Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 18/10/2022 @ 15:28:15, in L) Zero-carbonio, cliccato 17 volte)

PERICOLOSITA'  DEI  GAS 

In questo periodo riceviamo numerose cattive notizie su incendi e scoppi derivanti da varie fonti, per lo più i gas. In allegato vi è una tabella ricavata da una pagina di una copia della mia tesi di laurea discussa nel febbraio 56 nella quale si vedono le percentuali di ciascun gas che, in miscela con l'aria, può solo bruciare o scoppiare.

Come vedete c'è il "gas di città" che non è più usato ed è stato sostituito dal metano. L'ossido di carbonio è più del 90% della miscela di gas che si forma nelle miniere. Recentemente ha provocato numerosi incendi ed esplosioni con molti morti.

Infine, nonostante i miei numerosi messaggi del passato a vari giornalisti che hanno raccontato che "è scoppiata una bombola" oppure un "serbatoio" devo ripetere che questi contenitori non possono scoppiare perché contengono unicamente gas e non aria. Quindi lo scoppio è solo quello del gas fuoriuscito dal tubo di gomma, difetto del regolatore (GPL) e/o altre connessioni; e perfino del contenitore rotto per qualsiasi ragione. Il gas fuoriuscito, miscellandosi con l'aria esterna, crea le percentuali causa di incendio e/o scoppio. Essi sono causati dalla presenza di una sigaretta accesa e perfino dalla scintilla di un interruttore della luce. Per fortuna tutti i gas sono odorizzati in maniera di poterne avvertire subito la presenza; quindi non entrate mai in cucina con la sigaretta accesa e comunque, se entrando avvertite odore di gas, anche se siete al buio, aprite immediatamente porte e finestre, anche se all'esterno la temperatura è -10° C.

In conclusione vi consiglio di prestare il massimo d'attenzione se usate qualsiasi gas, a casa, in auto cucina o stufa, ecc. Io ho eliminato ogni gas dalla cucina, ed uso solo elettricità.

Resto a disposizione per chiarimenti, ove necessario.

Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 10/10/2022 @ 10:09:08, in F) Questa è l'Italia, cliccato 22 volte)

META' ITALIA SENZA RAPPRESENTANZA

 

Questo è il titolo di un articolo di Massimo Cacciari apparso nella sua rubrica "Parole nel vuoto" sull'ultima pagina de L'Espresso del 2 ottobre.

Mi ha fatto impressione perché nel pensiero del 30 agosto sul mio sito (www.gennaro-aprea.it) intitolato "I politici italiani" criticavo il fatto che ben 98 candidati si erano presentati alle elezioni. Realtà che conferma questa mancanza.

 

Infatti l risultato delle elezioni evidenzia la mancanza di una chiara rappresentazione degli elettori (importante che siano ulteriormente diminuiti nell'affluenza). E la maggior parte dei commenti sulla stampa conferma che molti votanti sono stati talmente confusi da divertirsi a proporre "qualcosa di nuovo", oppure "mi piace", ecc.

 

Così mi permetto di suggerire - finora non mi risulta che qualcuno l'abbia finora proposto - che è assolutamente necessario cambiare la legge elettorale prendendo lo spunto da quella tedesca e di altri importanti Paesi, e così fissando la nuova legge in una proporzionale con l'eliminazione dei "partiti" che non superano il 5% (direi anche il 6%). Sia ben chiaro che nessuna legge elettorale è perfetta, però quella attuale è certamente da eliminare.

 

Il primo risultato importante sarebbe quello di cancellare "partitucoli" composti da poche persone di scarsa o nulla preparazione politica ed economica che hanno affollato il 25 settembre.

 

Sarei felice di una chiara presa di posizione di chi mi legge, cioè non fatta di faccine varie o simili effimere frasette.

Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 30/08/2022 @ 11:21:41, in F) Questa è l'Italia, cliccato 36 volte)

I POLITICI ITALIANI

 

Da ieri 14 agosto sappiamo che per le elezioni sono stati depositati 101 emblemi ma i candidati sono 98, cioè 3 si presentano in due partiti.

Non ricordo che nelle passate elezioni in Italia si siano presentati tanti candidati Presidente del Consiglio, né che in altri Paesi europei ed extra europei via sia mai stato questo affollamento.

Quando ho iniziato a votare, se non sbaglio, i candidati erano non più di una quindicina ed  i  meno importanti erano presi in giro perché giudicati fuori di testa.

In conclusione ho la netta impressone che siamo tutti ammattiti.

In questi giorni spesso si parla dei più importanti candidati Primi Ministri per il seguito che hanno nelle previsioni delle votazioni presentate dai vari specialisti0: Giorgia Meloni del partito Fratelli d'Italia ed Enrico Letta del Partito Democratico.

Per essere Presidente del Consiglio, secondo la mia modesta opinione, occorre avere una preparazione culturale, politica, esperienza, ed un'apertura mentale che pochi posseggono.

GIORGIA MELONI

Nascita 1977, 45 anni.

Diploma di maturità linguistica (inglese e francese).

Prima di entrare in politica ha fatto la baby sitter, ambulante a Porta Portese (famoso mercato romano) barman al Piper.

Nel 1992 fa già parte dei giovani del Movimento Social e Italiano, il partito creato dagli ex fascisti italiani.

E' eletta deputata e a 29 anni è Vice Presidente della Camera dei Deputati. Dopo 2 anni è Ministra della Gioventù.

Più tardi, dopo la crisi del MSI, è co-fondatrice del partito di destra Fratelli d'Italia di cui diventa ed è tuttora Presidente. 

 

ENRICO LETTA

Nascita 1966, 56 anni.

1994 laurea in Scienze Politiche Internazionali  - Università di Pisa

1994-2015 - Deputato - Ministro Industria, Commercio Agricoltura - Deputato europeo sui problemi economici e monetari

1997 dottorato in Diritto Internazionale Scuola Superiore S. Anna di Pisa - poi docente di Storia dell'UE presso la stessa Scuola

2004-2005 - Docente Haute Ecole de Commerce Parigi

2015/21 Docente affari europei Università Scienze politiche (science Po) Parigi

2013-14, 10 mesi Presidente del Consiglio dei Ministri

Dal 2021 Segretario nazionale del PD

14 pubblicazioni

Lascio ai lettori il giudizio sulla idoneità dei 2 candidati a fare il Presidente del Consiglio dei Ministri se il loro partito vincesse le elezioni. Io non ho dubbi: indovinate per chi voterò. Anche se il programma del PD lascia non poco a desiderare perché prevede cose per cui non ci sono finanze e sono troppo lontane nel tempo. E poi vi sono dubbi sui candidati in Parlamento.

Per gli altri 96 candidati potete sbizzarrirvi a scegliere leggendo i CV e il programma di ciascuno cioè quello che più vi piace e che stimate, anche solo per simpatie politiche.

Rodano, 15 agosto 2022

Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 52 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (109)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (98)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< maggio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600