Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 04/12/2019 @ 18:16:08, in H) Rodano, cliccato 6 volte)

RODANO GREEN +

Pur non essendo nato nel nostro Comune e neanche in Lombardia, sono ormai più di 50 anni che vivo a Rodano. E voglio bene a Rodano.

Fin dal secolo scorso sono un grande appassionato di problemi ambientali e ne ho studiato le conseguenze sul clima di cui tutti noi già soffriamo gli effetti.

Negli anni passati ho scritto un piccolo saggio, ho organizzato convegni, corsi e tavole rotonde alla Casa della Cultura di Milano e in giro per la Lombardia. Ho anche tenuto la rubrica "il filo verde" sul bimestrale "ViaBorgogna3".

Quando Greta Thunberg parlò a 196 paesi del mondo (COP 24) nel dicembre 2018 e poi davanti alle Nazioni Unite all'inizio di quest'anno, ed ha poi trascinato centinaia di migliaia di nel mondo nei FRIDAYS FOR FUTURE, tentai di promuovere una serie di "passeggiate" a Rodano parlandone e tentando di coinvolgere amici di associazioni e simili, compreso i giovani di MAS, che erano secondo me i più importanti da coinvolgere; a questi ultimi scrissi due e-mail senza ricevere un cenno di risposta.  In generale "toccai con mano" molta  indifferenza.

Solo recentemente, grazie all'iniziativa di Gabriella Campioni, che ha creato e realizzato tantissime belle cose, ivi compreso il Palio di Rodano, è nato RODANO GREEN +.

E' stato coinvolto l'Assessore alla Cultura e all'Ambiente Guido Da Rozze e successivamente Adalgisa Carminati ben nota Collaboratrice in Comune.

Ho così avuto modo di poter realizzare, insieme e grazie a Gabriella e con  un mio amico e collega esperto, Ignazio Dolce, la mia aspirazione di realizzare a Rodano un primo evento in ottobre, al quale è seguito  un secondo il 29 novembre. Tutto ciò perché è necessario che tutti noi approfondiamo questi argomenti fino a diventarne profondamente consapevoli.

Seguiranno numerosi alti incontri nel prossimo 2020.

Sia nel primo incontro del 25 ottobre alla Sala Milù che nel secondo non ho visto alcun giovane rodanese. Sono molto sorpreso.

Per concludere mi chiedo: come è possibile che queste importanti realizzazioni siano realizzate da persone adulte (fra le quali vi è anche il molto adulto sottoscritto) senza la partecipazione e la presenza dei giovani? 

Il sottoscritto è stato l'unico adulto presente alla "passeggiata" in bicicletta promossa spontaneamente da una ventina di ragazze e ragazzi Rodanesi della scuola secondaria di primo grado con tanto di cartelli che avete letto e visto in una mia fotografia su RodanoNews il 28 settembre scorso.

PS 

Pochi giorni fa è apparsa la notizia sulla Gazzetta dell'Adda che "Un  gruppo di giovani  di Inzago che ha a cuore  ecologia e ambiente" ha creato una cosa simile a Rodano Green  + che si chiama "Greenzago".

Più tardi abbiamo avuto anche l'occasione di incontrarli a Gessate in un incontro presso l'Ecomuseo della Martesana.

E i giovani rodanesi che fanno?

Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 27/11/2019 @ 16:07:16, in F) Questa è l'Italia, cliccato 4 volte)
MA QUALI STUDENTI PROTESTATARI !
 
 
 
Ho letto sui giornali ed ascoltato alla radio e TV la protesta degli studenti contro l'applicazione obbligatoria quest'anno dei "testi Invalsi" (nome del precedente Ministro del'Istruzione) che erano facoltativi ma che comunque erano stati fatti da più del 90% di studenti nel 2018.
 
Gli studenti si sono rivoltati contro la decisione dell'attuale Ministro Fioramonti.
In breve questi testi consistono in una prova di storia (a marzo 2020) che potrà essere materia di uno degli esami scritti di italiano all'esame di Stato, che corrisponde alla vecchia maturità.
Anche se non si superano i testi, lo studente potrà comunque accedere all'esame finale.
 
Il mio primo commento è che l'eliminazione o la minimizzazione della materia STORIA nelle scuole ha portato molti studenti a non essere più in grado di comprendere facilmente  il mondo presente. Ma anche di diminuire la capacità di scrivere sensatamente su ciò che accade nel proprio paese e nel mondo.
 
Il secondo commento riguarda la differenza fra l'attuale esame di Stato e la vecchia maturità. Spero che non vi stancherete per la lunghezza!
 
Personalmente ho fatto la maturità alla fine del liceo scientifico molti molti anni fa. L'informatica non esisteva ancora.
Le numerose prove obbligatorie valide per tutti, scritte e orali, erano le seguenti.
 
Scritte
- tema di italiano su 3 argomenti a scelta (storia, letteratura, o varia)
- traduzione dall'italiano in latino
- traduzione dal latino in italiano (di solito dai classici)
- matematica (discussione dell'equazione di 2° grado, la stessa che
 facevano gli studenti universitari nei primi due anni di ingegneria)
- traduzione in lingua straniera studiata durante il liceo
- disegno tecnico
 
Orali (su tutti i cinque anni del liceo)
 
- letteratura latina ed italiana dall'inizio agli ultimi importanti
  poeti/scrittori italiani
- storia dai greci, latini, ecc. fino al 900
- filosofia (tutta, dai presocratici al 900)
- chimica inorganica ed organica
- matematica e fisica
- conversazione e letteratura dei più importanti paesi della lingua studiata
- storia dell'architettura dai greci alla modernità
 
Ci facevamo un m.... così, col caldo che faceva a fine giugno e luglio.
Però iniziavamo, per chi lo poteva, l'università piuttosto preparati. Ed anche senza fare errori di ortografia, congiuntivi, ecc.
 
Allora cari studenti delle scuole superiori di secondo grado (licei, professionali, ecc.) cosa protestate, e perché?
Dovreste invece protestare per chiedere che LA SCUOLA diventi la BUONA SCUOLA, cioè sia ottimizzata come oggi è sempre più urgente fare. E vi insegni molto di più per poter continuare a studiare e diventare persone più preparate per questo vostro futuro attuale di informatizzazione avanzata, robotizzazione, automazione, ecc. evitando così la disoccupazione.
Aiutereste anche l'Italia a ridiventare una delle più importanti nazioni del mondo. Oggi non lo siamo più e, se non cambiamo, non so dove andremo a finire.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 20/10/2019 @ 19:30:09, in M) Satira e Umorismo, cliccato 19 volte)
COME POSSONO CAMBIARE I COLORI
 
Non so chi - molto tempo fa - decise di usare i colori per definire ogni  tipo di governo mediante i colori; probabilmente qualche giornalista illuminato. Ormai ci siamo abituati da tempo.
Altri paesi hanno usato diverse soluzioni: per esempio negli USA il Partito democratico ha adottato il simbolo dell'asinello mentre il Partito repubblicano quello dell'elefantino, ambedue colorati con i colori della bandiera americana.
 
Recentemente il primo governo Conte è stato chiamato giallo-verde. Capisco il verde per la Lega perché questo partito lo ha usato fin dall'inizio, rubandolo ai Verdi, cioè quelli che si occupano di ecologia e dintorni; in altri paesi europei una Lega sarebbe stata portata in tribunale. I Verdi italiani quasi non esistono.
I vari partiti comunisti e socialisti adottarono il rosso come le loro bandiere; i democristiani il bianco e Berlusconi l'azzurro, ecc.
Non so invece perché il Movimento5stelle abbia adottato (o gli anno appioppato)  il giallo. Se gli va bene, che sia pure così.
Comunque...vedo che tutti questi colori stanno cambiando, oppure è necessario cambiarli.
Secondo me il giallo dei pentastellati, con il secondo governo Conte, mostra qualche macchietta di rosso, qualche  macchietta  di verde leghista dovuto alla convivenza passata, e altre macchiette dei verdi ecologisti. Ed il giallo si sta chiarendo di brutto. Cosa ne verrà fuori?
Il verde leghista invece ha decisamente cambiato colore, gradualmente, e molti non se ne erano accorti durante il primo Conte. Poi, con l'inizio dell'estate il verde è divenuto sempre più scuro.
 
«Chiedo agli italiani se vogliono darmi pieni poteri per fare le cose come vanno fatte» ha detto Salvinia Pescara l'8 agosto di quest'anno «Dobbiamo fare in maniera veloce, compatta, energica, coraggiosa quel che vogliamo fare. Non è più il momento dei no, dei forse, dei dubbi...e, beninteso, non mi interessa tornare al vecchio: se devo mettermi in gioco lo faccio da solo, e a testa alta. Poi potremo scegliere dei compagni di viaggio, certo...Gli italiani hanno bisogno di un governo che faccia».
 
Questa richiesta è pressoché identica a quella di Benito Mussolini che chiese ed ottenne i pieni poteri nel 1922, dopo il famoso discorso del "bivacco". Fu l'inizio del fascismo e della dittatura. E Mussolini ne fece tante.
Alcuni dicono che la frase di Salvini sia stata involontaria; può darsi, ma in ogni caso essa dimostra che il nostro la pensa ed ha le stesse intenzioni di Mussolini.
 
E vi sono state ulteriori conferme anche in passato; ma da agosto in poi, ogni volta che Salvini ha fatto comizi importanti (facilitati da tutti i media che gli fanno eccessiva pubblicità prima e dopo) si è sempre accompagnato con Casa Pound (nazisti) e Forza Nuova (per esempio i fascisti del saluto romano al Cimitero del Verano) per non parlare di Giorgia Meloni che nell'ultimo comizio non ha nemmeno potuto esporre il simbolo dei Fratelli d'Italia, così come non hanno potuto farlo gli "azzurri" di Forza Italia (povero Berlusconi plaudente, come ti sei ridotto!). C'era solo il simbolo della Lega.
Naturalmente fra i numerosi che hanno riempito Piazza San Giovanni a Roma sabato 19 ottobre, non mancavano Casa Pound e altri amanti delle dittature assassine.
 
La Repubblica ha scritto oggi 20 ottobre che "la destra si finge moderata".
"Si finge" significa che si tratta della solita tattica degli aspiranti dittatori di un loro governoper nascondere cose terribili.
 
Allora come la mettiamo con i colori?
Vorrei suggerire ai media - ma come si fa? - di non chiamare e ricordare più il primo Governo Conte i giallo-verdi ma GIALLO-NERI.
Vedremo poi cosa succederà.
Ma noi del popolo non leghista dobbiamo stare attenti a non cadere sotto un'altra dittatura!
 
PS - io l'ho conosciuta bene
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 167 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (129)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (105)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (57)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< ottobre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600