Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 23/09/2012 @ 18:16:05, in C) Commenti e varie, cliccato 812 volte)
QUESTI POLITICI...



Qualche mattina fa ho ascoltato alla radio una breve intervista all’Onorevole Beppe Fioroni che mi ha dato da pensare. Nell’intervista questo signore cercava di spiegare le difficoltà dei rapporti fra i politici rappresentanti dei partiti - si riferiva a Bersani e Casini  ma non ha mai pronunciato i loro nomi né quello dei loro partiti – perciò vi dico alcune delle sue parole: “...fra l’area moderata e quella riformista è in atto un avvicinamento, reso difficile dalla situazione.....”. 
Mi è venuto spontaneo il pensiero che non tutti gli ascoltatori della radio sono lettori di stampa varia (questi ultimi sanno cosa significano questi aggettivi), anzi sono proprio una piccola minoranza quelli che associano queste definizioni ai due partiti di cui voleva parlare Fioroni. Allora cosa avranno pensato ascoltando questo vecchio DC, PPI, Margherita e oggi PD? A mio modesto parere avranno pensato: ma chi sono questi “moderati”?.... e chi sono i “riformisti”? se ci sono i moderati, perché non si chiamano “smoderati” o “esagerati” invece che riformisti? (a proposito, c'è anche un altro partitino, uno dei tantissimi presenti in Parlamento, che si chiama "Riformisti Italiani": sono forse loro?). Insomma parlare solo per i più acculturati è la caratteristica dei vecchi politici che dovrebbero invece saper parlare ai cittadini in modo chiaro e semplice; e invece parlano alla radio come se parlassero fra di loro in Parlamento in politichese.....e che dire dell’atto di avvicinamento che ci ricordano tanto le “confluenze parallele” di democristiana memoria?
Allora qualche volta ha ragione Matteo Renzi, certamente nel caso ormai irrisolvibile di Beppe Fioroni che certamente deve essere rottamato. Comunque il nostro Matteo non dovrebbe fare di tutta l’erba un fascio. In altre parole la rottamazione non dipende dall’età, ma dall’intelligenza, dall’esperienza positiva, dalla cultura (non solo politica) e dall’onestà, anche intellettuale, delle persone che vogliono fare politica.
 
E, a proposito di Renzi, nel suo discorso di qualche giorno fa, fra l’altro, ha detto: ...“Se Bersani crede che sono berlusconiano, che sono berlusconiani tutti i sindaci del centrosinistra che mi appoggiano, che lo sono i 6 mila volontari che hanno già dato la loro disponibilità, è davvero fuori strada...”
e più avanti:
“....Poi sarebbe bene che la Fiat ogni tanto producesse una macchina, possibilmente buona....».
Mio commento: sulla prima frase ha mancato tutti i congiuntivi: io sia, siano e lo siano. Non posso pensare di avere un Presidente del Consiglio dei Ministri che si esprime e scrive in questa maniera pensando ai contatti che avrebbe normalmente con altre personalità straniere che conoscono bene la lingua italiana. Per esempio Jean-Paul Fitoussi, famoso economista francese, consulente di governi e docente in Francia e in Italia (LUISS) nonché Consigliere di Amministrazione di Telecom e Banca Intesa-San Paolo; per non dire dei contatti con tutti i giornalisti che lo intervisterebbero e lo tradurrebbero per i loro giornali, i quali stanno attenti anche a queste cose. Tutto ciò beninteso se Renzi vincesse le primarie del PD e poi le elezioni.
Aggiunta di oggi venerdì 28/9 causa impegni vari: lunedì 24, per caso, mi è capitato di vedere ed ascoltare, mentre stavo facendo zapping fra una rete TV e un'altra, un signore dal marcato accento straniero che non conoscevo, calciatore, che commentava una partita ; mi è rimasto impresso il nome: BERHANI (poi ho saputo che era del Napoli). Ma la cosa più impressionante era il suo italiano, perfetto, e con tutti i necessari congiuntivi al loro posto. Berhani batte Renzi tre a zero.
Sulla seconda dissento in assoluto; non è vero che da quando c’è Marchionne le Fiat e gli altri modelli del Gruppo siano inaffidabili: lo testimoniano le tecnologie all’avanguardia, il design e le garanzie che la Fiat da oltre i limiti di legge, nonché il parere di eminenti giornalisti specializzati del ramo. Le ragioni delle basse vendite e percentuali in Europa dipendono a mio parere soprattutto da una non ottimale strategia e comunicazione di Marketing (promozione, pubblicità, politica dei prezzi, rete di vendita, ecc.) in Italia ed in Europa. Non dobbiamo dimenticare invece che Marchionne ha ereditato in Italia dai suoi immediati predecessori (per es. il vecchietto che ora lo critica senza aver capito che ormai la situazione è cambiata rispetto ai suoi tempi) una percentuale di 23-24% del mercato ed ha portato la Fiat oggi al primo posto con il 30-31%. Ed è difficile far cambiare idea agli italiani-esterofili ormai da molti anni; per non parlare degli altri automobilisti europei che considerano ormai inaffidabile tutto ciò che è italiano. A ciò si aggiungono anche alcuni comportamenti negativi dell’Amministratore Delegato della Fiat che ha disamorato gli acquirenti di auto del Gruppo FIAT: ne conosco molti che cambiando auto hanno detto più o meno: “vaffa ‘n culo Marchionne, sei uno stronzo, stavolta mi compro una straniera.”
Allora, caro Renzi, come la mettiamo? Cerca di informarti bene prima di aprire bocca e darle fiato! Non credere che i tuoi ascoltatori-lettori siano tutti dei babbei che ingoiano qualsiasi frase dei politici come te e molti altri, indipendentemente dall’età.
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 25/09/2012 @ 16:25:04, in C) Commenti e varie, cliccato 671 volte)
QUANTO SAPEVA? DA QUANDO SAPEVA?



Fra ieri sera e oggi tutti i media hanno parlato e parlano delle dimissioni della Presidente della Regione Lazio e delle sue dichiarazioni.
C’è qualcosa di queste dichiarazioni che a me non quadra e non mi sembra che, sicuramente non in televisione/radio e non so se su qualche giornale che non leggo, siano mai stati fatti dei commenti che invece a me vengono spontanei nelle domande del titolo.
Ho sentito con le mie orecchie queste frasi delle Signora Polverini:
“...ho visto che le ostriche viaggiavano comodamente in tutta la Regione prima di me...”, cioè vuole dire durante la Presidenza Marrazzo? come hanno subito chiarito i media
E ancora: “...sapevo che erano tanti soldi ma non sapevo quanti fossero...”
 
Domanda: quando era la sindacalista responsabile della UGL, già si occupava di analizzare i comportamenti dei Consiglieri regionali al tempo di Marrazzo? Se si, perché non ha mai denunciato questo andazzo? e quanto ne sapeva? Bah ....mi sembra proprio strano questo suo comportamento.
Ho l’impressione invece che ha capito che “le ostriche viaggiavano” dopo l’inizio o durante la sua presidenza; ma forse ha ritenuto fosse meglio non scoprire la pentola del marcio e i suoi colleghi di partito ladroni per solidarietà e perché avrebbe sputtanato il PDL, cosa che poi è successa in crescendo, appena i magistrati hanno cominciato ad indagare. Certo è che i capintesta del partito preferivano mettere tutto a tacere, sia Berlusconi (che ha detto che il PDL non è alla deriva!) né Alfano, né i colonnelli ex AN ed ex socialisti i quali tutti preferivano che Polverini conservasse il suo incarico risolvendo lei stessa i problemi creati dal comportamento dei consiglieri, così avrebbe fatto anche la bella figura di moralizzatrice...!.
Se i magistrati non avessero indagato e accusato il Batman, avrebbe mai la ex Presidente preso l’iniziale posizione di accusa verso i consiglieri regionali affermando di voler interrompere questo andazzo?
Quasi subito i media hanno detto: “ ma il Presidente non deve forse controllare e denunciare le malefatte dei suoi colleghi?”.
Insomma, ho la netta impressione che le sue dichiarazioni di non coinvolgimento siano veramente delle scuse mal poste per non essere coinvolta nel marcio che la circonda e che conosceva benissimo da tempo senza alzare un dito per interromperlo. Il che significa che tutto ciò che ha detto e che dirà sono delle emerite baggianate!
Voi che ne dite?
 
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 
Di Gennaro Aprea (del 29/09/2012 @ 10:37:24, in L) Zero-carbonio, cliccato 554 volte)
UNA VOLTA DI PIÙ, AZIENDE E OPERATORI SI DISINTERESSANO ALLE OPPORTUNITÀ OFFERTE DALLE ENERGIE RINNOVABILI

 
Giovedì 27 settembre sono andato in Camera di Commercio a Milano per ascoltare un interessante “Rapporto sul Biogas e Distretti Rinnovabili della Lombardia”, organizzato in collaborazione fra la CCIAA e il Politecnico di Milano. L’impegno era solo per la mattina.
Non sto qui a dare dettagli sui vari interessanti argomenti trattati dai 5 relatori i quali hanno sottolineato che la Lombardia è al primo posto fra tutte le Regioni italiane per l’uso del biogas derivante dalla combustione di legna, rifiuti (differenziati) e discariche.
Fra l’altro, il Responsabile dell’Energy Group del Politecnico, Prof. Ing. Vittorio Chiesa ha relazionato accuratamente sullo “Stato delle energie rinnovabili in Italia e in Lombardia”.
Una delle piccole cose che è saltata all’occhio è che l’industria italiana delle stufe e caldaie che utilizzano la biomassa legno (di tutti i tipi) ha un mercato in Italia che è molto inferiore a quello estero, soprattutto europeo, il quale importa da noi grandi quantità di queste apparecchiature ad alta tecnologia.
Ma ciò che mi ha fatto più impressione è che la Sala Consiglio della CCIAA che ha una capacità di più di 100 posti era pressoché vuota: all’inizio vi erano 30 persone, me compreso che sono un ascoltatore anomalo ed alcuni studenti; alla fine erano 19!
Articolo Leggi l'articolo   Storico Elenco Storico Articoli  Stampa Stampa
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 156 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (143)
COMMENTI E VARIE (2)
D) Guerre (13)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (109)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (98)
M) Satira e Umorismo (64)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< gennaio 2023 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600