Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 05/11/2020 @ 17:33:13, in M) Satira e Umorismo, cliccato 129 volte)
NUN ME ROMP' ER CA' (interpretazione umoristica di Luigi Proietti, triste e serio, del ritornello del cantante Jacques Brel : "...ne me quitte pas")
 
 
Stamattina ho seguito in tv (grazie RAI) l'abbraccio di Roma a "Giggi" Proietti.
Migliaia di romani rendevano omaggio al grande artista applaudendo senza tregua al passaggio del feretro lungo le vie del centro.
 
Ha raggiunto il Globe Theatre a Villa Borghese, costruito nel 2003 grazie alla Fondazione Silvano Toti su un'idea di Proietti. Dove lui ha creato la sue scuola di teatro che ha sfornato un gran numero di ottimi attori, registi e operatori del teatro, che molti di noi conoscono  ché li vediamo spesso a teatro, al cinema e in TV, senza sapere che sono stati suoi allievi.
 
.
Appena il teatro si è riempito, ancora un applauso:  non avevo mai assistito ad uno così lungo. Poi si sono succeduti a parlare molti artisti suoi allievi ed anche Walter Veltroni, tutti pieni di tristezza, e anch'io con mia moglie ci siamo commossi.
Come mai un napoletano come me? sono vissuto a Roma in uno dei periodi più belli della vita, dagli 11 anni ai 21, quindi tutto il periodo della scuola media, liceo, fino all'inizio dell'università; ho così imparato il romanesco anche leggendo Belli e Trilussa - e lo parlo ancora - Poi ci sono tornato per 4 anni di lavoro, ma lui  era ancora ai suoi primi passi e non ho mai avuto l'occasione di conoscerlo in quegli anni. Peccato.
Poi l'ho seguito direttamente qui a Milano a teatro, cinema e televisione.
 
E' diventato uno degli artisti fra i miei preferiti: anzi, il mio preferito. Sono convinto che Giggi sia stato unico per tutto ciò che ha fatto ed è stato.
 
Questo non è un articolo, ma solo un ricordo di uno sconosciuto ammiratore che si sente vicino a tutte le persone che lo hanno frequentato e gli hanno voluto bene.
 
Ciao Giggi: grazie per averci fatto ridere e godere della tua arte eccelsa.
 
 
PS - per inserire un scritto nel mio piccolo blog è tecnicamente obbligatorio scegliere la Sezione. Quindi l'ho inserito nella Satira e Umorismo, quella che più gli si addice.
 
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 04/11/2020 @ 16:52:56, in M) Satira e Umorismo, cliccato 133 volte)
CHE BELLE QUESTE SIGLE !
 
Sarò un conservatore o un pignolo, ma quando leggo voglio capire bene ciò che è scritto; forse dipende dall'età avanzata e/o dal fatto che leggo molto su numerosi argomenti.
Il mio problema - e non so se capita anche a voi - ho difficoltà a seguire bene un discorso se è infarcito di numerose sigle.
 
Vi racconto cosa mi ha dato lo spunto a questo breve articolo: Su L'Espresso del 15 ottobre ce n'è uno di Gloria Riva che ha raccontato le difficoltà organizzative e finanziarie intercorse fra il Ministero della Salute e le Regioni per la gestione e le (tentate) soluzioni legate allo sviluppo del terribile riacutizzarsi del Covid-19.
E' questa la prima sigla che ormai tutti conoscono. (ma mi chiedo se tutti ricordiamo a cosa corrisponde la d finale dopo l'abbreviazione di Corona Virus + l'anno); penso che ad alcuni di voi non viene subito in mente e, prima di farvi fare ricerche, mi permetto di dirlo subito: è disease cioè malattia.
Ma non basta, qualcuno parla (o scrive) di SARS Cov 2 e alcuni possono pensare che sia un nuovo virus.  La SARS  è stato identificata e curata nel 2002-2004 come  Severe Acute Respiratory Syndrome, alla quale hanno aggiuntoquest'anno Corona vIrus 2.
Allora per favore, medici, virologi, giornalisti e dintorni, decidetevi a non confonderci le idee dato che si può facilmente pensare che si tratti di due cose diverse; invece si tratta della stessa "disease".
 
Ma torniamo all'interessante articolo della Signora Riva la quale è una delle/dei poche/i giornaliste/i che inseriscono immediatamente la spiegazione delle sigle.
Ecco quelle contenute nel suo articolo:
 
- Usca Unità Speciali di Continuità Assistenziale
- Agenas Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali
- Mes Meccanismo Europeo per la Sicurezza (o Sanità)
- Areu Azienda Regionale Emergenza Urgenza
- Fimmg Sindacato dei medici di base (?)
- Aaroi-Emac Associazione dei medici anestesisti
Per fortuna L'Espresso è letto da persone normali come me e molti di voi; e per fortuna i suoi giornalisti sono seri e preparati. Altri media, cartacei e non, compreso Radio e TV raramente danno spiegazioni immediatamente, come se i loro lettori e ascoltatori fossero tutti addetti ai lavori e conoscitori dell'argomento.
 
Vi do ancora alcune sigle di un paio di altri importanti argomenti, l'Energia e i Problemi Ambientali, dove gli autori ci ammanniscono sigle a iosa senza aggiungere le doverose spiegazioni, soprattutto, ma non solo, sulla stampa quotidiana (un'eccezione positiva è per esempio il mensile Nuova Ecologia)
 
- Cirf Centro italiano per la riqualificazione fluviale
- Arera Autorità di regolazione per l'energia reti e ambiente
- Atersir Agenzia Emilia Romagna d'ambito....(?)
- Cdm Clean Development mechanism - meccanismo di sviluppo pulito
- COP Coefficient (fattore) of Performance
- NBS natural based solutions
 
Non vi dico quante sigle riguardano la politica a tutti i livelli cui si aggiungono quelle (miliardi, si fa per dire) che derivano dalle azioni (sub + sub) delle Nazioni Unite che iniziano quasi tutte con UN.
Qui in Italia si sono inventati anche la sigla doppia, NaDef che significa: Nota di aggiornamento del Def, cioè il Documento di Economia e Finanza!
 
Non vi annoio oltre, quindi mi chiedo e vi chiedo: dove andremo a finire con questo andazzo?
Personalmente non posso fare altro che riderci sopra.
 
Sarà forse un proposta divertente (o assurda) ma, che ne dite se una piccola Start Up creata da giovani imprenditori inventasse una APPlication verbale legata ad un aggeggino più piccolo di un cellulare (a modico prezzo) che si accende quando ci mettiamo a leggere il giornale o ascoltiamo la TV o radio o qualsiasi altra cosa?
Il servizio istantaneo di questa APP, consiste nel fatto che nel momento in cui ci troviamo di fronte a una sigla, premiamo l'unico bottone e pronunciamo la sigla (funziona anche con l'accento della vostra Regione).  Risultato: ci spiega di che si tratta all'istante.... sempre anche con l'accento della nostra Regione.
 
Immaginate che successone da vendere in tutto il mondo!
 
Attendo commenti...ragionevoli (?), ma sono pronto a sopportare anche qualche presa per il c..o.
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 14/10/2020 @ 16:50:30, in C) Commenti e varie, cliccato 146 volte)
A PROPOSITO DI BUGIE (malamente chiamate fake news)
 
"...Il mondo di Trump può essere solo quello in cui la bugia può liberamente circolare e "universalizzarsi" senza alcun controllo, senza alcuna autorità in grado di arrestarla o denunciarla..."
Questa frase è stata scritta da Massimo Cacciari in un ottimo articolo apparso su L'Espresso del 21 ottobre.
 
Quale è  la ragione di averla riportata?
In effetti, sono certo che tutti ricordano bene la recente notizia del contagio di Covid 19 per Donald Trump, del suo immediato trasporto in elicottero in ospedale non lontano dalla Casa Bianca, con il seguito della sua breve "cura"  e della sua rapidissima guarigione conclusasi con la frase di un paio di giorni fa: "sono immune..vi bacerei tutti". Con la mimica facciale che esprime la sua soddisfazione di essere un vittorioso, un forte, dunque degno di essere ancora Presidente degli USA.
Ebbene, io ho pensato immediatamente, con ciò anticipando il giudizio di Cacciari, che il tutto era il risultato di una enorme montatura costruita volutamente dal nostro Donald con la connivenza (imposta) alla cerchia di suoi collaboratori e relativi medici, per dimostrare al popolo statunitense che lui è l'uomo forte di cui nessuno può fare a meno.
In altre parole ha pensato ed imposto questa storiella perché si accorgeva che Joe Biden stava (sta) acquisendo un buon vantaggio su di lui nelle previsioni di voto del 3 novembre.
E' anche possibile che lui e la moglie abbiano preso una leggera influenza la quale gli ha dato lo spunto per inventarsi ciò che penso sia realtà. Però ho notato che in quei  giorni l'immunologo Anthony Fauci che gli è stato spesso molto a fianco e con il quale ha litigato più volte, non si sia mai fatto vivo non sia intervenuto a commentare quanto accaduto al Presidente, come aveva fatto più volte. Probabilmente quando ha scoperto le intenzioni di Trump si è ritirato in un crucciato silenzio.
 
Un' ultima cosa: non sono il solo ad aver espresso questa ipotesi, nonostante sarebbe stata una classica notizia da Facebook. Né alcun giornalista attivo in notizie di politica statunitense (tanto meno FB) ha pensato e scritto o detto una parola su questa possibile bugia presidenziale. Avrebbe avuto certamente un bel coraggio e una moltitudine di denunce per ingiurie e vilipendio nei confronti del Presidente degli Stati Uniti d'America.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 169 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (108)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (97)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600