Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : C) Commenti e varie (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 09/10/2007 @ 16:41:24, in C) Commenti e varie, cliccato 593 volte)
BUONE NOTIZIE 1
 
Siamo tempestati di notizie di cronaca (una volta si chiamava cronaca nera, adesso ormai c’è solo “la cronaca” perché non c’è più quella normale – ed ormai, grazie ai media ci pasciamo solo di questa). Non parliamo poi di tutto ciò che ci offre la politica che è diventata invisa ad una grande maggioranza di italiani senza che i politici se ne rendano conto, anche se vi sono delle eccezioni, purtroppo poche.
Quindi, se vi sono delle buone notizie, ne siamo lieti nonostante esse siano spesso relegate nelle pagine interne della stampa giornaliera e fornite succintamente nei giornali radio e telegiornali o nelle trasmissioni di minimo ascolto.
Proprio per questa ragione d’ora in poi tenterò di riportare molte buone notizie mettendole in maggior risalto rispetto a ciò che fanno abitualmente i media.
 
In un sondaggio fatto presso i giovani liceali (16enni), è risultato che essi non sanno che domenica prossima 14 ottobre si terranno le primarie per il Partito Democratico. E’ risultato che le confondono con quelle americane; uno ha detto che la nonna votava per i Democratici Cristiani ed ha chiesto se queste elezioni erano la stessa cosa. Tanto meno sapevano che, oltre alla elezione del futuro Segretario del partito, saranno eletti i delegati che creeranno la struttura del partito, e tanto meno sapevano ciò che sto per dirvi. E allora dov’è la buona notizia? C’è, vi assicuro, ed è questa: la prima di oggi è dunque che il 50% dei delegati saranno donne, cosa eccezionale in un paese come il nostro dove esse sono state sempre relegate, non ascoltate, considerate con sufficienza da noi uomini (ed è forse per questo che si sono fatti più numerosi i maltrattamenti contro di loro, compreso gli stupri e gli assassinii?) : Ed invece “l’altra metà del cielo” è in generale molto più affidabile degli uomini. Forse la politica potrà cambiare con l’aumento della loro presenza? mi auguro di si.
 
La seconda buona notizia riguarda la contestazione degli studenti iraniani della principale università di Teheran, cosa importante perché finora solo alcuni studenti elitari si erano permessi di farlo. L’oggetto della contestazione è stato Ahmadinejad. il presidente, ciò che non avveniva da tempo. Mi auguro che questa prima azione divenga un fiume in piena e che sia seguita da una maggioranza degli iraniani che sembra non ne possano più di questi governanti.
 
La terza notizia è che l’Unione Europea finalmente si è mossa non a seguito delle Nazioni Unite. Lunedì prossimo i 27 ministri decideranno rapidamente quali saranno le sanzioni economiche nei confronti della Birmania (Myanmar è il nome dato dai generali e volutamente non lo userò più) affinché condizionino i governanti di questa dittatura assassina e li costringano a cambiare in senso democratico con nuove elezioni, ritirandosi così come fecero i militari in Argentina. Per fortuna le manifestazioni continuano seppur in tono minore, ma queste decisioni internazionali daranno conforto a tutti quei birmani che vogliono essere liberi in una democrazia compiuta.
Io sono particolarmente toccato dai fatti birmani perché nel 1993 sono andato laggiù per alcuni giorni con lo scopo di fare una ricerca per conto della società petrolifera di Stato che è sfociata in un progetto economico-tecnico-logistico volto a realizzare le esportazioni di gas liquefatto dalla principale raffineria che dista 550 km dal porto di Rangoon sul fiume Yangon. In quella occasione mi sono reso conto delle condizioni del paese che, ricco di materie prime e di terra fertilissima, teneva e tiene la popolazione ad un livello di vita fra i più bassi nel mondo.
Ci sono come sempre enormi interessi economici che favoriscono gli accordi con la dittatura che governa, soprattutto da parte cinese e russa, ma non mancano la Francia ed altri importanti paesi occidentali.
 
Basteranno queste sanzioni che si spera siano approvate anche dalle Nazioni Unite (difficile a causa dei quasi sicuri veti della Cina e della Russia) e dai paesi limitrofi?
Secondo me sarebbe necessario mantenere altissima la fiamma delle contestazioni affinché la questione birmana non sia dimenticata e cada nelle pagine interne della stampa con brevi trafiletti…. Le soluzioni non sono facili e vi invito a parlarne fra di voi e con me, se volete.
Intanto lancio un’idea: Tutti i musicisti a livello mondiale, di musica moderna, jazz, classica e del melodramma, organizzino concerti e rappresentazioni in favore della Birmania in tutto il mondo libero, anche per fare pressione in quei paesi dove gli interessi economici dei governanti non favoriscono il cambiamento; e nei paesi confinanti con la Birmania. Questi eventi devono essere continui nel tempo e diventare un tuono assordante al punto di forzare talmente la pressione sui governanti birmani da fargli accettare di permettere ai musicisti di realizzare concerti anche nel loro paese. La musica è una delle cose che può più di altre unire i popoli al fine di promuovere la pace e la serenità.
Cosa ne dite? Avete voglia di provare ad organizzare e dare una mano per realizzare questa idea?
Se ne avete altre, si possono aggiungere, l’importante è arrivare allo scopo.
 
Di Gennaro Aprea (del 26/09/2007 @ 19:23:50, in C) Commenti e varie, cliccato 664 volte)
I “GRANDI” IN TV
 
E’ ormai molto tempo che mi diverto a fare i conti delle apparizioni dei cosiddetti Grandi della Terra e di alcuni Stati sui telegiornali delle varie reti televisive. Ciascuna di queste ha comunque delle preferenze che a mio parere non sono correlate all’importanza di ogni personaggio.
Devo dire che non vedo tutte le televisioni mondiali però, oltre alle 7 più diffuse in Italia, mi collego a Euronews nelle edizioni inglese e francese, alla CNN, a BBC World, ad Al Jazira, ad un’altra rete francese e qualche tedesca.
In effetti ancora non capisco con quale criterio le varie TV mettono in onda le facce dei vari grandi e raccontano ciò che dicono.
Se dovessimo fare un elenco dei vari personaggi che appaiono di frequente, senza stabilire ancora una classifica per importanza, direi che le cose stanno più o meno così:
i)                    George W. Bush – è il capo di stato più importante del mondo perché rappresenta lo stato più potente del mondo
ii)                  Ban Ky -moon è l’attuale Segretario Generale delle Nazioni Unite e spesso ha la responsabilità di parlare a nome di 192 stati del mondo che ne fanno parte
iii)                Barroso è il Presidente della Commissione Europea (27 stati con circa 500 milioni di persone)
iv)                Almunia è il Responsabile economico della Commissione Europea, e tutti sappiamo quanto siano importanti i problemi economici delle nazioni!
v)                  Hu Jintao è il Presidente della Repubblica Popolare Cinese composta di 1,3 miliardi di persone, eletto dall’Assemblea Generale, ma in pratica dai dirigenti del Partito Comunista cinese
vi)                Benedetto XVI è il capo della Chiesa cattolica con più di un miliardo di fedeli
vii)              I musulmani non hanno un papa ma rappresentano una comunità religiosa di 1,4 miliardi di persone in tutto il mondo (più dei cristiani). Le apparizioni di qualche Imam sono comunque rare salvo il capo incontrastato dei musulmani estremisti impegnati a distruggere il mondo occidentale nella jihad (guerra) islamica; mi riferisco al famoso signor Bin Laden che appare ogni tanto quando fa delle dichiarazioni ufficiali, spesso con a lato il suo kalashnikov.
viii)            Gli ebrei non sono molti ma hanno la loro importanza sia in Israele che in tanti altri paesi europei e soprattutto negli USA.
ix)                Vi sono poi i cristiani ortodossi, gli evangelici calvinisti, i valdesi, i seguaci di Geova, e molti altri, tutti poco rappresentati da capi carismatici così come gli ebrei i cui rabbini sono poco conosciuti in TV
x)                  I buddisti costituiscono anch’essi un’importante numero degli abitanti di questo mondo (poco meno di 400 milioni) però il Dalai Lama non appare di frequente in TV
xi)                Infine vi sono i politici italiani, Il Presidente del Consiglio dei Ministri Prodi, Padoa Schioppa e molti (troppi) altri ministri e sottosegretari, i più importanti rappresentanti dell’opposizione, Berlusconi, Casini, Bossi, Fini, i segretari di partiti e partitini, i portavoce, ecc. inflazionano gli schermi televisivi, alcune volte fino alla nausea.
 
Ebbene, sapete quale è il personaggio più gettonato in Italia? E’ il Papa che batte di gran lunga tutti gli altri, alcune volte anche il Presidente del Consiglio e il capo dell’opposizione.
E’ chiaro che Benedetto XVI ed i suoi cardinali fanno il loro mestiere (scusate, missione) ed intervengono/interferiscono nella politica italiana come se niente fosse, però non capisco – e non posso accettare – che sulle reti televisive italiane siano presenti pressoché ogni giorno con delle dichiarazioni che sembrano simili a quelle del papa Pio IX nella seconda metà del 1800. In più, quando succede qualcosa di triste o terribile (es. guerre, rapimenti di preti, di giornalisti, di stragi, ecc.) la soluzione per il Papa è la preghiera, come se fosse la panacea universale di ogni notizia negativa.
Sulle reti non italiane questo Papa appare molto di rado. Invece Bush, Ban Ky-moon, Barroso, Sarkozy, Gordon Brown, Angela Merkel e gli altri che ho già menzionato appaiono quasi ogni giorno, comunque ogni qualvolta sia opportuno e necessario, cosa che invece non succede sulle televisioni italiane.
Insomma vogliamo smetterla di essere così baciapile e tanto provinciali? Non c’è nessuno che si ribella a questa situazione che a me sembra un’assurda farsa?
 
 
 
Di Gennaro Aprea (del 24/09/2007 @ 18:00:19, in C) Commenti e varie, cliccato 745 volte)
UN EDITORIALE PER SFOGARMI UN PO’
 
Ieri ho letto uno dei migliori articoli di Eugenio Scalari che scrive ogni domenica su Repubblica. Consiglio a chi non ha avuto la possibilità di leggerlo, di procurarselo in qualche modo. Ha preso lo spunto da uno dei più importanti successi di Fellini, “Prova d’orchestra” che è servita da metafora per rappresentare la confusione che regna nell’Italia della politica.
Non ho alcuna intenzione di sostituirmi ai giornalisti professionisti che scrivono sulla stampa o creano testi e immagini per la radio e la televisione, anche se ne critico alcuni per notevoli divergenze di idee. Non sono un professionista, solo una persona che cerca di guardarsi intorno a se. Quindi la principale ragione per cui continuo a scrivere questi brevi pezzi è che sento il bisogno di esprimere qualche mio parere o fare dei commenti su ciò che succede intorno a tutti noi.
Evidentemente le cose importanti le leggete ascoltate e vedete e non solo alla radio e in televisione, ma anche per la strada. E in questo periodo il numero dei fatti negativi è aumentato considerevolmente per non dire che ne siamo tutti stufi.
Spesso parlo di piccoli fatti, persino insignificanti. Alcune volte trovo l’estro di divertirmi a prendere in giro qualcuno o qualcosa criticando più o meno amabilmente. Ritengo però che queste cose piccole siano significative perché rispecchiano un atteggiamento o un comportamento che si ripete nelle cose grandi.
Per esempio qualche giorno fa ho parlato di un piccolo episodio che riguarda Rodano, il comune dove vivo, criticando la mancanza di attenzione dell’amministrazione comunale sul rifacimento di strisce che delimitano i posti macchina per i posteggi. Non è la prima volta che lo faccio ma ritengo che se questi comportamenti pressappochistici o che mostrano incompetenza sono ripetuti, mi sembra logico pensare che le stesse persone agiscano nella stessa maniera anche quando devono decidere su cose importanti.
 
Per cambiare discorso – si fa per dire - vorrei anche spezzare una lancia in favore delle persone meno giovani. In questo periodo sentiamo parlare di “valium” e di “Alzheimer”, sentiamo che i politici si devono rinnovare, che i vecchi se ne devono andare per lasciare posto ai giovani.
Io qui non voglio difendere nessuno in particolare, però sembra che i giovani che entrano in politica o in azienda risolveranno tutti i problemi del Paese e delle aziende. E’ diventato ormai uno slogan vincente.
Ebbene, non parlo delle persone della terza o quarta età come me (che ormai mi considero fuori giuoco), ma dei cinquantenni e qualcosa di più. Sono convinto che la percentuale di persone preparate e oneste di questa età è decisamente superiore a quelle di età dai 20 ai 35 anni.
Ma facciamo un esempio che riguarda i politici. Quelli giovani che sono in politica da pochi anni hanno imparato o stanno imparando da quelli (di quasi tutto l’arco politico) che già siedono in Parlamento o nei Consigli Comunali, Provinciali, Regionali, in RAI, e in tutte quelle organizzazioni pubbliche o semi-pubbliche dove i politici hanno infilato i loro amici. Cosa imparano? gli stessi comportamenti che noi critichiamo in quelli che prendono l’aereo per andare a seguire un gran premio di Formula Uno, che fanno la raccomandazione in favore di amici o parenti prendendosi anche un “regalino”, ecc.
Senza essere qualunquista, ho purtroppo la netta impressione che siano diventati maggioranza con l’andar del tempo, cioè che quelli onesti e preparati che vogliono fare il bene della comunità siano diventati purtroppo un numero esiguo.
Come uscirne? Nuove elezioni? Sono certo che non risolverebbero il problema perché non sappiamo a chi dare il voto visto che la popolarità e la capacità del centro-destra è anch’essa in cantina. E la ragione di questa situazione è che gli italiani in generale non si interessano alla politica perché la cosa più importante è il calcio, il gossip, l’isola dei famosi, e chi più ne ha più ne metta.
Solo in periodo di elezioni qualche volta discutono al bar così come fanno per il calcio e quando vanno nell’urna fanno solo la croce sul simboli del partito senza sapere veramente chi è la persona che lo rappresenterà nei vari consessi (che siano scelti dai partiti o non), salvo poi criticarli ripetendo pedissequamente qualche titolo di articoli di giornale sul quale sorvolano andando a leggere se Kakà ha giocato bene la palla, oppure ascoltando distrattamente i telegiornali quando parlano di politica, in impaziente attesa della notizia del prossimo processo per assassinio o del prossimo stupro.
Poveri noi italiani. A che punto siamo arrivati! Sono molto disgustato e se fossi più giovane sicuramente me ne andrei in un altro Paese europeo, non certamente negli Stati Uniti. Eppure in fondo in fondo ho ancora una piccola speranza che qualcosa di buono succeda, che qualcuno o qualcosa riesca a darci la sensazione un barlume di cambiamento in positivo  Sono un ottimista, lo so, ma non si sa mai….
C'è un piccolo primo esempio a Venezia. Su iniziativa del Sindaco Cacciari,  molti cittadini volenterosi si sono attivati nel "Servizio decoro della città". Cioè non si sono messi a dirre "vaffa" ai turisti che sporcano, vanno in giro a torso nudo, si stendono per dormire o a bivaccare sui marciapiedi, ecc. In altre parole fanno attvità positiva, se necesssario facendo intervenire i vigili urbani. Come anche quei tifosi che hanno fermato e consegnato agli steward quel "tifoso" che aveva lanciato un petardo in campo....Fusse che fusse la volta bbona, che gli italiani comincino a cambiare atteggiamento?
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 22 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (135)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (105)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (91)
M) Satira e Umorismo (64)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< marzo 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600