Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 24/09/2007 @ 18:00:19, in C) Commenti e varie, cliccato 695 volte)
UN EDITORIALE PER SFOGARMI UN PO’
 
Ieri ho letto uno dei migliori articoli di Eugenio Scalari che scrive ogni domenica su Repubblica. Consiglio a chi non ha avuto la possibilità di leggerlo, di procurarselo in qualche modo. Ha preso lo spunto da uno dei più importanti successi di Fellini, “Prova d’orchestra” che è servita da metafora per rappresentare la confusione che regna nell’Italia della politica.
Non ho alcuna intenzione di sostituirmi ai giornalisti professionisti che scrivono sulla stampa o creano testi e immagini per la radio e la televisione, anche se ne critico alcuni per notevoli divergenze di idee. Non sono un professionista, solo una persona che cerca di guardarsi intorno a se. Quindi la principale ragione per cui continuo a scrivere questi brevi pezzi è che sento il bisogno di esprimere qualche mio parere o fare dei commenti su ciò che succede intorno a tutti noi.
Evidentemente le cose importanti le leggete ascoltate e vedete e non solo alla radio e in televisione, ma anche per la strada. E in questo periodo il numero dei fatti negativi è aumentato considerevolmente per non dire che ne siamo tutti stufi.
Spesso parlo di piccoli fatti, persino insignificanti. Alcune volte trovo l’estro di divertirmi a prendere in giro qualcuno o qualcosa criticando più o meno amabilmente. Ritengo però che queste cose piccole siano significative perché rispecchiano un atteggiamento o un comportamento che si ripete nelle cose grandi.
Per esempio qualche giorno fa ho parlato di un piccolo episodio che riguarda Rodano, il comune dove vivo, criticando la mancanza di attenzione dell’amministrazione comunale sul rifacimento di strisce che delimitano i posti macchina per i posteggi. Non è la prima volta che lo faccio ma ritengo che se questi comportamenti pressappochistici o che mostrano incompetenza sono ripetuti, mi sembra logico pensare che le stesse persone agiscano nella stessa maniera anche quando devono decidere su cose importanti.
 
Per cambiare discorso – si fa per dire - vorrei anche spezzare una lancia in favore delle persone meno giovani. In questo periodo sentiamo parlare di “valium” e di “Alzheimer”, sentiamo che i politici si devono rinnovare, che i vecchi se ne devono andare per lasciare posto ai giovani.
Io qui non voglio difendere nessuno in particolare, però sembra che i giovani che entrano in politica o in azienda risolveranno tutti i problemi del Paese e delle aziende. E’ diventato ormai uno slogan vincente.
Ebbene, non parlo delle persone della terza o quarta età come me (che ormai mi considero fuori giuoco), ma dei cinquantenni e qualcosa di più. Sono convinto che la percentuale di persone preparate e oneste di questa età è decisamente superiore a quelle di età dai 20 ai 35 anni.
Ma facciamo un esempio che riguarda i politici. Quelli giovani che sono in politica da pochi anni hanno imparato o stanno imparando da quelli (di quasi tutto l’arco politico) che già siedono in Parlamento o nei Consigli Comunali, Provinciali, Regionali, in RAI, e in tutte quelle organizzazioni pubbliche o semi-pubbliche dove i politici hanno infilato i loro amici. Cosa imparano? gli stessi comportamenti che noi critichiamo in quelli che prendono l’aereo per andare a seguire un gran premio di Formula Uno, che fanno la raccomandazione in favore di amici o parenti prendendosi anche un “regalino”, ecc.
Senza essere qualunquista, ho purtroppo la netta impressione che siano diventati maggioranza con l’andar del tempo, cioè che quelli onesti e preparati che vogliono fare il bene della comunità siano diventati purtroppo un numero esiguo.
Come uscirne? Nuove elezioni? Sono certo che non risolverebbero il problema perché non sappiamo a chi dare il voto visto che la popolarità e la capacità del centro-destra è anch’essa in cantina. E la ragione di questa situazione è che gli italiani in generale non si interessano alla politica perché la cosa più importante è il calcio, il gossip, l’isola dei famosi, e chi più ne ha più ne metta.
Solo in periodo di elezioni qualche volta discutono al bar così come fanno per il calcio e quando vanno nell’urna fanno solo la croce sul simboli del partito senza sapere veramente chi è la persona che lo rappresenterà nei vari consessi (che siano scelti dai partiti o non), salvo poi criticarli ripetendo pedissequamente qualche titolo di articoli di giornale sul quale sorvolano andando a leggere se Kakà ha giocato bene la palla, oppure ascoltando distrattamente i telegiornali quando parlano di politica, in impaziente attesa della notizia del prossimo processo per assassinio o del prossimo stupro.
Poveri noi italiani. A che punto siamo arrivati! Sono molto disgustato e se fossi più giovane sicuramente me ne andrei in un altro Paese europeo, non certamente negli Stati Uniti. Eppure in fondo in fondo ho ancora una piccola speranza che qualcosa di buono succeda, che qualcuno o qualcosa riesca a darci la sensazione un barlume di cambiamento in positivo  Sono un ottimista, lo so, ma non si sa mai….
C'è un piccolo primo esempio a Venezia. Su iniziativa del Sindaco Cacciari,  molti cittadini volenterosi si sono attivati nel "Servizio decoro della città". Cioè non si sono messi a dirre "vaffa" ai turisti che sporcano, vanno in giro a torso nudo, si stendono per dormire o a bivaccare sui marciapiedi, ecc. In altre parole fanno attvità positiva, se necesssario facendo intervenire i vigili urbani. Come anche quei tifosi che hanno fermato e consegnato agli steward quel "tifoso" che aveva lanciato un petardo in campo....Fusse che fusse la volta bbona, che gli italiani comincino a cambiare atteggiamento?
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 21/09/2007 @ 17:51:54, in F) Questa è l'Italia, cliccato 1118 volte)
ADDITIVI ALIMENTARI – FANNO MALE ALLA SALUTE?
 
Molti italiani hanno preso la buona abitudine di leggere gli ingredienti dei prodotti alimentari che acquistano. Però di fronte a delle sigle (numeri preceduti di solito dalla lettera E)che denotano gli additivi contenuti (coloranti, conservanti ed altro) non sanno quali pesci prendere.
 
Il Centro Antitumori di Aviano (PN) ha distribuito la seguente tabella che potrà essere utile ai lettori.
Stampatela e portatela con voi quando andate al Supermercato; a furia di usarla imparerete quali sono gli additivi cattivi e lascerete sul ripiano i prodotti che li contengono.
Forse alcuni produttori avranno nel frattempo cambiato l’additivo, oppure non producono più quei prodotti, oppure li producono con altro nome, comunque non si sa mai, meglio controllare.
 
     Additivi inoffensivi                Additivi sospetti                Additivi tossici
 
100     173            302            404                     125         240                     102            311
101     174            303            405                     131         241                     110            312
103     175            304            406                     141         338                     120            320
104     180            305            408                     142         339                     123            321
105     181            307            410                     150         340                     124            330
111     200            308            411                     153         341                     127            407
122     202            325            414                     210         460                     220            450
126     203            326            420                     212         462                     221
130     206            327            421                     213         463                     230
132     237            331            422                     214         465                     239
140     238            332            440                     215         466                     250
151     260            333            470                     216         467                     251
152     262            334            471                     217                                   452
160     272            335            472                     221
161     250            336            470                     222
162     251            337            473                     223
163     282            400            475                     224
170     290            401                                       226
171     300            402                                       231
172     301            403                                       233
                                                                         236
Nota bene: L’additivo E 330 (Glutammato monosodico) è il più pericoloso
 
ALIMENTI DI LARGO CONSUMO CONTENENTI ADDITIVI TOSSICI
Merendine: Buondì Motta, Jolly Alemagna, Merendine Fabbri, Tin Tin Alemagna,  
                    Merendine Briciola
Bibite        : Aranciata S. Pellegrino, Bitter analcolico, Gingerino, Spuma, Crodino,
                     Aranciata Cin Cin, Aranciata Lievissima
Aperitivi   : Aperol Gancia, Americano Rosso, Antico Amaro Cora, VOV, Punch al
                    Mandarino
Dolciumi : Caramelle Perugina alla frutta (formato a spicchi limone e arancia),
                   Caramelle fondenti Perugina, (Assortite e Sette Sere), Charms Alemagna
Sigarette :  VS, Marlboro, KIM, Multifilter
Prodotti per lievitazione: Lievito Bertolini
 
Fermate l’uso di questi additivi selezionando i prodotti che comprate. E’ il consumatore che condiziona la scelta dei fabbricanti. Riproducete questo documento e distribuitelo ad amici e conoscenti. Utilizzatelo a difesa della vostra ed altrui salute
 
N.B. – Molti degli alimenti menzionati sono prodotti dal gruppo Nestlè: Motta, Alemagna, San Pellegrino, Perugina. E’ un buon biglietto da visita per questa multinazionale svizzera!
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 18/09/2007 @ 11:24:43, in A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc., cliccato 456 volte)
BUROCRAZIA = SPRECHI = ALTI COSTI…e io pago! (1)
 
Avevo scritto questo breve commento prima dell’estate, ma non l’avevo pubblicato, non so perché; l’ho ritrovato per caso e ritengo che sia sempre valido. Le aziende pubbliche italiane sono famose per la burocrazia ed i Comuni non sono da meno.
 
Qualche giorno fa ho letto sulle “Lettere” a Corrado Augias uno scritto molto toccante che raccontava di una signora inglese, sposata con un ischitano morto prematuramente che aveva detto di voler essere cremato. La vedova, interpretando le volontà del marito ha pensato che gli avrebbe fatto piacere che le sue ceneri fossero sparse nel mare antistante la spiaggia di Maronti (bellissima) dove la coppia spesso si bagnava durante le vacanze.
Benché la legge lo permetta non vi racconto come è andata, ma la povera signora non è riuscita a compiere questo atto perché non ci sono “il battello, il bel tempo, una montagna di carte da firmare, il Comune ha una sola persona autorizzata alla bisogna, assenze, malattie, vacanze, difficile trovarla, difficile trovare anche il sindaco”
La signora è andata avanti e indietro dal continente all’isola…..e finora sembra che non ce l’abbia ancora fatta, ed “è sull’orlo di una crisi di nervi”.
Augias ha risposto in maniera esemplare raccontando del declino del nostro paese dovuto – fra l’altro – alle inerzie degli amministratori e delle piccole furbizie di molte persone che gli girano intorno.
In Italia, per me che ho vissuto ed apprezzato le situazioni in alcuni stati esteri dove ho vissuto, compresi quelli meno sviluppati del nostro, i nostri “impiegati statali” (o parastatali) non posseggono nemmeno un minimo del concetto del “civil servant” come invece è radicato nei civili paesi anglosassoni ed anche in Francia, famosa per la burocrazia, ma eccezionalmente efficiente e che dà ottimi servizi ai cittadini.
 
Dopo questo triste racconto, ve ne racconterò altri, questa volta capitati a me stesso, che ritengo esemplari al punto che ho voluto stabilire per questo il titolo dell’articolo. Vi assicuro che tutto ciò che leggerete è tutto vero ed ho la documentazione relativa...
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 510 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (130)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (105)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (59)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< febbraio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
 
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600