Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : C) Commenti e varie (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 09/12/2009 @ 18:12:06, in C) Commenti e varie, cliccato 546 volte)
PENSIERI SULLA “GIORNATA : BERLUSCONI NO”
 
Io non ho potuto partecipare per cause di forza maggiore ma sono stato molto presente in spirito perché sono solidale in tutto con il popolo viola.
D’altra parte mi sentivo di essere molto giovane come quei ragazzi, data la mia età: 22 anni….....................a cento.
Ho un’unica piccola critica da fare agli organizzatori dell’evento del 5 dicembre. Nonostante io abbia una buona padronanza della lingua inglese, preferisco sempre parlare in italiano quando si può, anche se so perfettamente che i promotori del NO-B-DAY sono giovani che usano molto Internet dove la lingua inglese la fa’ da padrona. Devo infatti dire che la lingua italiana in questi ultimi tempi si è imbastardita con molte parole e frasi straniere che, fra l’altro, la maggioranza delle persone, compreso numerosi politici, giornalisti e molti presentatori delle varie TV e radio, non sanno nemmeno pronunciare.
 
Di Gennaro Aprea (del 18/11/2009 @ 10:07:21, in C) Commenti e varie, cliccato 734 volte)
 
LETTERA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
 
La lettera che potete leggere qui sotto è stata inviata da Roberto Saviano a Silvio Berlusconi qualche giorno fa ed è apparsa sul quotidiano La Repubblica.   Non poteva essere più perfetta.
.
Ho avuto l’idea di ricopiarla con qualche modifica perché io non sono uno scrittore di successo e tanto meno noto come Saviano, quindi ho eliminato “il mio mestiere di scrittore”
 
 
 
 
 
 
 
Signor Presidente del Consiglio, io non rappresento altro che me stesso, la mia parola, il mio mestiere di scrittore. Sono un cittadino. Le chiedo: ritiri la legge sul "processo breve" e lo faccia in nome della salvaguardia del diritto. Il rischio è che il diritto in Italia possa distruggersi, diventando uno strumento solo per i potenti, a partire da lei.
Con il "processo breve" saranno prescritti di fatto reati gravissimi e in particolare quelli dei colletti bianchi. Il sogno di una giustizia veloce è condiviso da tutti. Ma l´unico modo per accorciare i tempi è mettere i giudici, i consulenti, i tribunali nelle condizioni di velocizzare tutto. Non fermare i processi e cancellare così anche la speranza di chi da anni attende giustizia.
Ritiri la legge sul processo breve. Non è una questione di destra o sinistra. Non è una questione politica. Non è una questione ideologica. È una questione di diritto. Non permetta che questa legge definisca una volta per sempre privilegio il diritto in Italia, non permetta che i processi diventino una macchina vuota dove si afferma il potere mentre chi non ha altro che il diritto per difendersi non avrà più speranze di giustizia.
Roberto Saviano
 
La mia lettera invece inizia così:
 
“Signor Presidente del Consiglio, questa lettera è la copia esatta di quella dello scrittore Roberto Saviano che mi permetto di copiare integralmente perché non vi possono essere parole migliori per esprimere il mio pensiero.
L’unica differenza è che non sono uno scrittore, ma un semplice pensionato,  quindi ho tagliato quella frase.
 
Signor Presidente del Consiglio, io non rappresento altro che me stesso, la mia parola,. Sono un cittadino che ama l’Italia. Le chiedo: ritiri la legge sul "processo breve" e lo faccia in nome della salvaguardia del diritto. Il rischio è che il diritto in Italia possa distruggersi, diventando uno strumento solo per i potenti, a partire da lei.

Con il "processo breve" saranno prescritti di fatto reati gravissimi e in particolare quelli dei colletti bianchi. Il sogno di una giustizia veloce è condiviso da tutti. Ma l´unico modo per accorciare i tempi è mettere i giudici, i consulenti, i tribunali nelle condizioni di velocizzare tutto. Non fermare i processi e cancellare così anche la speranza di chi da anni attende giustizia.
 
Ritiri la legge sul processo breve. Non è una questione di destra o sinistra. Non è una questione politica. Non è una questione ideologica. È una questione di diritto. Non permetta che questa legge definisca una volta per sempre privilegio il diritto in Italia, non permetta che i processi diventino una macchina vuota dove si afferma il potere mentre chi non ha altro che il diritto per difendersi non avrà più speranze di giustizia.
Gennaro Aprea”
 
Stamattina parte ed invito i miei lettori a copiare la mia copia modificandola ovviamente secondo il loro status e la loro opinione, ed infine spedendola a:
 
Silvio Berlusconi
Presidente del Consiglio dei Ministri
Palazzo Chigi
Piazza Colonna
00187 Roma
 
Sarebbe molto bello se questi amici, molti dei quali non conosco affatto, volessero invitare anche i loro amici e parenti a fare la stessa cosa. Sarebbe bellissimo se migliaia di queste lettere invadessero gli uffici del Presidente del Consiglio, oltre alle migliaia di firme di solidarietà che Repubblica sta già raccogliendo
 
Di Gennaro Aprea (del 17/10/2009 @ 15:11:27, in C) Commenti e varie, cliccato 677 volte)
LE RIFORME COSTITUZIONALI DI BERLUSCONI
 
Tutti hanno parlato e continuano a parlare in questi giorni della ferma intenzione dell’attuale presidente del Consiglio dei Ministri di modificare la Costituzione in alcuni punti principali, cominciando dalla Giustizia e finendo con il “premierato”, cioè dare maggiori poteri al Presidente del Consiglio.
Il Presidente della Repubblica, che sa bene ciò che dice, ha confermato che la seconda parte della Costituzione è riformabile, naturalmente con legge costituzionale che prevede una serie di procedure (vedi Art.138 della Costituzione).
Ho sentito Berlusconi dire a questo proposito che è sua ferma intenzione di andare avanti, anche da solo (senza la Lega Nord?), affermando che la legge di modifica costituzionale, se non ha la maggioranza dei due terzi prevista, sarà approvata dalla maggioranza parlamentare e sottoposta a referendum, così come previsto dall’Articolo 138.
Ed ha concluso: “…dobbiamo prendere il toro per le corna, COME USA DIRSI”.
A questo punto mi è venuto un dubbio su quest’ultima affermazione, dubbio che riguarda l’analisi grammaticale.
Mi posso sbagliare, ma secondo i ricordi della scuola elementare, la frase dovrebbe essere: “COME SI USA DIRE”. In effetti “si usa” è la forma impersonale della terza persona del singolare del presente del verbo usare, a significare che tutti in generale dicono così, mentre nella frase del nostro Silvio non c’è la forma impersonale (chi usa cosa?) e “dirsi” è la solo forma riflessiva del verbo dire, la quale non “c’azzecca” (come dicono alcuni politici famosi) per niente in questo caso.
Se mi sbaglio, prego il/i lettore/i di dirmi se ho torto (ringrazio anticipatamente) e farò pubblica ammenda. Se invece ho ragione, allora vedo che un laureato in giurisprudenza con 110 e lode non sa parlare correttamente la lingua italiana e vorrebbe riformare la Costituzione italiana.
No further comment, come dicono gli inglesi, salvo: poveri noi!
PS - Mi è venuto in mente che comunque dovremmo perdonare il presidente del Consiglio dei Ministri. La ragione è che mi ero dimenticato una cosa importante: quando è in Bulgaria lui va fuori di testa perché la capitale di quello stato gli ricorda una delle donne più belle d'Italia.......così straparla
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 156 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (12)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (109)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (98)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< novembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600