Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : M) Satira e Umorismo (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 03/01/2014 @ 12:16:04, in M) Satira e Umorismo, cliccato 429 volte)
PROTESTO E CHIEDO SCUSA A BERLUSCONI
 
Berlusconi aveva ragione: è vero che il sistema giudiziario italiano non funziona ed ha bisogno di una riforma…ma forse lo sapevamo da più tempo dei suoi 20 anni di vita politica attiva.
 
Il fatto è che non si capisce perché l’esecuzione della sentenza (1° agosto 2013) non sia stata ancora eseguita nonostante sia passato molto tempo dalla votazione del Senato (27 novembre 2013) in cui questo ramo del Parlamento ha stabilito a maggioranza che la sentenza è giusta e deve essere eseguita., quindi deve decadere da Senatore
 
Il risultato è che il dottor Berlusconi continua a fare il comodo suo muovendosi dove e come vuole e aprendo bocca su tutto…; soprattutto ce lo dobbiamo sorbire tutti i giorni in tutte le televisioni, compreso quelle che sono state sempre contrarie ai suoi governi, le quali ci raccontano cosa dice e propone in qualità di Capo (Boss? Segretario? Presidente?) di una “nuova” forza (Partito? Movimento?) politica chiamata ForzaItalia.2
Ma non solo ci raccontano ciò che dice e propone: ce lo fanno vedere continuamente in immagini di repertorio talmente “antiche” che le sappiamo a memoria come un film visto e rivisto infinite volte.
 
Io non ne posso più. Non si potrebbe rottamare anche questo vecchio e malandato personaggio? Il buon Umberto ormai è stato rottamato dai suoi stessi “fedeli” compagni di partito: perché non Berlusconi?
E queste televisioni, quando la sentenza sarà eseguita, ci daranno finalmente le immagini di Berlusconi che si attiva ai servizi sociali (pensate a quali vi piacciono di più, cominciando dalla pulizia dei cessi e finendo al cambiamento dei pannoloni degli anziani!) senza poter incontrare alcuno, oppure se ne sta a casa per parlare solo con i familiari dato che non potrà “ricevere” altri che loro? E la Francesca Pascale potrà incontrarlo, dato che è solo fidanzata?
 
Per favore aiutatemi a togliermi questi miei dubbi. Grazie
 
Di Gennaro Aprea (del 28/12/2013 @ 12:55:07, in M) Satira e Umorismo, cliccato 774 volte)
HO SOGNATO ANCORA
 
Non sogno spesso e quasi sempre mi dimentico subito i brevi sogni. Stanotte però, dopo aver avuto la chiara sensazione di essermi svegliato, mi è sembrato di aver vissuto veramente ciò che sto per raccontarvi.
Avevo appena letto un invito a partecipare per oggi stesso all’incontro della “Consulta dei Professori Universitari” (CPU), così mi sono svegliato e preparato in fretta, incuriosito per l’invito perché non sono mai stato professore universitario, anche se mi è capitato alcune volte di tenere delle lezioni in vari Atenei.
 
Appena arrivato, mi precipito al tavolo della Presidenza dove vedo il mio vecchio Prof di Diritto Privato, Giuseppe Ferri, ancora in ottima forma, nonostante mi avesse dato il voto per questo esame (solo 24) nell’anno 1954….
Gli ho subito chiesto come mai mi avevano invitato, che era per me un grande onore e… non mi ha lasciato finire dicendo. “Lei ha sempre avuto a che fare con numerosi professori di varie Università e tuttora ne frequenta un certo numero che sono divenuti suoi amici…. a proposito, fra questi anche una sua ex-collega, mia ottima allieva, migliore di lei – le diedi 30 e lode -  che è diventata una sua cara amica…proprio ieri è stato con sua moglie in visita alla Prof. Inoltre lei si interessa di politica ed oggi dobbiamo prendere una decisione che riguarda un politico che è stato un professore universitario ma che, con il suo comportamento, ha dato e continua a dare discredito alla nostra “casta” (notando subito la mia espressione di meraviglia sulla parola)….”si, non si meravigli, siamo proprio una casta, soprattutto noi della vecchia guardia. Dobbiamo discutere dunque di un professore in pensione, autopropostosi per il Premio Nobel, ex deputato europeo, ex ministro, ora capogruppo alla Camera dei Deputati; sappiamo bene che lei va su tutte le furie quando lo sente parlare in televisione, vedrà che lo riconoscerà subito quando lo chiameremo alla “sbarra”. Ora si accomodi pure e segua il nostro dibattito perché abbiamo intenzione di interpellarla, se lo riterremo opportuno.”
 
Dopo la nomina di prammatica del Segretario della riunione nella persona di un giovane Prof della Bocconi, viene data al parola ad un famoso ex professore dell’Università di Venezia e di Milano-Segrate il quale inizia una sua dotta prolusione con molte dottissime circonlocuzioni, spesso di oscuro significato, tanto che numerosi ascoltatori bisbigliano chiedendo al vicino cosa voglia dire l’ultima frase; altri si sono addormentati.
A questo punto si apre la porta e viene annunciato ed introdotto l’imputato che è accompagnato da due Commessi della CdD. Io li vedo ma non vedo il presunto reo…allora capisco e mi alzo in piedi dal banco per riuscire a vederlo, così che ho la conferma della sua identità.. .
Continua poi un altro esimio e chiarissimo Prof, questa volta di Roma, che insegna Politica Economica e Finanziaria, il quale ha molto a che fare con i politici in qualità di consulente. Quest’ ultimo fa la parte del Pubblico Ministero e non ricordo le troppe, innumerevoli e fortissime frasi che lancia nei confronti dell’imputato e le accuse con le quali dimostra la sua colpevolezza. Chiede infine di cacciare l’imputato dal consesso dei Professori Universitari, proibendogli di auto-chiamarsi professore, anche se “ex”, e togliendo da tutti i suoi CV disponibili su Google, Yahoo, ecc. questa carica, anche se “ex”.
 
Mentre attendo invano che mi chiamino, rifletto sulla proposta di condanna del PM che si estrinseca in una pena perpetua nell’VIII Cerchio, 2a Bolgia dell’Inferno dantesco, dove  “convivono” gli Adulatori ed i Lusingatori (detti dal PM con dotta espressione anche “leccaculo”).
 
Tutti gli astanti si chiedono l’un l’altro quale sia in concreto la pena, finché si sente la voce di un famoso professore di letteratura italiana che dice …: ma è nient’altro che vivere in eterno nella MERDA !
Vi sono anche delle aggravanti espresse dal PM: quelle di aver reiterato il reato più volte in TV, in aula a Montecitorio, in interviste, a partire da quella con Fabio Fazio di novembre scorso in avanti, continuando a dire “cazzate” (ancora dotta espressione del PM). Le aggravanti sono penalizzate nel non utilizzo, come da normale prassi, di Caronte, il traghettatore del fiume Ade, e poi dei diavoli per arrivare all’VIII Girone. La proposta è di farlo arrivare alla corrispondente 2° Bolgia direttamente attraverso una normale tazza di gabinetto.
A questo punto si alza il Segretario bocconiano ed esclama: “ma questa modalità non è prevista in Dottrina!”. L’avvocato d’ufficio dell’imputato, che fino allora era rimasto silenzioso, appoggia l’osservazione del Segretario…ma nell’aula scoppiano tumulti e discussioni subito interrotti dalla voce imperiosa del Presidente Ferri. Il quale dice: “Si chieda al nostro Aprea, esperto di attrezzature per la casa, arredi ed elettrodomestici, se l’imputato può entrare e passare attraverso il “water”. Così sono costretto a prendere le misure che confermano la facile possibilità dell’attraversamento.
L’ultimo passaggio della riunione è la domanda del Presidente all’imputato: “Se non ha qualcosa da dire a sua discolpa, cosa che non le è permesso, dica come si ritiene: innocente o colpevole?”.
Il Nostro, con un’espressione compunta, a bassa voce, ma bene udibile da tutti, si dichiara colpevole, colpevole, colpevole, colpevole…e continua, come è suo uso, finché un Commesso non gli tappa la bocca. Ma poi riprende e continua alzando il tono della voce: “visto che sono stato condannato con pena più che giusta, e dato che nella mia destinazione conosco numerose persone che nella loro vita si sono comportate come me, costituirò un nuovo partito “Forza Merda” e chiederemo tutti insieme al Gran Capo che il nostro adorato Boss sia chiamato, senza ulteriori ritardi della esecuzione della sentenza che lo riguarda, in fondo all’Inferno, nel IX Cerchio, 4° zona dove vi sono i Grandi Peccatori, i quali sono maciullati continuamente dai denti di Lucifero….
A questo punto sento un digrignare di denti e vedo la faccia orribile d Lucifero che sta stritolando le ossa di un tipo dal quale ha sfilato un paio di scarpe elegantissime da 900 Euro con il tacco interno ed esterno, e strappato una parrucchetta rossiccia. La scena è talmente orribile che mi sono preso un tale spavento, che mi sono svegliato di colpo, tutto sudato (eppure siamo in pieno inverno) senza aspettare la dichiarazione di condanna da parte del Giudice supremo della CPU…
 
Di Gennaro Aprea (del 03/10/2013 @ 15:10:21, in M) Satira e Umorismo, cliccato 399 volte)
TRADITORE DI SE STESSO…E ALTRE ESIBIZIONI SENATORIALI
 
 
Sono stato incerto se inserire questo articolo nella Sezione “Satira e Umorismo” oppure in “Questa è l’Italia”; poi ho deciso per la prima perché l’umorismo è abbondantemente presente, anche se la parte seria è molto seria.
 
Non mi permetto di mettermi in concorrenza con i migliori editorialisti-commentatori su ciò che è successo in questi ultimi giorni, particolarmente ieri mattina in Senato.
Ho seguito l’evento dall’inizio alla fine e non posso fare a meno di dirvi che la conclusione è stata un eccelso spettacolo teatrale con un primo attore che, fra mimica (di bronzo, o meglio di “tola” alla milanese) e toni di battute ben studiate, ha superato le nostre migliori star teatrali passate (Vittorio Gassman) e presenti (Giorgio Albertazzi) sia in campo drammatico che comico.
Anche il nostro Presidente del Consiglio e numerosi Ministri non sono riusciti a nascondere il loro divertimento con malcelati sorrisi e scuotimenti di testa  di fronte a questo ultimo colpo di coda del Nostro.
Devo dire che il Senatore, alle ultime giornate ufficiali della sua vita di parlamentare, ha superato se stesso. Dopo aver chiamato la sera prima “traditori” i Ministri del suo Partito ed il gruppo che aveva deciso di seguirli, si è accodato a loro “per salvare il Partito” poche ore dopo.
In un certo senso si è autodefinito traditore. Stamattina un commentatore alla radio ha ricordato una frase di Luigi Einaudi, nostro secondo Presidente della Repubblica, che aveva dichiarato che “i traditori sono quelli che hanno perduto”.
 
Ma veniamo al punto del titolo, quello delle esibizioni senatoriali.
Durante il discorso di Enrico Letta la macchina da presa vagava nell’aula e ha ripreso numerosi “onorevoli” (?) senatori che:
-          telefonavano
-          smanettavano sul loro smartphone
-          chiacchieravano fra di loro
-          leggevano
-          lasciavano il loro scranno e si avvicinavano al Senatore Berlusconi parlandogli all’orecchio
-          altri comportamenti non degni della loro carica
Quando poi il Presidente del Senato Grasso ha dato avvio alle dichiarazioni di voto (alcune delle quali non degne di un senatore/senatrice) numerosi senatori si sono allontanati dall’aula oppure – peggio - hanno formato piccoli capannelli di due-tre persone di cui alcuni davano le spalle al tavolo della presidenza chiacchierando con gli altri interlocutori seduti. Altri continuavano a comportarsi come appena su-elencato.
 
Devo esprimere francamente il mio punto di vista, cioè che mi sono sentito offeso e umiliato da questi comportamenti in quelle circostanze. I nostri rappresentanti - tutti superiori ai 40 anni per legge, che dovrebbero essere i più posati e seri, hanno anche loro dato uno spettacolo penoso che, secondo me, è peggiore di quando, in alcune occasioni, i parlamentari italiani si sono accapigliati arrivando alle mani...che significa eccesso di partecipazione, ma almeno è partecipazione!.
 
Secondo me, i parlamentari eletti delle due Camere dovrebbero comportarsi sempre da persone di normale educazione, seguendo attentamente i discorsi di tutti senza intervenire con interruzioni, risatine rumorose o frasette di dissenso. Io credo che tutti i nuovi eletti in futuro dovrebbero fare un corso preventivo di buona educazione e comportamento in aula, fornendoli di un codice di etica scritto. Ed il Presidente dell’aula dovrebbe poter toglier loro la parola interrompendo la funzionalità del microfono in quei casi, oppure invitandoli a lasciare l’aula immediatamente; forse così i nostri rappresentanti eletti risulterebbero più seri agli occhi di noi elettori e anche di quelli di altri Stati.
 
PS – Fra pochi giorni il Senatore condannato dalla legge italiana non sarà, in ogni caso, più parlamentare, dovrà restare agli arresti domiciliari in un’unica abitazione. Non potrà uscire se non dopo richiesta ufficiale che potrebbe anche non essere accordata, a meno che non sia per motivi di salute; in quest’ultimo caso dovrebbe essere guardato a vista da agenti di pubblica sicurezza. Non potrà ricevere alcuno, salvo i familiari. Se non ottempererà a queste disposizioni, soprattutto quella di uscire senza permesso si potrà applicargli il braccialetto elettronico.
 
In alternativa potrebbe essere assegnato ai servizi sociali con le stesse limitazioni e doveri appena detti. Resta il dubbio circa la possibilità di questa alternativa, come ho già scritto il 19 settembre scorso nell’articolo intitolato “Berlusconi, ultima volta?” nel paragrafo 2. Infatti i servizi sociali possono essere accordati ad un condannato, solo se riconosce la propria colpevolezza, cosa che il Senatore non ha mai fatto, anzi si è dichiarato sempre innocente. Lo farà adesso dato che si è pentito delle sue azioni di far cadere il Governo in carica che cerca difficilmente e con risultati mediocri, proprio a causa di una maggioranza anomala e litigiosa, di fare qualcosa per il Paese?
 
 
 
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 336 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (129)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (104)
G) Ricette (8)
H) Rodano (41)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (56)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600