano
ZONA DISCO - Parcheggio per gli UFO
 
PS - Se qualcuno si vuole divertire a suggerire altre parole da inserire nell'abbecedario, le farò con piacere . Comincio io con :
"acquedotto" si dice di persona esperta nel settore idrico
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 150 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (108)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (97)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600