Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 30/01/2014 @ 15:31:13, in L) Zero-carbonio, cliccato 484 volte)
 
ASSOCIAZIONE CASA DELLA CULTURA
 
 
CONVERSAZIONI SU AMBIENTE, SALUTE, ENERGIE
 
L’ambiente e le energie sono un mondo in grande fermento che hanno un pesante impatto su di noi per il clima e la salute
 
 
Ciclo di incontri ogni martedì ore 21.00
 
a cura di Gennaro Aprea e Ignazio Dolce
 
 
4 febbraio :                    “I problemi sul clima e la salute derivanti dalle fonti di energia”
 
 
11 febbraio :                  “La situazione dell’ambiente nel mondo ed il controllo sul clima”
 
 
18 febbraio :                  “La situazione italiana ed europea”
 
 
25 febbraio :                  Proiezione del documentario “Home” della Fondation Good Planet (in italiano – 120 minuti)
 
 
 
Presentazione del ciclo di Ferruccio Capelli
 
Saranno distribuite alcune dispense integrative.
 
 
 
Associazione Casa della Cultura – Via Borgogna 3 – 20122 Milano
(MM1 SanBabila) 02 795567 – 02 76005383 – fax 02 76008247
 
 
Come sicuramente alcuni di voi già sanno, quando ho deciso di ritirarmi in pensione nel 2006,
non ho iniziato a frequentare solo i giardinetti, o il bar per giocare a carte, o cose simili. Però ho continuato a occuparmi di un argomento che è stato una parte importante della mia vita di lavoro, cioè di energie, di inquinamento e dei danni che esso provoca all’ambiente e alla salute.
 
L’ho fatto perché mi sono reso conto che, anche se recentemente si comincia a parlare un po' di questi problemi, moltissime persone non ne sanno molto e non si rendono conto dell’urgenza di cambiare i nostri comportamenti e l’atteggiamento nei confronti della situazione pericolosa cui stiamo andando incontro.

Quindi faccio opera di diffusione di questa cultura perché le persone competenti si parlano fra di loro (addosso) ma le informazioni di base non arrivano al grande pubblico. Negli ultimi anni ho fatto un ciclo di lezioni, qualche conferenza, ho scritto un libro, scrivo anche qualche articolo sull’ambiente su questo piccolo blog, ma i risultati non sono incoraggianti perché le potenti lobby delle fonti di energia tradizionali vanno avanti con i loro progetti di continuare ad usare le fonti di energia inquinanti che stanno distruggendo il pianeta.

Grazie alla Casa della Cultura di Milano, fondata 66 anni fa, un’associazione che è una delle più importanti istituzioni culturali milanesi, potrò fare un ulteriore piccolo passo per continuare questa mia passione per il salvataggio dell’ambiente.
Ho mostrato quindi l’invito a queste 4 “conversazioni” alle quali parteciperò come coordinatore fra pochi giorni  presso la Casa della Cultura. Come vedete, ho coinvolto un altro – questa volta
giovane - ambientalista che è stato molto prezioso nella preparazione delle presentazioni e lo sarà per chi parteciperà.,
Ci tenevo comunque a comunicarlo ai lettori del blog.

Nella preparazione di queste “conversazioni” ho attinto numerose informazioni di molte società del settore, associazioni, istituzioni, gruppi di studio, editorialisti che mi hanno fornito, direttamente o indirettamente, dati aggiornati sulla situazione. Fra i più importanti desidero menzionare la BP britannica con il suo “Statistical Review of World Energy”, Giorgio Carlevaro della Staffetta Quotidiana, QualEnergia, Antonio Cianciullo de La Repubblica,  Laura Celani di Greenpeace Italia, Stefano Ciafani di Legambiente, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC)
con il suo 5° Rapporto sul cambiamento climatico nel mondo, la Fondation
Good Planet di Parigi per il suo documentario “Home”, e molti altri.
Un caro saluto a tutti


PS – per chi abita a Milano o vicino, mi farebbe piacere vedervi e conoscervi
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 29/01/2014 @ 17:17:32, in F) Questa è l'Italia, cliccato 553 volte)
Ho iniziato a scrivere questo articolo il 19 gennaio ma ho dovuto interrompere a metà per problemi al mio PC. Eccolo di nuovo al completo,
 
L‘IMBECILLITA’ IN ITALIA
Le due lettere al Direttore de La Repubblica di sabato18 gennaio che potete leggere qui di seguito, mi hanno dato lo sunto per alcune considerazioni.
 
Francesca Spadaccia
francyesse@gmail.com
COMINCIO seriamente a pensare che gli italiani non siano più in grado di affrontare i problemi di oggi. Porto tre esempi di autolesionismo nazionale. 1) Dopo aver preso una seconda laurea in pedagogia mi guardo intorno per lavorare. Mi informo sulla possibilità di aprire un asilo nido condominiale. La responsabile in materia della regione Umbria (dove risiedo) mi dice che l'apertura è subordinata alla frequentazione di un corso di formazione di 150 ore. Rispondo che ho una laurea quinquennale in pedagogia ma la signora in questione sostiene che il regolamento prevede questo senza deroghe. 2) Alcuni anni fa, lavorando come hostess in un convegno, feci notare ad un signore di una certa età che per partecipare ai lavori doveva registrarsi tra i partecipanti, la sua risposta fu: «Ma io sono il padre dell’onorevole! ». 3) Mio figlio dopo la maturità ha vinto una borsa di studio che è stata tassata del 25%. Ecco, io penso che non sia l’economia ad essere in crisi ma i cervelli. Siamo destinati alla decadenza nonché al ridicolo.
Se uno spot pretende di misurare la lucentezza
Giorgio Amedei
giorgio.amedei@fastwebnet.it
Tra i tormentoni del periodo c’è la pubblicità di un prodotto che, tra l’altro, assicura di dare il 54% (non il 50 o il 60) di lucentezza in più ai capelli. Vorrei che qualcuno si facesse spiegare con quale metro o mezzo si misura tale lucentezza per dare una crescita percentuale così precisa. Non c’è nessun ente che proibisca di trasmettere balle di questo tipo?
 
E’ da molti anni che sto constatando che il grado di intelligenza di noi italiani è diminuito in maniera impressionante. Sia chiaro che si tratta di persone meno dotate di altre le quali 50-60 anni fa erano una decisa minoranza. Ora si sono invertite le parti, cioè sono diventate una maggioranza.
A metà del secolo scorso il contatto e l’incontro con le persone in qualsiasi occasione evidenziavano prontezza di riflessi, rapidità di esecuzione nelle azioni e reazioni, facilità di comprensione, maggiore solidarietà e maggiore etica nei comportamenti, maggiore serietà nel lavoro, ecc. Credo di non sbagliare se affermo che molte di queste qualità son sparite o sono una rarità.
 
Quali le ragioni? Sono molte ma credo che, fra le molte, le tre principali che hanno partecipato pesantemente e più di altre a modificare la situazione in negativo sono tre:
 
-          la formazione scolastica dai 4 ai 18 anni e oltre all’università (compreso l’educazione in famiglia)
-          le televisioni, quelle commerciali, con delle trasmissioni decisamente mediocri e diseducative, alle quali si sono unite quelle della RAI per non perdere ascolti
-          più recentemente internet che in molti casi fa pensare di meno
 
Naturalmente vi sono nelle tre situazioni le debite eccezioni, fra le quali alcune nicchie molto positive.
 
Il risultato di questi fattori è la situazione in cui viviamo dove notiamo incompetenza, pressappochismo, mancanza di etica in tutte azioni umane, indifferenza alle necessità di solidarietà, mancanza di cultura di base e scarsa preparazione per il lavoro e la professione, mediocrità nelle azioni e accettazione della mediocrità da chi riceve le azioni, furbizia disonesta invece di una strada retta, ecc. Anche qui esistono le eccezioni, soprattutto di giovani  che hanno iniziative ed idee innovative (per es. le start-up) che spesso hanno difficoltà a decollare per colpa di burocrati ed insipienti.
 
A convalida di questo deterioramento intellettuale vorrei ricordare alcune “perle giapponesi” come si chiamavano una volta (oggi si chiamano cazzate) che dimostrano lo scarso (o nullo) uso del cervello di alcuni altri giovani che rispondevano a domande in una trasmissione televisiva condotta da Carlo Conti.
La prima domanda riguardava la data in cui Mussolini aveva incontrato Ezra Pound.; la risposta di una giovane è stata 1964 (fra le 4 date tutte posteriori al 1945 salvo quella esatta) come mai non sapeva che Mussolini è stato fucilato nell’aprile 1945?
La seconda risposta riguardava l’anno in cui Hitler era stato nominato Cancelliere del Reich (1933). Anche Hitler è morto (suicida) nel 1945. Le date delle risposte di quattro giovani sono state tutte di molti anni posteriori al 1945.
Per non parlare di vari Deputati e Senatori ai quali l’inviato della trasmissione “le jene” poneva numerose domande di semplice cultura; per es.: di quale stato estero è la città …….(nome della capitale); oppure: chi era Aldo Moro; e via di seguito di questo passo.
Le risposte era tutte sbagliate o negative oppure, con molta prosopopea, licenziavano l’interrogante dicendo “non ho tempo da perdere…” e si allontanavano rapidamente, imbarazzati,
 
Infatti ciò che è peggio di queste prove di scarsità intellettuale è che una consistente maggioranza delle persone che hanno responsabilità politiche, di governo e che fanno parte delle burocrazie a tutti i livelli, centrale, regionale, provinciale, comunale, ed anche quelle che dirigono e gestiscono a tutti i livelli enti statali , parastatali, ecc., operano in queste organizzazioni dove ogni giorno troviamo inoltre corruzione, concussione, ruberie per arricchimenti personali, truffe, conflitto di interessi, favoreggiamenti…ma non voglio più stancarvi con questi elenchi: aggiungete voi gli altri che vi piacciono di più.
 
E alla fine molti di noi sono stati “plagiati” da questi comportamenti: abbiamo lavorato in nero, abbiamo accettato che i vari fornitori lavorassero in nero, abbiamo frodato il fisco, ecc. ed abbiamo continuato a votare la classe politica e dirigenziale che sappiamo solo criticare, e incolpare tutti per questa situazione terribile in cui si trova l’Italia, senza capire che dovremmo noi stessi cambiare i nostri comportamenti, cioè conoscere le persone che votiamo e seguire le loro azioni nel corso del mandato, per poi rivotarli se hanno operato bene o eliminarli se non hanno operato bene..
 
Dunque, se non siete d’accordo sul titolo, ditemi perché e, se avete ragione, sono pronto a cambiare idea. Attendo notizie, grazie.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 06/01/2014 @ 18:59:19, in C) Commenti e varie, cliccato 557 volte)
LETTERA APERTA A MATTEO RENZI
 
Caro Matteo,
dall’alto della mia veneranda età (83), prima di essere definitivamente rottamato, lasciami esprimere qualche commento sulle tue ultime prese di posizione che non rispecchiano le promesse e le dichiarazioni fatte precedentemente, subito dopo la tua elezione a Segretario del PD:
1)     hai detto che avresti appoggiato il governo attuale concordando con esso i vari passi
2)     hai ripetuto questa promessa al Presidente della Repubblica dicendo che non avresti fatto niente “contro” di esso, cioè contro l’assetto attuale di questa coalizione “anomala” fra centro-sinistra e centro-destra, almeno fino al 2015
3)     da quando i seguaci di Berlusconi, i cosiddetti falchi, si sono ritirati lasciando alle colombe la responsabilità di continuare a governare con Enrico Letta, hai iniziato a “sparare”, fra le cose da fare subito, alcune revisioni di vecchie leggi sbagliate (Bossi-Fini) o proposte di nuove leggi (unioni civili) che sicuramente avrebbero trovato opposizione immediata in Angelino Alfano e in tutti gli NCD, cosa che si è realizzata immediatamente; ciò ha comportato un pericolo di instabilità del governo
4)     giuste invece le tue iniziative di proposte di legge elettorali e la pretesa di un’immediata realizzazione di una nuova legge elettorale che invece può essere condivisa dalla NCD e che può essere decisa e approvata rapidamente
5)     le altre cose dove tu puoi dare una mano al governo con delle critiche costruttive e migliorative da fare subito, sono le importanti soluzioni dei problemi del lavoro/disoccupazione, degli esodati, del fisco, dell’evasione e simili, che sono molto sentite dai cittadini; tutti questi problemi sono condivisi dal NCD.
6)     perché allora proporre con forza argomenti che mettono in pericolo il governo  perché per loro sono - ora – questioni di principio?
7)     Inoltre: perché cominci ad atteggiarti con aria di “saccente”, e con un po’ di spocchia e di boria, imitando proprio il destinatario del tuo atteggiamento di noncuranza, il quale è proprio uno dei più spocchiosi e antipatici personaggi del PD, il giovane come te Fassina (maesro D’Alema)? ....con il risultato di iniziare una discussione sulla quale i media si divertono ad essere eco dell’opposizione becera, che si diverte a sua volta a dichiarare che il governo è finito ….
 
In conclusione ti consiglio vivamente di andare avanti sui punti 4 e 5 collaborando per il contratto (patto) fra i componenti delle maggioranza evitando ulteriori ed inutili discussioni. Le nuove leggi o modifiche del punto 3 non sono prioritarie e possono aspettare; è inutile insistere oggi.
Quando i cittadini ed i media cominceranno a prendere coscienza delle azioni positive realizzate dal governo con la piena collaborazione del segretario del PD ed il PIL mostrerà segni di ripresa effettiva, compreso il miglioramento delle finanze e della occupazione, solo allora potrai dargli sotto per eliminare la Bossi-Fini e lasciare Alfano e C. liberi di minacciare la caduta del governo. Se insisteranno, si andrà alle elezioni con la nuova legge e la conseguenza sarà che il PD potrà stavolta vincere le elezioni grazie a te che hai collaborato con Letta.
Anche le coppie che attendono la legge delle unioni civili potranno aspettare un po’ fino allora. E i profughi, già dopo le tragedie a Lampedusa, sono ora trattati e salvati da chi dovrebbe applicare la Bossi-Fini perché non la applicano. Questa volta, come spesso avviene in Italia, è un bene la non applicazione di una legge.
Con attenzione e stima per le tue prese di posizione che dovranno essere più coerenti nell’interesse di tutti gli italiani.
A risentirci presto e auguri per un ottima continuazione d'anno...
Gennaro Aprea
 
 
PS - Questa lettera è stata inviata direttamente al Segretario del Partito Democratico oggi stesso
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 188 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (108)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (97)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600