Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 04/02/2010 @ 11:51:00, in L) Zero-carbonio, cliccato 553 volte)
 
ONDA VERDE?
 
Non so chi di voi ascolta le varie radio della RAI, compresa “ISOradio”, che trasmettono le situazioni del traffico; sicuramente le persone che viaggiano in macchina per lavoro, o per andare o tornare dal lavoro, o per diletto, o anche perché vi sono costrette per le più svariate ragioni.
Queste notizie sono intitolate, come ben sapete, ONDA VERDE.
Esse, specialmente la mattina presto e nel tardo pomeriggio all’ora del rientro dal lavoro, sono più o meno le stesse, per esempio:
-          traffico intenso sulla A4 Torino-Trieste con rallentamenti e code
-          traffico rallentato sulle tangenziali di Torino, di Milano, di Roma, che là si chiamano GRA (Grande Raccordo Anulare) e sulla “Tangenziale” di Roma, che invece è una radiale (come ar solito, ‘sti romani se vojono fa’ vede’ sempre diversi, cioè er mejo de tutti…)
-          traffico fermo con coda di 7 chilometri sulla A1 per incidente, oppure per veicolo commerciale che ha perso il carico, o per frana, o per ordigno bellico (ma non finiscono mai questi ordigni dopo 65 anni?)
-          ecc.
E questa sarebbe l’”Onda Verde? Sono quasi certo che il nome derivi dal fatto che si pensa al traffico veloce quando c’è il semaforo verde…però c’è anche il giallo e il rosso e,  in molti casi, nero.
Infatti io direi onda nera, tanto è l’inquinamento che provoca, specialmente – non solo – quando decine (o per Milano e altre grandi città centinaia) di migliaia di auto, e TIR, e camion, e furgoni, si avvicinano alle grandi città o se ne allontanano per il ritorno a casa dei pendolari. Per non parlare del traffico delle auto (con molti SUV e dintorni) dei genitori che accompagnano i bambini – anche se non sono più bambini – a scuola la mattina (o a prenderli all’uscita), perché poverini non possono fare 300 o 500 metri a piedi….”è pericoloso non accompagnarlo, chissà cosa potrebbe succedergli quando è solo …”., come sefosse l’unico studente che va ed entra a scuola la mattina o esce il pomeriggio nelle strade deserte.
Poi ci sarebbe l’onda gialla quando il traffico è rallentato. Ed infine l’onda rossa quando è completamente fermo…
Ma poi, sono onde o “tsunami”?
W la bicicletta e le gambe!
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 25/01/2010 @ 16:37:03, in C) Commenti e varie, cliccato 469 volte)
CONSIDERAZIONI DI UN POVERO POLITICO
 
I giornali di oggi parlano, riparlano e straparlano della vittoria di Niki Vendola alle Primarie in Puglia: recriminazioni, accuse, prese in giro, tristezze, soddisfazioni per le sconfitte; ce n’è per tutti.
Come mi sono prefisso da quando ho iniziato a scrivere su questo sito, cioè di provare a dire “ciò che altri non dicono”, di solito non mi permetto di entrare in argomenti dibattuti allo spasimo, ma questa volta vorrei dire quale è il mio parere su quanto si è svolto fin da quando è iniziata la preparazione delle candidature per le Elezioni Regionali, ad oggi. La ragione è che mi sembra che tutte queste discussioni non chiariscano la situazione e che si faccia troppa speculazione giornalistica da tutte le parti. Ecco il mio contributo...alla ulteriore confusione..
1)     Contrariamente a quanto ha scritto un giornalista - di cui non sono sicuro di ricordare bene il nome, Bono? – sull’Unità di oggi, il quale ha criticato il sistema delle primarie, io ritengo che esse, pur essendo imperfette così come sono ora regolate, siano un’ottima espressione di democrazia
2)     Molti criticano il PD di Roma (D’Alema, Bersani e molti altri) perché appoggiava Francesco Boccia anche in vista dell’appoggio dell’UDC che aveva da sempre dichiarato di non voler votare il Presidente della Puglia uscente perché della Sinistra Arcobaleno. Io ritengo che, seppur a malincuore, hanno fissato le primarie e affermato, prima di conoscere i risultati, che il PD avrebbe comunque appoggiato il vincitore, cosa che hanno confermato ieri sera, appena hanno saputo della vittoria di Vendola. Pensate un po’ se non avessero stabilito di fare le primarie e avesse vinto, come ha vinto, Vendola. Cosa sarebbe successo? Veramente il PD ci avrebbe fatto una figura di merda (quanno ce vo’, ce vo’). Certamente questo “genere” di figura l’ha fatta D’Alema, il pugliese di ferro,,,soprattutto per via dei suoi baffetti, che è quello che ha voluto più di tutti e fortissimamente Francesco Boccia. Max: è proprio ora che te ne vai in pensione!
3)     Bersani ha detto: “serata amara”. E chi non l’ha detto fra quelli hanno appoggiato Boccia? Alle Primarie di Ottobre 2009 vinte da Bersani, per Veltroni, Fassino e tutti i più importanti dirigenti del PD che avevano appoggiato Marino oppure Franceschini, non è stata forse una serata amara? Mi sembra più che umano che abbiano avuto questa reazione
4)     Perché è stato votato Vendola in così alta percentuale? Anche se i votanti erano in maggioranza quelli del centro-sinistra e pochi del PDL e dintorni, gli stessi che lo avevano votato alle precedenti elezioni regionali, evidentemente erano convinti che Vendola sia stato un buon Amministratore; che le sue azioni, compresa quella di buttar fuori i corrotti dalla Giunta, siano state giuste e nell’interesse della Regione Puglia…ed anche che ne avevano fin sopra i capelli di D’Alema. 200.000 votanti costituiscono un campione statistico eccezionale, quindi non ci sono dubbi che i pugliesi se ne fregano di “Pierferdi” Casini e dei suoi giochetti, e che alla fine vogliono Vendola, la sua sinistra che con il PD può vincere le Regionali.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 19/01/2010 @ 13:03:45, in C) Commenti e varie, cliccato 478 volte)
GIÚ LE TASSE…..NO, NON SI PUÒ…
 
Jean-Baptiste Colbert
 
Quando il Presidente del Consiglio ha detto che avrebbe diminuito l’IRPEF dei contribuenti al 23% per i redditi fino a 100.000 Euro ed al 33% per quelli superiori a 100.000, mi sono detto fregandomi le mani: bene, questa volta la mia pensione non sarà diminuita come sta succedendo da quando Berlusconi è al Governo, ma aumenterà, quindi sarò contento e lo saranno milioni di italiani, quelli che pagano le tasse. E così avranno più denaro da spendere; i negozianti e i produttori di beni e servizi saranno contenti perché i consumatori compreranno di più; e alla fine l’economia italiana andrà meglio. Bravo Silvio! Quasi quasi mi univo al coro “meno male che Silvio c’è”.
Poi la delusione della smentita: “non ce la facciamo adesso” col suggeritore Tremonti, il cosiddetto Ministro dell’Economia che vuole salvare l’’Italia e soprattutto le tasche – quelle si - degli evasori che trasferiscono i profitti in nero all’estero.
Però dentro di me ho fatto un rimprovero a Silvio ed al suo alabardiere: se i soldi non ci sono nelle casse dello Stato, li si può aumentare diminuendo le spese e con qualche ritocco alle tasse, perché no? Ma come?
Ecco le soluzioni:
1)     Tutti i trasferimenti agli enti locali, Regioni e soprattutto Comuni, vengono annullati
2)     Gli insegnanti di tutte le scuole vengono diminuiti ancora di un aggiuntivo 50% e le classi avranno un minimo di 70 alunni
3)     Le spese per la ricerca (0,8% del PIL contro il 2-3 punti percentuali di altri stati europei) vengono dimezzate
4)     Le imposte indirette (es. le accise sui carburanti e l’IVA) vengono aumentate
5)     Altre varie a vostra scelta
 
Ecco allora che l’IRPEF poteva essere diminuita, tanto le Regioni e i Comuni possono aumentare le addizionali IRPEF sostituendo così i mancati introiti; la spesa per l’istruzione e per la ricerca diminuiscono, la benzine ed il gasolio costano un po’ – ma solo un po’ - di più, la carta bollata anche, i tabacchi anche… e vaaaai!
 
Tornando ad essere seri – si fa per dire - una volta tanto, se volete, rileggetevi l’ultimo articolo che ho scritto nel 2009 in questa stessa Sezione, "Satira, commenti, varie", che parlava di tasse di 400 anni fa, grazie a due famosi signori francesi: Mazzarino e Colbert.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 412 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (129)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (104)
G) Ricette (8)
H) Rodano (41)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (56)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< ottobre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600