Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 17/06/2017 @ 20:13:42, in C) Commenti e varie, cliccato 600 volte)
C'E' SEMPRE UN ANGOLO DI PAZZIA NEL NOSTRO CERVELLO, CHI  NE HA DI PIU' CHI DI MENO



"Cronaca nera", - come si diceva una volta, ora si parla solo di "cronaca" -  più o meno recente, mentre mi accingo a scrivere questi pensieri.
 
- James Hodgkinson, fan di Sanders (canditato alle primarie per la presidenza degli USA) spara al deputato repubblicano Steve Scalise. Sanders condanna fermamente il gesto e questo tipo di politica da parte di un democratico; sano di mente?
- il marito di una coppia di albanesi da anni in Italia uccide la moglie; i vicini affermano che erano tranquilli ed il loro rapporto era sereno: cosa è successo?
- San Francisco: l'autista di un'azienda, che evidentemente ha subito un torto da qualcuno sul lavoro, uccide 3 colleghi e ne ferisce altri 2
- 7carabinieri in Lunigiana sono riconosciuti aver "torturato" alcuni delinquenti che avevano fermato
 
E un po' più indietro nel tempo, sono ripetitive le stragi (spesso emulative) di studenti che sparano e uccidono i loro compagni di scuola; così come quelle di una persona che spara da un tetto ai passanti. Magari fino al giorno prima erano sempre stati dei ragazzi e delle persone normali. E ancora: nel 2011 i 69 morti e 110 feriti fra i giovani del partito laburista norvegese riuniti nell'isola di Utaya.
 
Per non parlare dell'11 settembre 2001 a New York! e del terrorismo di al-Kaeda (la Base) fondata da Osama bin Laden che tante stragi ha fatto anche in numerosi paesi dell'Africa e Medio Oriente
 
1978 - il predicatore americano James Jones fondatore della setta "People's Temple" che istigava al suicidio collettivo, ha realizzato in Guyana il maggiore suicidio collettivo di 913 uomini, donne e bambini, lui compreso.
 
Ricordate certamente cosa hanno fatto i terroristi tedeschi della "Rote Armee Fraktion"  e  le Brigate Rosse in Italia.
 
Non è finito: durante la seconda guerra mondiale che ho vissuto da ragazzo, le stragi delle SS tedesche - Hitler comandante supremo - e quelle in Grecia da parte dei soldati italiani comandati e plagiati dal generale Roatta, fedelissimo di Mussolini fino all'ultimo.
 
Mio padre mi raccontava della prima guerra mondiale che lui aveva fatto (i ragazzi del 99), degli ordini di andare all'assalto comandati dal generale Cadorna e delle fucilazioni sul posto di chi non obbediva agli ordini, di altre azioni insulse, specialmente a Caporetto
 
Potrei continuare all'infinito, ma nella storia che abbiamo studiato fin dai secoli A.C. passando da la repubblica a Roma, l'impero, i barbari, il medioevo, le repubbliche, le crociate, le monarchie (p.es.1572, strage dei protestanti ugonotti a La Rochelle) le rivoluzioni, per arrivare fino  ad oggi. Abbiamo imparato che comportamenti simili (ed anche peggiori) si sono succeduti senza sosta e senza soluzioni di continuità nei secoli.
 
Da pochi anni, il Daesh, o ISIS, ha affiancato e poi quasi sostituito al-Kaeda. Siamo "immersi" nel loro terrorismo, giustificato con il più assurdo estremismo islamico il quale afferma che il mondo sta per finire a breve con l'Apocalisse. Hanno plagiato poveri e migranti per la loro impossibilità di continuare a vivere in territori ormai impossibili da coltivare a causa del clima. Hanno plagiato giovani e giovanissimi dando loro da mangiare per se e le loro famiglie e pagandoli come soldati di ventura, promettendo loro il Paradiso pieno di vergini. Hanno reso fanatiche popolazioni in profondo contrasto religioso (sunniti e sciiti) e nord Nigeria contro gli infedeli cristiani, Indonesia, Filippine, Nord Korea, India, ecc.
 
Abbiamo visto cose terribili (es. gas) realizzate da loro e dai governi della Siria e dell'Iraq. Tutti finanziati ed armati dalle grandi potenze, cominciando dall'Arabia Saudita e da trafficanti di armi. Le gole tagliate, gli attentati in Europa e Stati Uniti con camion, uomini suicidi, coltelli,  pistole, kalashnikov, ecc. senza alcuna possibilità di poter prevedere gli attacchi. Dove molti interessi economici delle grandi potenze hanno affiancato questi "governi".
 
Abbiamo paura, molta paura (vedi la reazione della folla in Piazza San Carlo a Torino). Chi dovrebbe difenderci non trova soluzioni perché finora è stato difficile entrare con infiltrati nel giro delle cellule dei terroristi.
 
I terroristi sono stati quasi tutti uccisi dalle forze dell'ordine quindi tutto diventa più difficile. Se li ferissero solamente interrompendo i loro attacchi omicidi probabilmente si potrebbe capire meglio come funziona l'organizzazione cercando anche di capire la psicologia di un cervello malato; e forse curarli con metodi psichiatrici.
 
Certo è che questo nuovo modo di "guerreggiare" contro noi infedeli, anche se è decisamente differente dal passato, è a mio parere derivante in buona parte da quel'angolo di pazzia che abbiamo tutti noi nel cervello, che spesso si risolve in azioni scriteriate e insensate alle quali stiamo purtroppo assistendo. Questi comportamenti cominciano spesso da quello di un "capo" che riesce a plagiare dei deboli, come spesso è successo nel corso dei secoli con azioni le più terribili e raccapriccianti. Ora c'è al- Baghdadi.. o è morto?
 
Vi sono mille esempi ma ne faccio uno solo per finire:
 
Adolf Hitler: leggete o ascoltate i discorsi di questo capo (recentemente li hanno trasmessi  in TV)
Ilse Koch: detta "la cagna di Buchenwald" moglie del direttore di questo  campo di concentramento - si divertiva a prendere i bambini e a lanciarli vivi nei forni crematori.
Per non parlare di tutti i gerarchi nazisti e di milioni di tedeschi che inneggiavano al
Fuhrer, così come milioni di italiani al Duce.
 
A mio parere per ambedue non si può pensare altro che ad azioni di un folle.
Il problema è come curare i fanatici del Daesh....oppure non c'è altra soluzione che ucciderli?
Prendendoli feriti ma ancora vivi potremmo forse capire meglio i percorsi dei finanziamenti. Senza questi, l'ISIS sarebbe più sconfitta dei bombardamenti e dell'eliminazione della sua soldataglia ben armata e pagata per morire e andare in paradiso.
Tornando a bomba un ultimissimo commento: certo è che, di fronte a queste situazioni, i fabbricanti di armi gongolano perché aumenta la domanda dei loro prodotti: quante volte avete visto in TV le colonne di pick-up Toyota con mitragliera pieni di "guerriglieri Daesh?
 
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 06/06/2017 @ 18:01:23, in L) Zero-carbonio, cliccato 717 volte)
QUASI OGNI GIORNO FESTEGGIAMO....


 
Molti di noi festeggiano la festa della mamma, del papà, delle donne; e numerose altre date che non sto qui a dirvi perché sono più che numerose: ce n'è una quasi ogni giorno...
Vorrei proprio sapere se vi siete ricordati che oggi 6 giugno è la festa dell'ambiente e se in qualche modo lo festeggiate.
 
Per esempio il "Global Footprint Network" me lo ha ricordato dicendo appunto che l'impronta globale del carbonio, cioè la quantità di questo elemento chimico che distrugge gradualmente l'ambiente e modifica il clima, continua ad aumentare a causa delle nostre emissioni nella combustione del carbone, derivati del petrolio e gas naturale. E' un Network interessante e vi consiglio di dargli un'occhiata ogni tanto.
Anche nella Repubblica ieri lo ha ricordato in più di una pagina.
 
Io lo festeggio semplicemente scrivendo questo breve articolo.
 
Aggiungo un'altra data che avrei dovuto conoscere fin da quando ero bambino ma l'ho appresa solo un paio di mesi fa: è la festa dei mancini, il 13 agosto. Mi risulta che sia poco conosciuta ai più.
Io lo sono da sempre e ricordo che in 1a elementare mi obbligavano ad usare la mano destra legandomi il braccio sinistro dietro la schiena perché negli anni 30 c'era la credenza che la sinistra era quella del diavolo!....fatevi pure una risata incredula, ma è vero!
 
Risultato: sono rimasto mancino in tutto, salvo che ho imparato a scrivere con la destra oltre che con la sinistra ed anche con quest'ultima da destra a sinistra; state tranquilli, non sono un Leonardo da Vinci perché più uomini comuni come me ce ne sono anche troppi.
 
Vi invio i miei migliori auguri per il vostro compleanno, anche se non è vicino,
E buone vacanze ché non sono lontane ormai, l'importante è che siano serene e rilassanti.
 
 
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 01/06/2017 @ 12:17:44, in L) Zero-carbonio, cliccato 582 volte)
E SE GLI USA SI RITIRANO DALL'ACCORDO DI PARIGI SUL CLIMA? (COP21 e COP22)


 
Oggi 1° giugno, alle nostre ore 21, attendiamo la comunicazione ufficiale degli Stati Uniti di rinnegare gli accordi presi a Parigi e confermati a Marrakech. Il nostro carissimo Presidente "Asso di "briscola" o "trombètta" alla milanese, comunicherà la sua personale decisione di uscire dall'accordo, come aveva detto a Papa Francesco e alla fine del G7 a Taormina.
 Molti si chiedono: quali saranno le possibili conseguenze?
 
Tutti ormai sappiamo che l'aumento delle temperature terrestri e delle modifiche del clima in atto dipendono dalle emissioni dei cosiddetti gas serra dei quali il principale è l'anidride carbonica, CO2. Questo gas, insieme ad altri,fra i quali lo stesso metano, sono prodotti dalla combustione di sostanze che contengono Carbonio, le cosiddette fonti di energia fossili, Carbone, Petrolio e Gas naturale. Ecco alcune cifre sulle quali potremo discutere, cioè tutti i paesi del mondo che hanno firmato compreso i più importanti, Cina, gli europei, il Giappone, l'India, il Brasile, ecc.
 
Il totale dei gas serra emessi nel mondo intero nel 2016 sono stati calcolati in 34 Gt di CO2E, cioè 34 miliardi di tonnellate di gas serra equivalenti di anidride carbonica.
 
Non sono ancora disponibili i dati per lo stesso anno in tutte le zone del pianeta, ma quelli del 2014 sono comunque sono una base di calcolo significativa visto che la variazione di 2 anni non è importante,  anzi nel 2015 e 2016 l'incremento sembra essersi arrestato nei paesi più emettitori, USA e Cina, nonostante l'aumento del loro PIL.
 
Emissioni di CO2E per zone geografiche 2014 in Giga tons
 
Totale mondo :                            32,7
 
Nord America                                  6,2
EU                                                   3,2
Russia                                             1,7
Zona del Caspio                              0,5
Medio e vicino Oriente                     2,7
Africa                                               1,1
India                                                 2,0
Altra Asia                                         2,9
Cina                                                 8,6
Giappone                                         1,2
America latina                                  1,2
                       
Le emissioni degli Stati Uniti senza il Canada sono circa 5,7 t quindi il 17,5% e, se Trump deciderà di uscire, sono destinate ad aumentare solo durante la sua presidenza perché prevedo - e spero di non sbagliarmi - che non sarà rieletto per un secondo mandato fra meno di 4 anni.  Questa percentuale è comunque importante ma, secondo me, il resto del mondo non si deve spaventare troppo perché i 194 paesi continueranno a diminuire le loro emissioni come stanno facendo Cina, Europa e numerosi altri piccoli paesi, mentre India, Africa  e America latina aumenteranno a breve come conseguenza del loro sviluppo, ma non come hanno fatto i paesi sviluppati in passato. La somma algebrica delle emissioni quindi dovrebbe comunque essere positiva, nel senso di una sostanziale diminuzione.
 
Un'altra considerazione/previsione personale è che, conoscendo gli americani per i quali il business è in cima ai loro pensieri ed è molto più importante che in altri paesi del pianeta, essi continueranno a produrre ed istallare energie alternative alle fossili perché hanno già constatato che i risultati dei loro investimenti in rinnovabili sono buoni e migliori di quelli nelle energie fossili; quindi si faranno beffa delle decisioni di Trump (vedi per esempio le posizioni della California, New York e più di un centinaio di altre città-metropoli).
Comunque la procedura ufficiale di recesso di uno stato dagli accordi di Parigi può durare anche alcuni anni.(tipo Brexit)
 
La cosa importante è che gli impegni di Parigi siano comunque attuati ed anche incrementati da tutti affinché la temperatura globale al 2100 non sia maggiore di 1,5° C, e speriamo ancora inferiore.
Ciascuno di noi può dare una mano, in mille maniere!
PS - aggiungo un'altra notizia importante e significativa. che ho letto oggi 12 giugno.  Lo Stato delle Haway della federazione degli USA, nella persona del suo Governatore David Ige, ha  firmato a fine maggio la richiesta ufficiale di  adesione all'Accordo di Parigi. E' un bello schiaffo al Presidente Trump.
Altri seguiranno?
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 160 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (108)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (97)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600