Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 08/11/2007 @ 11:28:29, in C) Commenti e varie, cliccato 581 volte)
ANCORA UNA NOTIZIA POSITIVA DALLA/PER LA BIRMANIA
 
Qualche giorno fa su La Repubblica è apparso un breve articolo nel quale si informano i lettori che alcune star britanniche hanno deciso di regalare a Aung San Suu Kyi, che è un’ottima pianista ed amante della musica, un nuovo pianoforte perché quello che possiede è andato completamente fuori uso.
La musica per lei è una fonte di conforto per le lunghe ore di solitudine degli arresti domiciliari.
Le star sono Maureen Lipman che recitò nel famoso e premiato film “Il pianista” di Roman Polanski e Annie Lennox insieme a molte altre artiste molto in vista nel mondo dello show-business britannico.
La Lipman vorrebbe accompagnare il pianoforte fino a Rangoon e consegnarlo personalmente ad Aung, ma sembra che ci siano difficoltà da parte dei dittatori militari per le relative autorizzazioni.
Sta di fatto che la musica dimostra di unire i cuori e le menti delle persone nel mondo. Insistiamo.
Io ho già scritto a Sting chiedendogli di dedicare il suo prossimo concerto alla Birmania, Scriverò ancora a molti Artisti e Direttori d’orchestra per la stessa ragione.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 08/11/2007 @ 11:25:23, in D) Guerre, cliccato 706 volte)
UN SORRISO OGNI TANTO PER RILASSARCI
 
In questi ultimi giorni siamo stati mitragliati da una serie di cattive notizie, odiose, terribili, tristi come la morte di Enzo Biagi e della Signora Reggiani. Di fronte a queste notizie e alle decine di cronache e commenti scritti da importanti giornalisti, non ho avuto il coraggio di farlo anch’io che, non solo non sono l’ultima ruota del carro, ma che non faccio nemmeno in piccola parte del carro.
 
Quindi ho deciso di farvi leggere qualcosa che mi è venuto da un collaboratore francese del sito, mio nipote, il quale mi ha inviato ciò che leggerete che spero vi strapperà un sorriso e che forse vi farà anche meditare sulla stupidità di molti “soldati” del più grande paese armato del mondo.
 
STORIA VERA (nel suo decimo anniversario)
 
Questa è la copia della conversazione captata sul canale 106, frequenza usata per i soccorsi marittimi sulla costa atlantica (del Capo) Finistère in Galizia, conversazione fra galiziani e nord americani il 16 ottobre 1997.
 
Galiziani:
Qui è A-853. grazie per voler gentilmente deviare la vostra rotta di 15 ° a sud per evitare una collisione con noi. State arrivando dritti su di noi e siete a una distanza di 25 miglia (marine, cioè 1853,18 m)
 
Americani :
Siamo noi che vi raccomandiamo di deviare la vostra rotta di 15° a nord per evitare la collisione
 
Galiziani:
Negativo! Vi ripetiamo, deviate la vostra rotta di 15° a sud per evitare la collisione
 
Americani: (una voce differente dalla precedente)
Qui il Capitano, il Capitano di una nave degli Stati Uniti di America. Insistiamo, deviate la vostra rotta di 15° a nord per evitare la collisione!
 
Galiziani:
Negativo! Noi non pensiamo che questa alternativa possa andar bene. Vi suggeriamo dunque di deviare la vostra rotta di 15° a sud per evitare la collisione.
 
Americani : (con voce irritata)
Qui il Capitano Richard James Howard, al comando della portaerei “USS Lincoln”della Marina Nazionale degli Stati Uniti di America, la seconda più grande nave da guerra della flotta americana. Siamo scortati da 2 corazzate, 6 cacciatorpediniere, 5 incrociatori, 4 sommergibili e numerose imbarcazioni di appoggio. Ci stiamo dirigendo verso le acque del Golfo Persico in vista delle manovre navali e in previsione di una eventuale offensiva irachena (sic nel 1997!). Noi non vi suggeriamo, noi vi ordiniamo di deviare la vostra rotta di 15° a nord. In caso contrario ci vedremo costretti a prendere le misure che si impongono per garantire la sicurezza di questa squadra e della forza della nostra coalizione. Voi appartenete ad un Paese alleato, membro della NATO e di questa coalizione: per favore obbedite e uscite immediatamente dalla nostra rotta
 
GALIZIANI:
Qui vi parla Juan Manuel Salas Alcàntara. Noi siamo 2 persone; siamo scortati dal nostro cane, dalla nostra cena che è pronta perché è ora di mangiare, da 2 birre e da un canarino che in questo momento sta dormendo. Abbiamo l’appoggio della Stazione Radio de La Coruña e del Canale 106 per le urgenze marittime..
Non ci dirigiamo da nessuna parte e siamo fermi nel posto da dove vi parliamo, cioè la terra ferma. Siamo all’interno del faro A-853 al Capo Finistère della costa della Galizia.
Non abbiamo il minimo cazzo di idea della posizione che noi occupiamo nella classifica dei fari spagnoli.
Potete prendere tutte le misure che considerate opportune perché lasciamo a voi quel cazzo di cura per garantire la sicurezza della vostra flotta di merda che si romperà la faccia contro le nostre rocce.
E’ per questo che noi insistiamo di nuovo e vi ricordiamo che la cosa migliore da fare, la più logica e la più ragionevole sarebbe di deviare la vostra rotta di 15° verso sud per evitare di sbattere contro di noi!
 
AMERICANI:
Ricevuto bene. Grazie….
 
 
Commento: dato che queste conversazioni si svolgono in inglese, probabilmente qualche incomprensione deriva dall’uso impreciso di alcuni termini inglesi (es. collisione) che non hanno permesso di chiarire la situazione all’inizio. Resta comunque l’ignoranza degli americani sulla situazione delle coste europee e dei relativi fari, e soprattutto la loro protervia nel sentirsi al di sopra di tutto e di tutti.
 
Sorpresa: Sono andato su Google ed ho trovato una dichiarazione, convalidata da una smetita degli americani, che questa storia è interamente inventata. Comunque una risata ce la siamo fatta!
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 31/10/2007 @ 10:22:38, in C) Commenti e varie, cliccato 484 volte)
 
 BUONE NOTIZIE DALLA BIRMANIA
 
 Stamattina ho sentito alla radio che un centinaio di monaci hanno ripreso a sfilare per le vie di Rangoon, che 7 esponenti del Partito democratico della Aung San sou Ki sono stati liberati e che prossimamente il Rappresentante delle Nazioni Unite si recherà ancora in Birmania per ulteriori colloqui con i dittatori militari.
Chissà se si riuscirà a cambiare qualcosa, chissà se la Cina collaborerà con le N.U. per modificare le cose in senso democratico come sembra che il Presidente riconfermato ha espresso per il suo stesso Paese.
Io continuo a chiedere aiuto per ai lettori che conoscono qualche importante complesso musicale per organizzare un concerto, un incontro in cui si continui a tenere alta la sensibilità di noi occidentali democratici per i fatti birmani.
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 537 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (130)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (105)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (59)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< febbraio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
 
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600