Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : F) Questa è l'Italia (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 19/01/2011 @ 10:58:23, in F) Questa è l'Italia, cliccato 571 volte)
BUROCRAZIA GENTILE DEL SSN
 
Qualche giorno fa, scivolando malamente, sono caduto con tutto il peso del corpo sul pollice sinistro e ciò mi ha dato molto fastidio perché sono mancino. Di conseguenza, dopo pochi minuti è diventato come un peperone, prima rosso. poi viola, senza poterlo più utilizzare.
Il medico di base che ho avuto la fortuna di vedere quasi subito dopo, mi ha consigliato di andare al Pronto Soccorso del più vicino ospedale.
Ci sono andato la mattina dopo perché ormai era buio e c’era nebbia fitta dalle mie parti.
Appena arrivato mi sono avvicinato allo sportello che ha voluto la tessera del Servizio Sanitario Nazionale e l’infermiere al di là del vetro mi ha detto di accomodarmi ché mi avrebbe chiamato.
Dopo circa un quarto d’ora mi ha chiamato e mi ha ridetto di accomodarmi nel suo ufficio (quello al di là del vetro dello sportello) ed ho atteso un altro quarto d’ora.
Poi è venuto e mi ha chiesto tutte le generalità che ha scritto sul PC e mi ha detto di rimanere seduto finché non mi avesse chiamato il dottore che stava nella stanza adiacente, impegnato con altri infortunati.
Dopo un altro quarto d’ora il medico mi ha chiamato ed ha osservato il ditone chiedendomi di muovere le falangi, cosa che io ho tentato di fare invano perché era gonfio e dolorante, nonostante la sera prima avessi raffreddato il dito con le comode buste che contengono un liquido che si raffredda nel congelatore. Sentenza: forse è rotto.  Ed ha compilato un altro modulo intitolato “Riage di Pronto Soccorso” in cui sono stato “classificato” di colore verde perché avevo diritto alle cure prestate dopo i casi più urgenti - il rosso ha priorità assoluta e per il giallo c’è il massimo impegno per ridurre l’attesa.
Poiè arrivata una gentilissima infermiera che mi ha indicato un slargo in fondo a un corridoio dove c’erano delle poltroncine, invitandomi ad accomodarmi
Mi hanno raggiunto altri due infortunati ai quali era stata somministrata la stessa gentile procedura ed abbiamo aspettato: mezz’ora.
Poi è ritornata e ci detto di seguirla in un’altra sala a circa 15 metri di cammino dal punto di partenza dove c’erano altre poltroncine dove naturalmente ci ha detto di accomodarci, ché saremmo stati chiamati.
Dopo poco si unita a noi una quarta persona infortunata.
Ho notato che c’era un solo infortunato rosso su una barella che ha aspettato più di noi nonostante fosse arrivato prima.
Dopo altri 20 minuti è uscita un’altra infermiera chiedendo se venivamo dal Pronto Soccorso o dalla ASL. Alla nostra risposta “Pronto Soccorso” uno di noi ha chiesto le ragioni di questa domanda. Risposta: “siamo in due a fare le radiografie; uno è addetto al P. S., il secondo alla ASL”. Mio commento: “se ci sono due persone della ASL e dieci del P.S.,  le radiografie sono eseguite solo dalla persona che si occupa del P.S. oppure ambedue fanno le radiografie per il P.S.?....un breve segno di assenso ma nessuna risposta verbale ed è rientrata.
Poi ci ha chiamato uno per volta (ovviamente) io per primo, e ci ha fatto le radiografie.
Infine – ma mica tanto alla fine – ci ha riaccompagnato alla precedente area di sosta e ci ha detto di accomodarci e di attendere.
Dato che la cosa si faceva lunga, abbiamo cominciato a parlare fra di noi e, a furia di raccontarci le disgrazie che ci erano capitate, siamo diventati quasi amici
Dopo altri buoni 40 minuti, un nuovo medico ci ha chiamato uno per volta nello stesso ordine, cioè io per primo, e ci ha dato il referto verbale.
Per quanto mi riguardava, per fortuna il pollice non era rotto. Gli altri, tutti “verdi” come me, si sono riaccomodati in attesa di ulteriore chiamata che finalmente è arrivata. Però questa volta sono stato l’ultimo ad essere chiamato e finalmente un terzo medico mi ha consegnato altri tre fogli che costituiscono il “Verbale di P. S.” ed il “Referto di consulenza” con le cose da fare (medicine e raffreddamento del dito) il tutto per 5 giorni. Poi mi ha fatto una splendida fasciatura da conservare per gli stessi 5 giorni. “Alla fine – mi ha detto - il dito sarà ancora blu, ma non ci faccia caso; faccia un po’ di esercizi…ha avuto comunque una bella botta”. Finalmente sono uscito con una cartellina contenente 6 fogli, compreso quello della privacy)
Erano passate 4 ore abbondanti ed eravamo 4 verdi e 1 rosso.
Hanno partecipato 3 infermieri e 3 medici, quasi tutti gentilissimi.
Abbiamo un Servizio Sanitario Nazionale eccellente.
Se mi dovesse capitare una cosa simile, mi procurerò prima un apparecchio portatile
per le radiografie, chissà se questa soluzione non farebbe risparmiare tempo, medici infermieri e denaro al SSN ….
A proposito: non ho pagato niente, neanche il ticket !
 
Di Gennaro Aprea (del 18/12/2010 @ 19:14:52, in F) Questa è l'Italia, cliccato 672 volte)
PACCHI SORPRESA
 
Ho copiato questa lettera – perché penso che più lettori debbano conoscerne il contenuto -  da una di quelle indirizzate al Direttore dei giornali, in questo caso da La Repubblica del 16 dicembre. Mi sono permesso di inserirla perché rappresenta, nella sua semplicità, uno degli esempi-sintomi più marcati di dove è andata a finire l’Italia in mano a chi gestisce la cosa pubblica, semi-pubblica e privata.
 
Ho ricevuto nei giorni scorsi un pacco speditomi da mio figlio dal Giappone contenente delle foto della nipotina e che attendevo con tanto piacere. All'atto della consegna del pacco, l'addetto alla consegna (Ditta spedizioni Ems International ) chiede il versamento per diritti di dogana di 75 euro! Rifiuto il pagamento e respingo il pacco. Chiamo il call center di Ems Italia ed una gentile signorina mi conferma la richiesta del pagamento poiché, ogni 10 pacchi provenienti dall'estero circa la metà vengono aperti ed ispezionati dai funzionari di dogana e questa operazione ha un costo, mentre quelli non sottoposti a verifica vengono consegnati senza alcun esborso. Il mio pacco è stato rimandato al mittente. Francesco Alliata da Palermo”
 
 
Possiamo fare qualcosa per cambiare questa situazione? Io lo saprei ma, prima di dirlo, mi piacerebbe leggere qualche parere dei lettori che ringrazio anticipatamente.
E, visto che siamo nel contesto, anticipo gli auguri a tutti i miei lettori di feste serene ed
un ottimo 2011
 
Di Gennaro Aprea (del 17/12/2010 @ 10:50:57, in F) Questa è l'Italia, cliccato 563 volte)
LA RAGIONE INESPRESSA
 
In questi giorni abbiamo sentito, visto e letto molto sulle ragioni dei parlamentari “transfughi”, ipotizzando le peggiori malefatte sia dei maschietti che delle femminucce.
Qualcuno ha pagato le “rate del mutuo”? Hanno ottenuto “stipendi fasulli”? “Poltrone”?, come ha scritto, fra tanti altri, Barbara Spinelli nel suo magnifico articolo di mercoledì 15.
Forse le due “futuriste” avranno ulteriori vantaggi, sicuramente un buon posto in lista alle prossime elezioni.
Non ho letto, sentito, ascoltato dal vivo in TV altre ragioni; forse qualcuno lo ha già detto o scritto e non ne sono al corrente; ma io penso che numerosi parlamentari abbiano più volte espresso il loro fermo parere che le elezioni non erano auspicabili….”in questo momento così grave della situazione dell’Italia”…..perché sotto sotto pensavano che andare alle elezioni a breve non li avrebbe messi in grado di ottenere il cosiddetto vitalizio, cioè la pensione che tanto costa a noi contribuenti, oltre a tutti i “favori” aggiunti.
Forza ragazzi e ragazze! Ce la farete ad arrivare fino alla fine della legislatura, o anche meno se eravate già stati eletti nel precedente parlamento (per chiarimenti su quest’ultima frase andare su un motore di ricerca e scrivere “pensioni dei parlamentari”)
E così sarà contento anche il nostro beneamato presidente del consiglio dei ministri.
Intanto io ho trovato un bel posticino sulla riva del fiume ed attendo il cadavere che sicuramente passerà, certamente accompagnato da altri colleghi.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 164 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (13)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (109)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (98)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< gennaio 2023 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600