Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 14/01/2012 @ 12:27:44, in F) Questa è l'Italia, cliccato 755 volte)
SONO RAZZISTA NEI CONFRONTI DEGLI IMBECILLI

 
Questo articolo è stato da me scritto pochi giorni dopo la fine delle feste a cavallo fra il 2011 e l’anno nuovo. L’ho inserito nel blog come faccio di solito ma, stranamente, è sparito….i misteri dei PC ! Lo riscrivo di nuovo più o meno uguale perché penso sia sempre valido: eccolo.
 
Lo confesso, sono razzista verso gli imbecilli, idioti, cretini, mentecatti, ecc.
È qualche anno che questo mio atteggiamento sta montando; spesso mi è capitato di dire ad amici e conoscenti, mentre si parlava di atteggiamenti e comportamenti ormai consolidati di molti italiani, che quando ero giovane la maggioranza degli italiani erano intelligenti e pronti, mentre ora la percentuale si è invertita e una buona maggioranza è costituita da imbecilli oppure furbi che fanno soprattutto i loro interessi, a tutti i livelli.
Il primo esempio è il messaggio e-mail che ho ricevuto l’8 gennaio e che ho inserito qui con il classico copia e incolla.
 
Questi i dati inseriti nel modulo presente alla pagina http://www.gennaro-aprea.it/contatti.asp da utente con indirizzo IP 79.16.13.168  browser e sistema operativo Opera/9.80 (Windows NT 5.1; U; it) Presto/2.10.229 Version/11.60

nome = nn
cognome = bb
tel = bbbb
email = nnnn
provenienza = bbb
messaggio = controllare per bene la parola  GENTILE ,,,,assai equivoca!
 
Miei commenti:
-          se si tratta di uno scherzo, fa’ meno ridere del classico “scherzo da prete” per cui ci si gratta sotto le ascelle per farsi venire il solletico e ridere….senza successo
-          non so quanto tempo il signor nn bb ci abbia messo a scrivere e a nascondersi, comunque denota una idiozia notevole come campione di perdita di tempo
-          è un vigliacchetto: se avesse voluto criticarmi per qualche possibilissima ragione poteva ben farlo….ma forse non conosce il significato della parola critica che spesso è utile perché costruttiva.
-          francamente non capisco a cosa si riferisce la menzione di “parola GENTILE equivoca”; forse sono scemo io e con tasso limitato di intelligenza.
 
Detto questo, passiamo a qualcosa di più sostanzioso riguardante l’imbecillità e la furbizia che sono cresciute negli anni
I fuochi per festeggiare il Capodanno hanno provocato questa volta 2 o 3 morti e centinaia di feriti, nonostante alcuni Sindaci li avessero proibiti (ma i furbi li fanno in barba a tutto perché sanno che in Italia si fanno le leggi e i regolamenti e nessuno li fa’ rispettare, oppure li si creano solo per pulirsi la coscienza).
Da giovane ho vissuto sia a Napoli che a Roma, dove i fuochi sono da sempre una cosa importante per le varie feste (a Roma a Capodanno si buttavano dalle finestre i piatti ed altre stoviglie scheggiati, subito dopo aver stappato la bottiglia di spumante; ora non più perché le strade sono piene di auto parcheggiate e consideriamo spesso la nostra auto più importante della fidanzata o della moglie). I fuochi d’artificio erano preparati da artigiani che erano artisti. A Napoli si andava verso le colline del Vomero e di Posillipo oppure sul lungomare di Via Caracciolo, perché i fuochi (Capodanno, Piedigrotta, San Gennaro) erano lanciati da barche nel golfo per più di un’ora. I “fuochisti” facevano a gara ad essere più bravi degli altri e deliziavano noi bambini e i grandi.
Ho detto “si andava” perché non c’era alcun pericolo di farsi male camminando per le strade, né per fuochi proibiti (Pallone di Maradona ed altre cose simili, sconosciuti) proiettili vaganti, tanto meno). Gli animali di casa non erano terrorizzati (5000 morti quest’anno) né uccisi volutamente lanciandogli i “botti” o addirittura sparandogli.
A Roma si doveva stare attenti solo ai cocci e si era costretti a fare lo slalom per evitarli dopo la festa, ma si andava sul piazzale del Pincio o al Gianicolo o a Monte Mario dove c’erano gli stessi bellissimi spettacoli.
Oggi la gente si comporta come sappiamo in tutta Italia (molto meno al Nord) e gli spettacoli artistici sono rari. La gente rischia di perdere occhi, dita o la nano intera, visi sfregiati o altro per tutta la vita.
Francamente non capisco gi italiani…a meno che l’imbecillità maggioritaria sia reale.
E allora mi perdonate un po’ se sono diventato razzista?
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 14/01/2012 @ 11:02:31, in C) Commenti e varie, cliccato 550 volte)
REFERENDUM: CHE PASSIONE!

 
Abbiamo tutti visto, sentito e letto le reazioni alla decisione della Corte costituzionale sulla non ammissibilità dei due quesiti referendari per cancellare in tutto o in parte l’attuale legge elettorale.
Ci sono state anche delle prese di posizione non ammissibili ed offensive per la loro violenza da parte di alcuni personaggi che tutti noi conosciamo bene (leggi Di Pietro).
Io non sono un costituzionalista e tanto meno esperto, però mi è sorto un dubbio dopo aver sentito delle vaghe allusioni alle ragioni della non ammissibilità, in particolare quelle che, se fossero passati i quesiti così come erano stati formulati, l’Italia sarebbe rimasta “orfana” di una legge elettorale perché il vecchio “Mattarellum” non sarebbe stato automaticamente e validamente rimesso in essere.
Mi chiedo – e questo è il dubbio – chi ha formulato i quesiti sono stati soprattutto due personaggi, Arturo Parisi e Antonio Di Pietro, ambedue laureati in giurisprudenza, il primo professore universitario prima di statistica e poi di sociologia della politica, il secondo poliziotto e poi magistrato di accusa.
Ebbene, come è possibile che essi abbiano sbagliato la formulazione dei quesiti?
Ho sentito un’intervista al Professore Onida, Presidente emerito della Corte Costituzionale, il quale ha detto in breve che non erano stati ben formulati. Mi chiedo: a suo tempo non si sono fatti aiutare da qualche (più di uno) esperto costituzionalista?...
Oppure i giudici della Corte attuali interpretano le leggi secondo dei criteri che possono essere differenti da altri costituzionalisti?
Vorrei saperne di più e leggerò attentamente i giornali ed ascolterò trasmissioni sull’argomento, se si occuperanno ancora di questo argomento e metteranno in chiaro le ragioni ufficiali del rifiuto di ammettere i quesiti a referendum. Lo dico perché in genere danno la notizia perché è un argomento “negativo” che fa’ vendere di più, e poi si dimenticano di approfondire. 
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 26/12/2011 @ 11:56:16, in C) Commenti e varie, cliccato 669 volte)
BUON ANNO A TUTTI
 
 
In questo mese di dicembre ho scritto poco sul sito perché sono stato molto indaffarato e preso da numerosi impegni, fra i quali quello di completare il libro che avevo iniziato a scrivere nel novembre dell’anno scorso.
Avevo coinvolto una mia carissima amica, compagna di università e professoressa di successo in varie università italiane e francese. L’elaborazione del testo è stata impegnativa ma finalmente siamo arrivati alla fine. Ora è in accurata revisione da parte nostra ed anche di alcuni amici “proof reader”, i quali ci hanno dato preziosi consigli su alcuni passi che potevano non risultare chiari ad un lettore che non è addentro alla materia: non potete immaginare quanti piccoli errori di stampa si trovano quando si va a rileggere un testo che ci sembrava a prima vista perfetto.
Il titolo del libro è :“Una strategia di marketing per salvare la nostra vita e l’ambiente”, ed il sottotitolo, “una linea guida che ha lo scopo di trasformare in ambientalisti consapevoli la maggioranza dei cittadini-consumatori di energia”.
Ci siamo prefissi di scrivere un testo alla portata di tutti, non da addetti ai lavori per addetti ai lavori, quindi di lettura semplice e chiara.
Spero che il libro sarà stampato verso i primi di aprile ed abbiamo intenzione (la prof ed io) di fare numerose presentazioni in giro per l’Italia; quindi avviserò i miei lettori di volta in volta, se per caso gli venga la voglia di saperne qualcosa di più
Scusate se parlo troppo di me, ma ritengo che la salvaguardia dell’ambiente sia una cosa importantissima e molto urgente da realizzare perché esso si sta deteriorando sempre più velocemente; e chi se ne dovrebbe occupare non lo fa’ come dovrebbe.
Con questo pensiero chiudo il quinto anno di attività di questo blog ed auguro ai miei lettori un 2012 che apporti serenità [1]a tutti, di tutto il mondo, perché questo 2011 è stato proprio una “sc-schifezza”.
Dobbiamo impegnarci anche noi, più di quanto abbiamo fatto finora: potremo così ottenere risultati migliori con un po’ di buona volontà !


[1] Dietro la serenità c’è: la salute, l’amore, il successo, le soddisfazioni, nostri e delle persone che ci sono vicine
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 66 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (108)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (97)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600