Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 03/10/2013 @ 15:10:21, in M) Satira e Umorismo, cliccato 574 volte)
TRADITORE DI SE STESSO…E ALTRE ESIBIZIONI SENATORIALI
 
 
Sono stato incerto se inserire questo articolo nella Sezione “Satira e Umorismo” oppure in “Questa è l’Italia”; poi ho deciso per la prima perché l’umorismo è abbondantemente presente, anche se la parte seria è molto seria.
 
Non mi permetto di mettermi in concorrenza con i migliori editorialisti-commentatori su ciò che è successo in questi ultimi giorni, particolarmente ieri mattina in Senato.
Ho seguito l’evento dall’inizio alla fine e non posso fare a meno di dirvi che la conclusione è stata un eccelso spettacolo teatrale con un primo attore che, fra mimica (di bronzo, o meglio di “tola” alla milanese) e toni di battute ben studiate, ha superato le nostre migliori star teatrali passate (Vittorio Gassman) e presenti (Giorgio Albertazzi) sia in campo drammatico che comico.
Anche il nostro Presidente del Consiglio e numerosi Ministri non sono riusciti a nascondere il loro divertimento con malcelati sorrisi e scuotimenti di testa  di fronte a questo ultimo colpo di coda del Nostro.
Devo dire che il Senatore, alle ultime giornate ufficiali della sua vita di parlamentare, ha superato se stesso. Dopo aver chiamato la sera prima “traditori” i Ministri del suo Partito ed il gruppo che aveva deciso di seguirli, si è accodato a loro “per salvare il Partito” poche ore dopo.
In un certo senso si è autodefinito traditore. Stamattina un commentatore alla radio ha ricordato una frase di Luigi Einaudi, nostro secondo Presidente della Repubblica, che aveva dichiarato che “i traditori sono quelli che hanno perduto”.
 
Ma veniamo al punto del titolo, quello delle esibizioni senatoriali.
Durante il discorso di Enrico Letta la macchina da presa vagava nell’aula e ha ripreso numerosi “onorevoli” (?) senatori che:
-          telefonavano
-          smanettavano sul loro smartphone
-          chiacchieravano fra di loro
-          leggevano
-          lasciavano il loro scranno e si avvicinavano al Senatore Berlusconi parlandogli all’orecchio
-          altri comportamenti non degni della loro carica
Quando poi il Presidente del Senato Grasso ha dato avvio alle dichiarazioni di voto (alcune delle quali non degne di un senatore/senatrice) numerosi senatori si sono allontanati dall’aula oppure – peggio - hanno formato piccoli capannelli di due-tre persone di cui alcuni davano le spalle al tavolo della presidenza chiacchierando con gli altri interlocutori seduti. Altri continuavano a comportarsi come appena su-elencato.
 
Devo esprimere francamente il mio punto di vista, cioè che mi sono sentito offeso e umiliato da questi comportamenti in quelle circostanze. I nostri rappresentanti - tutti superiori ai 40 anni per legge, che dovrebbero essere i più posati e seri, hanno anche loro dato uno spettacolo penoso che, secondo me, è peggiore di quando, in alcune occasioni, i parlamentari italiani si sono accapigliati arrivando alle mani...che significa eccesso di partecipazione, ma almeno è partecipazione!.
 
Secondo me, i parlamentari eletti delle due Camere dovrebbero comportarsi sempre da persone di normale educazione, seguendo attentamente i discorsi di tutti senza intervenire con interruzioni, risatine rumorose o frasette di dissenso. Io credo che tutti i nuovi eletti in futuro dovrebbero fare un corso preventivo di buona educazione e comportamento in aula, fornendoli di un codice di etica scritto. Ed il Presidente dell’aula dovrebbe poter toglier loro la parola interrompendo la funzionalità del microfono in quei casi, oppure invitandoli a lasciare l’aula immediatamente; forse così i nostri rappresentanti eletti risulterebbero più seri agli occhi di noi elettori e anche di quelli di altri Stati.
 
PS – Fra pochi giorni il Senatore condannato dalla legge italiana non sarà, in ogni caso, più parlamentare, dovrà restare agli arresti domiciliari in un’unica abitazione. Non potrà uscire se non dopo richiesta ufficiale che potrebbe anche non essere accordata, a meno che non sia per motivi di salute; in quest’ultimo caso dovrebbe essere guardato a vista da agenti di pubblica sicurezza. Non potrà ricevere alcuno, salvo i familiari. Se non ottempererà a queste disposizioni, soprattutto quella di uscire senza permesso si potrà applicargli il braccialetto elettronico.
 
In alternativa potrebbe essere assegnato ai servizi sociali con le stesse limitazioni e doveri appena detti. Resta il dubbio circa la possibilità di questa alternativa, come ho già scritto il 19 settembre scorso nell’articolo intitolato “Berlusconi, ultima volta?” nel paragrafo 2. Infatti i servizi sociali possono essere accordati ad un condannato, solo se riconosce la propria colpevolezza, cosa che il Senatore non ha mai fatto, anzi si è dichiarato sempre innocente. Lo farà adesso dato che si è pentito delle sue azioni di far cadere il Governo in carica che cerca difficilmente e con risultati mediocri, proprio a causa di una maggioranza anomala e litigiosa, di fare qualcosa per il Paese?
 
 
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 19/09/2013 @ 16:12:31, in C) Commenti e varie, cliccato 557 volte)
BERLUSCONI: ULTIMA VOLTA?
 
A partire dalla decisione della Corte di Cassazione di confermare la condanna del Signor Berlusconi (merita ancora l’appellativo di Cavaliere che i giornalisti televisivi continuano ad usare?), i media hanno profuso a piene mani, anzi manone, commenti e cronache giornaliere sul condannato.
Dopo l’appello di ieri sulla sua stazione televisiva Italia 1, mi permetto anch’io, nel mio piccolo di dire qualcosa.
 
1)     Questo primo punto è una pesante critica alle televisioni italiane, soprattutto a quelle che non sono di proprietà della Mediaset che ovviamente lo appoggiano, quindi quelle della RAI e altre,che hanno “sprecato” troppo tempo in ogni telegiornale e nei talk show a parlare di lui. Ma la cosa che più mi ha dato fastidio è l’utilizzo di riprese televisive molto datate, persino risalenti all’inverno con pioggia e cappotti, sul “nostro”, mentre l’estate ci affliggeva con le temperature tipiche della stagione. Tutti sanno e sapevano che Berlusconi se ne stava nella sua villa S. Martino di Arcore da dove non si è mosso per tutto questo periodo. Molte di queste vecchie riprese lo mostravano sorridente in mezzo alla gente che lo applaudiva, alla quale si rivolge con il suo ormai abituale saluto fascista, così come in Senato con il codazzo di fan-senatori PDL. Perché esaltare questa figura mostrandolo quasi sempre come una persona di successo? Io non ne posso proprio più dell’eccesso di mettere in mostra questa persona che la maggior parte degli italiani non ama e non stima (vedi le ripetute indagini sulla sua popolarità che lo vedono bene in basso in graduatoria con percentuali molto inferiori ad altri personaggi politici in vista in questo periodo). Mi auguro ed auguro a tutte le persone che condividono il mio punto di vista che non saremo più subissati dalle sue immagini con relativi eccessivamente lunghi commenti. Per non parlare dei suoi “aficionados”, maschi e femmine, che non sanno far altro che i “baciapile”….per non dire qualcosa di più forte, sempre in nome di oggetto del bacio.
2)     Sul settimanale l’Espresso del 29 agosto ho letto un interessante articolo di Paolo Biondani intitolato: “Pregiudicato e privilegiato – Dieci mesi e mezzo ai domiciliari. Senza Previti, Dell’Uri e bunga bunga. Oppure i servizi sociali. Ecco come l’ex cavaliere sconterà la pena”. L’autore elenca, regolamenti alla mano (Legge sull’ordinamento penitenziario), tutto ciò che il condannato è libero di fare (tanto) e ciò che gli è impedito. Nel caso dei Servizi sociali, la legge (Art. 47) prevede che “l’affidamento è in prova”; il condannato va controllato – così il Biondani – dai Servizi sociali che gli fanno una specie di esame con relazione finale ai giudici. Essi devono accertare “l’effettiva rieducazione del reo” e l’affiliato deve mostrare di aver capito la “gravità del reato commesso”, fare una “revisione critica” ed impegnarsi a cambiare vita. Negare il reato dopo una condanna definitiva, magari dichiarandosi perseguitato da schiere di giudici comunisti, insomma, rischierebbe di portare l’illustre pregiudicato ad una sonora bocciatura all’esame di rieducazione. Con effetti disastrosi: se fallisce la prova cessa la sospensione ed il condannato va in galera (in questo caso agli arresti domiciliari dove la sua visibilità diminuisce decisamente contro il suo stesso interesse). A questo punto mi chiedo: il contenuto del videomessaggio di Berlusconi di ieri "SONO INNOCENTE", non è la dimostrazione palese di un comportamento contrario alle regole dell’affidamento ai Servizi sociali?
3)     Ultima considerazione molto personale. Nel suo show l’ex cavaliere mi ha fatto molta pena perché ha superato tutti gli esami per vincere un gara di comportamento ridicolo, a parte le bugie grossolane che ha espresso, magnificamente elencate e spiegate una per una da Massimo Giannini, vice-direttore de La Repubblica, nel suo articolo di oggi e da Michele Serra nella sua “Amaca”; due giornalisti di cui non si può che ammirare la loro professionalità ed intelligenza.
 
Spero che a breve scadenza non saremo più annoiati mortalmente dall’eccesso di notizie su Berlusconi. Non ne posso proprio più.!
 
Infine starò molto attento ai risultati dei suoi ricorsi alla Corte Costituzionale italiana e alla Corte Europea. Credo che queste iniziative serviranno solo a far guadagnare molti altri Euro ai suoi Avvocati difensori senza ottenere i risultati sperati.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 19/08/2013 @ 18:40:58, in L) Zero-carbonio, cliccato 612 volte)
ENRICO LETTA, IL DITTATORE DELL’AZERBAIJAN ALIYEV E I GASDOTTI VERSO L’EUROPA
 
Domenica 11 agosto il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri ha reso visita al Presidente dell’Azerbaijan per ringraziarlo della conferma della sua decisione di far arrivare il famoso TAP (Trans-Adriatic Pipeline) in Italia. Questo gasdotto che traverserà la Turchia, la Grecia e l’Albania, raggiungerà le coste del Salento in Puglia.
 
Non sto qui a ripetere quanto è stato raccontato e discusso (poco) ed anche esaltato da tutti i media questo progetto, tuttavia è utile sottolineare che il TAP è in concorrenza con altri due gasdotti, il South Stream russo (Gazprom) che arriverebbe nei pressi di Tarvisio ed il “Nabucco” voluto dall’UE che ha un percorso simile al South Stream, ambedue pensati per evitare i ricatti dei paesi dell’Europa orientale, Ucraina e Bielorussia attraverso i quali passano gli attuali gasdotti del gas russo. Inoltre la strategia energetica europea è quella di differenziare la dipendenza l’origine degli approvvigionamenti di gas che attualmente sono principalmente di origine russa.
 
Se desiderate approfondire l’argomento, su Internet troverete tutto, compreso la “rivolta” dei salentini “No TAP”.
In conclusione risulta chiarissimo che vi sono in ballo interessi enormi di vari paesi ma soprattutto di società energetiche con relativi miliardi di Euro di investimenti.
 
E’ vero che il gas naturale (quello che noi chiamiamo metano) è una fonte energetica decisamente meno inquinante delle altre due fonti fossili, il carbone ed il petrolio, tuttavia queste decisioni europee e italiane di favorire il consumo di gas cozza contro quella di liberarsi da tutte le fonti fossili utilizzando in quantità sempre maggiore quelle alternative e rinnovabili volute dall’Unione Europea e da numerosi paesi europei, soprattutto del Nord. Per esempio è ormai certo che gli impianti di sistemi eolici off shore (in mare aperto) nei Mari del Nord e Baltico, una volta completati fra 5-6 anni, offriranno ai paesi che si affacciano su quei mari una capacità produttiva di energia elettrica 4 volte il fabbisogno attuale. Un altro esempio è la Danimarca la quale ha deciso che nel 2030 sarà al 100% autosufficiente utilizzando solo fonti non inquinanti.
 
In Italia, dove abbiamo venti costanti in quantità inferiore ai mari del nord Europa (ma la tecnologia va sempre avanti con nuovi sistemi molto più efficienti che fanno ben sperare per un maggiore utilizzo dell’eolico anche in Italia), possediamo però un numero di ore diurne annue rispetto al Nord Europa, soprattutto in inverno ove la domanda di energia è maggiore e potremmo sfruttare la luce coscienziosamente; anche in questo campo la tecnologia sta facendo passi da gigante…
 
Sono quindi molto deluso (avevo scritto “un po’”, ma poi l’ho cancellato e l’ho sostituito con “molto”) del comportamento del nostro Enrico Letta che ha spesso affermato la sua (e del Governo) politica in favore dell’ambiente mentre poi conferma ed avalla ufficialmente la politica energetica di tutte le società legate all’utilizzo di fonti fossili, cominciando dall’ENI (si parla anche di incrementare l’utilizzo del carbone) che evidentemente fanno unicamente i loro interessi con il risultato di provocare l’aumento dell’inquinamento ed il deterioramento dell’ambiente a scapito della nostra salute.
 
Nel mio ultimo libro sull’ambiente ho menzionato lo studio di 2 scienziati americani che hanno dimostrato che il mondo intero può sganciarsi 100% da tutte le fonti energetiche fossili inquinanti utilizzando il sole, l’acqua ed il vento. Non ho mai sentito raccontarlo dai media in maniera esaustiva salvo una sola volta in un articoletto brevissimo e non chiaro su “L’Espresso” di poco meno di due anni fa; e sembra che nessun politico ne sappia qualcosa
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 174 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (108)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (97)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600