Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : C) Commenti e varie (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 06/01/2014 @ 18:59:19, in C) Commenti e varie, cliccato 470 volte)
LETTERA APERTA A MATTEO RENZI
 
Caro Matteo,
dall’alto della mia veneranda età (83), prima di essere definitivamente rottamato, lasciami esprimere qualche commento sulle tue ultime prese di posizione che non rispecchiano le promesse e le dichiarazioni fatte precedentemente, subito dopo la tua elezione a Segretario del PD:
1)     hai detto che avresti appoggiato il governo attuale concordando con esso i vari passi
2)     hai ripetuto questa promessa al Presidente della Repubblica dicendo che non avresti fatto niente “contro” di esso, cioè contro l’assetto attuale di questa coalizione “anomala” fra centro-sinistra e centro-destra, almeno fino al 2015
3)     da quando i seguaci di Berlusconi, i cosiddetti falchi, si sono ritirati lasciando alle colombe la responsabilità di continuare a governare con Enrico Letta, hai iniziato a “sparare”, fra le cose da fare subito, alcune revisioni di vecchie leggi sbagliate (Bossi-Fini) o proposte di nuove leggi (unioni civili) che sicuramente avrebbero trovato opposizione immediata in Angelino Alfano e in tutti gli NCD, cosa che si è realizzata immediatamente; ciò ha comportato un pericolo di instabilità del governo
4)     giuste invece le tue iniziative di proposte di legge elettorali e la pretesa di un’immediata realizzazione di una nuova legge elettorale che invece può essere condivisa dalla NCD e che può essere decisa e approvata rapidamente
5)     le altre cose dove tu puoi dare una mano al governo con delle critiche costruttive e migliorative da fare subito, sono le importanti soluzioni dei problemi del lavoro/disoccupazione, degli esodati, del fisco, dell’evasione e simili, che sono molto sentite dai cittadini; tutti questi problemi sono condivisi dal NCD.
6)     perché allora proporre con forza argomenti che mettono in pericolo il governo  perché per loro sono - ora – questioni di principio?
7)     Inoltre: perché cominci ad atteggiarti con aria di “saccente”, e con un po’ di spocchia e di boria, imitando proprio il destinatario del tuo atteggiamento di noncuranza, il quale è proprio uno dei più spocchiosi e antipatici personaggi del PD, il giovane come te Fassina (maesro D’Alema)? ....con il risultato di iniziare una discussione sulla quale i media si divertono ad essere eco dell’opposizione becera, che si diverte a sua volta a dichiarare che il governo è finito ….
 
In conclusione ti consiglio vivamente di andare avanti sui punti 4 e 5 collaborando per il contratto (patto) fra i componenti delle maggioranza evitando ulteriori ed inutili discussioni. Le nuove leggi o modifiche del punto 3 non sono prioritarie e possono aspettare; è inutile insistere oggi.
Quando i cittadini ed i media cominceranno a prendere coscienza delle azioni positive realizzate dal governo con la piena collaborazione del segretario del PD ed il PIL mostrerà segni di ripresa effettiva, compreso il miglioramento delle finanze e della occupazione, solo allora potrai dargli sotto per eliminare la Bossi-Fini e lasciare Alfano e C. liberi di minacciare la caduta del governo. Se insisteranno, si andrà alle elezioni con la nuova legge e la conseguenza sarà che il PD potrà stavolta vincere le elezioni grazie a te che hai collaborato con Letta.
Anche le coppie che attendono la legge delle unioni civili potranno aspettare un po’ fino allora. E i profughi, già dopo le tragedie a Lampedusa, sono ora trattati e salvati da chi dovrebbe applicare la Bossi-Fini perché non la applicano. Questa volta, come spesso avviene in Italia, è un bene la non applicazione di una legge.
Con attenzione e stima per le tue prese di posizione che dovranno essere più coerenti nell’interesse di tutti gli italiani.
A risentirci presto e auguri per un ottima continuazione d'anno...
Gennaro Aprea
 
 
PS - Questa lettera è stata inviata direttamente al Segretario del Partito Democratico oggi stesso
 
 
Di Gennaro Aprea (del 24/12/2013 @ 18:12:12, in C) Commenti e varie, cliccato 516 volte)
AUGURI PER L’ANNO PROSSIMO
 
E’ molto tempo che non scrivo una riga su questo mio piccolo blog. Non è stata pigrizia né importanti ragioni di salute per fortuna, anche se ho dovuto dedicare un po’ di tempo a curami i normali disturbi che sopravvengono con l’età. Tuttavia la ragione principale del mio silenzio è dovuta a nuovi impegni e ricerche sui problemi ambientali che mi hanno preso molto nella preparazione di lezioni/conversazioni che saranno svolte ai primi di febbraio. Essi non mi hanno lasciato nemmeno il tempo per leggere giornali, libri, ecc… Ne parlerò qui al momento opportuno.
 
Dopo queste spiegazioni e scuse più che obbligatorie nei confronti dei miei lettori, mi unisco a tutti quelli che lo hanno già fatto per augurare a tutti i miei più sentiti e cordiali auguri per un 2014 più sereno possibile rispetto a quello che sta per terminare.
Il 2013 ci ha fatto assistere e soffrire per un ulteriore deterioramento della situazione economica e morale. Situazioni che hanno colpito un numero sempre maggiore di persone.
 
I miei auguri comprendono anche quelli per Natale destinati ai lettori credenti per i quali questa festività è per loro importante. Desidero spiegarmi meglio: fra i miei amici e conoscenti con i quali ho rapporti di affetto e di stima, molti sono cattolici o cristiani di altre fedi; però fra i tanti amici vi sono anche alcuni buddisti, ebrei, musulmani, agnostici ed atei. Io rispetto la fede di ciascuno, però non mi permetterei mai di augurare Buon Natale ai non cristiani, soprattutto ebrei e musulmani, e a tutti gli altri, compreso i non credenti (io lo sono da decine d’anni).
 
Invece i credenti delle religioni cristiane, pur conoscendo la diversa fede o la laicità di quegli amici e conoscenti più intimi, dimenticano la differenza e continuano a fare o mandare auguri di Buon Natale in tutte le lingue. Alcuni lo fanno sperando che chi li riceve possa addirittura commuoversi e ricredersi (lo faceva mia madre nei miei confronti); la maggior parte di loro lo fanno perché, pur professandosi cristiani, hanno dimenticato il significato vero della festa del 25 dicembre, la nascita del figlio di Dio che si è umanizzato e sacrificato per amore verso tutta l’umanità. Per loro è solo la festa dei regali, delle vacanze, delle gran mangiate, delle vacanze in paesi esotici, dei feticci dell’albero, di Babbo Natale, delle luci colorate che lampeggiano e della gara a chi le fa più belle, ecc.
E spesso il presepe è anch’esso solo la gara al migliore….Hanno dimenticato la ragione profonda per cui San Francesco lo ha creato; quindi non dimostrano di essere dei veri credenti…..e poi dicono che lo fanno per i bambini i quali a loro volta imparano la stessa cosa dai genitori, cioè qualcosa che non è più fede.
Qualche volta vanno anche alla messa di mezzanotte, perché è bello e una volta tanto…. e poi si addormentano quando il sacerdote fa i seri commenti sulla circostanza.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 05/10/2013 @ 17:31:17, in C) Commenti e varie, cliccato 486 volte)
ANCORA DUE FLASH E UN COMMENTO SUL POST BERLUSCONI
 
1) Come è mia abitudine, stamattina ho ascoltato la rassegna della stampa di oggi di RadioTre con gli interventi degli ascoltatori. Uno degli ultimi è stato brevissimo ed ha detto più o meno: “ Ma la volete smettere di parlare sempre male di Berlusconi?”.
Se avessi avuto la possibilità d intervenire in tempo reale la mia risposta sarebbe stata: “non possiamo stare zitti se voi continuate a parlar bene ed elogiare Berlusconi dicendo un mucchio di falsità e fandonie; appena la smetterete, smetteremo anche noi….anzi, non parliamo più di questo signore, cominciamo ad essere seri”.
 
2) Sempre stamattina, le notizie sono state che il voto del Senato al completo sulla decadenza della carica sarà effettuata prima della fine del mese. Mi chiedo e vi chiedo: è mai possibile che per realizzare questi eventi previsti dai regolamenti burocratici delle nostre Camere debbano passare mesi? La sentenza ufficiale con le motivazioni è dei primi di agosto. Si è dovuto aspettare più di 60 giorni prima che la Giunta si riunisse per fare la votazione e ora per la definitiva dell’Aula altri 15-25 giorni.
Ma questi Senatori, quanto ci mettono a fare ‘sti lavoretti, pensamenti e rapporti, mentre in una impresa i suoi alti dirigenti per un argomento unico di questa portata ci metterebbero, a dir tanto, una settimana? Capisco i ritardi per le riunioni diplomatiche dei partiti della maggioranza “anomala”, ma non si può esagerare!
Quando ero ragazzo mio padre, prendendomi in giro, mi diceva: “Voglia di lavorar saltami addosso e fammi lavorar meno che posso!”, quando mi vedeva impigrito sui libri, distraendomi ad ogni minuto e pensando ad altre cose fuori dallo studio….tipo le vacanze, o la gita, o la festa con gli amici e le amichette; i cui concetti sono facili da trasferire alle attività usuali dei Parlamentari.
 
3) Nei primi degli anni 70 ho conosciuto in un viaggio aereo un parlamentare vicino di poltrona; poi siamo diventati amici e ho saputo tutto sulle sue usuali attività settimanali. Andavo spesso a Roma in quel periodo e ogni tanto mi capitava di incontralo per un breve pranzo a base di tramezzini, un bicchiere di vino e un caffè. Era un senatore di un medio capoluogo di Provincia (ex Sindaco), anche membro e successivamente presidente di Commissione parlamentare. Ha fatto 5 legislature ed ora non è lontano dai 90 anni, in pensione:
-          lunedì mattina o primo pomeriggio: aereo per Roma in economica e studio di incartamenti nel pomeriggio
-          martedì, mercoledì, giovedì, venerdì: in Senato per studio, preparazione di azioni dopo incontri con colleghi, riunione di Commissione ove prevista, aula per ascolto ed interventi su proposte di legge, votazioni, ecc.
-          venerdì sera: ritorno in sede
-          sabato e spesso domenica mattina: incontri in sede locale del partito e con i cittadini
-          poi si ricomincia: come e anche più della settimana di un dirigente d’azienda che ha la sua sede di lavoro fuori della propria residenza
-          Assentesimo: non più del 5% salvo assenze giustificate
-          Vacanze: 30-35 giorni fra luglio e agosto con la moglie lavoratrice (figli grandi e indipendenti)
-          Metà del reddito di parlamentare al Partito centrale e locale
-          Tv, radio e interviste varie: poco, solo il necessario. Talk show televisivi: non esistevano salvo gli interventi in incontri pre-elettorali.
Ce ne sono ancora di queste persone nelle Camere dei nostri Rappresentanti? (ai tempi ne ho conosciuto altri che si comportavano alla stessa maniera). Forse ce ne sono ancora così, pochi e non esibizionisti, ma sono una fortissima minoranza.
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 43 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (135)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (105)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (91)
M) Satira e Umorismo (64)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< marzo 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600