Omografi? Contatti
Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page : Storico : M) Satira e Umorismo (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 06/10/2006 @ 16:58:25, in M) Satira e Umorismo, cliccato 723 volte)
Ho fatto un sogno…..
 
Non sogno spesso ma oggi, subito dopo il solito gracchiare della sveglia alle 6 che ho spento immediatamente perché avevo voglia di stare un po’ di più al calduccio in questa prima mattina fresca d’autunno, mi sono riaddormentato e ho sognato di fare un’intervista all’onorevole Tremonti. Non ricordo bene tutto ma, prima di dimenticare le vaghe scene di un sogno, mi sono messo subito davanti al PC.
Eravamo in casa mia, stranamente a New York, non so nemmeno come l’ex Ministro vi era arrivato, io ero ancora in pigiama e intorno a me vi erano molte persone, credo dei giornalisti, di cui non afferro l’identità, salvo un paio di americani famosi del New York Times. e del Washington Post.
Prima di cominciare sono andato in cucina e gli ho preparato un caffè, alimento che amo moltissimo e che i miei ospiti apprezzano. Mi ha ringraziato e mi ha subito detto: “sono a sua disposizione per tutto il tempo che vuole”, cosa che mi ha meravigliato molto – e gliel’ho fatto notare – perché di solito le persone importanti non sono propense a perdere molto tempo con gli sconosciuti.
Domanda: L’altro ieri il Ministro Visco ha detto: “Questa finanziaria è la tassa di successione lasciata da Tremonti”. Cosa ne dice?
Risposta: No comment
D. Ha letto ieri l’articolo di Scalfari su Repubblica? Ha qualche commento da fare?
R. Mi sembra che Scalfari non abbia colto nel segno, comunque vi sono delle affermazioni oscure
D. Perché oscure?
R. No comment
D. Lei è Professore universitario alla facoltà di Giurisprudenza. Non so bene di che, ma immagino che sia di Diritto Tributario. Dal curriculum vitae che appare su Internet, sembra che ella sia laureato in Giurisprudenza e che la sua professione è quella di avvocato. Mi può dire se ha mai sostenuto un esame di Politica Economica e Finanziaria? (che comportava per noi laureati in Economia e Commercio di aver gia sotenuto con successo 2 esami di Economia, 2 di Statistica, 2 di matematica finanziaria e attuariale,1 di storia econimica, 1 di geografia economica, 1 di Scienza delle Finanze e Diritto finanziario dello Stato, 1 esame di economia e politica agraria, 2 esami di Ragioneria, in cui vi è anche quella degli istituti pubblici, 1 esame di tecnica bancaria, 1 esame di tecnica industriale e commerciale)
 
All’improvviso il mio interlocutore si è trasformato nel Ministro Padoa Schioppa, così mi sono messo a cercare Tremonti invano in tutta la casa; sono andato persino in cantina in garage e in lavanderia. Quando sono tornato su era di nuovo al suo posto e mi è sembrato perfettamente normale, ma non ho ricevuto risposta alla domanda.
Allora mi sono permesso di insistere:
D. Onorevole, ma come ha fatto a fare il Ministro dell’Economia se non si era mai occupato di Politica Economica e Finanziaria. Non crede che avrebbe dovuto limitarsi a fare il Ministro delle Finanze?
R. Vede lei ha ragione, ma solo in parte; deve infatti sapere che quando ho assunto la carica di Ministro dell’Economia raggruppando i Ministeri del Bilancio, del Tesoro e delle Finanze – quindi facendo risparmiare lo Stato – ho pensato che quella sarebbe proprio stata l’occasione per me di capire finalmente qualcosa di economia e di strategia economica dello Stato. Per quasi 5 anni, non tutti a causa di Siniscalco e di chi lo ha voluto mettere al mio posto, ho imparato moltissimo, e si è visto! Ma non mi basta: alle future elezioni che sicuramente saranno tenute a breve scadenza, il Grande Premier mi ridarà l’incarico e sicuramente completerò il mio studio. Guardi, dopo 5 anni sarò sicuramente pronto a sostenere anche un esame di Politica Economica e Finanziaria con il chiarissimo Professor Francesco Parrillo…
 
A questo punto l’ho interrotto immediatamente dicendo: “Ma onorevole, il Professor Parrillo, quello con il quale io ho sostenuto l’esame più di 50 anni fa, è morto da un pezzo…
 
Non mi ha badato – e credo che non mi abbia nemmeno sentito - e ha continuato:
Non si preoccupi, la Casa delle Libertà è forte e può fare tutto, a patto però di cambiare subito la legge elettorale della Lega!
Improvvisamente è entrato Calderoli ed io mi sono francamente spaventato perché mi è venuta una paura terribile che mi prendesse per un extrapadaniatario, come in effetti sono, e mi mettesse subito in un campo di concentramento in un’isola dei Caraibi. La paura è stata talmente grande che mi sono svegliato.
 
E mi sono messo a ridere: ma come si fa’ a sognare certe cose che non stanno né in cielo né in terra?
 
 
PS – Forse ho capito la ragione di questo sogno strano. Qualche giorno fa sono stato a Pisa, invitato dal Rettore dell’Università per le “nozze d’oro” con la laurea, ed ho parlato del Professor Parrillo con un vecchio collega rincontrato là.
 
 
 
Di Gennaro Aprea (del 24/02/2007 @ 17:57:42, in M) Satira e Umorismo, cliccato 684 volte)
IL FATTORE ”I” – Teoria sull’Imbecillità
 
Il 22 febbraio ho seguito, come spesso faccio, la trasmissione di Corrado Augias su RAI3 che si chiama “Le storie, diario italiano”. Era ospite un professore universitario di Pisa, Piero Paolicchi (non sono riuscito a trovare una sua foto), che insegna psicologia sociale e che ha appena pubblicato un suo libro (presentato in questa trasmissione) che si intitola appunto “Il fattore I”, dove “I” sta per imbecillità.
Mi sono divertito moltissimo perché capitava proprio nel giorno in cui il Governo Prodi è caduto a causa di alcune defezioni di senatori della maggioranza e dei senatori a vita…così mi è venuto spontaneo un pensiero, cioè che la percentuale di imbecilli fra gli uomini politici sta paurosamente aumentando (alcuni hanno detto che è un complotto degli USA , del Vaticano e della Confindustria, altri hanno azzardato ad affermare che sono stati pagati…!).
Sembra – è forse vero? – che alcuni di essi tendono con tutte le loro forze a far ritornare la CDL al governo, forse perché sono convinti che questo futuro governo, ragionevolmente presieduto da Berlusconi, ritiri i nostri soldati dall’Afghanistan come primo atto di buona volontà, e che di conseguenza la politica estera italiana si discosti da quella degli Stati Uniti, ecc. ecc.
Nella trasmissione, fra l’altro, ho visto un diagramma che voglio ripetere perché è eccezionalmente dimostrativo della situazione sociale che si è venuta a creare con punte parossistiche non solo in Italia, ma anche in molte parti del mondo, occidentale, orientale, medio orientale, e chi più ne ha più ne metta, grazie alla globalizzazione.
 

 

Nell’area in alto a sinistra vi sono gli intelligenti i quali con forza crescente (sia in ascissa dal centro zero verso  sinsistra (+) che in ordinata verso l’alto, fanno del bene e l'interesse di se stessi e del prossimo; nell’area sottostante vi sono i banditi i quali con le stesse modalità crescenti o decrescenti fanno del bene a se stessi, sempre in ascissa, e del male crescente verso gli altri in ordinata (-) verso il basso. Il quadrante in alto a destra contiene gli sfortunati che fanno l'interesse degli altri e poco o niente per se stessi, mentre nell’ultimo quadrante in basso a destra vi sono gli imbecilli che fanno del male a se stessi e agli altri.

I commenti significativi che ho ascoltato sono che purtroppo i banditi e gli imbecilli sono in aumento, i secondi con maggiore velocità rispetto ai banditi, e che – udite udite – che gli imbecilli sono più pericolosi dei banditi! Quanto è vero, ahimè!   
Lunedì vado a comprarmi questo libro che dalla dimensione deve essere piacevole e facile da leggere, non un mattone come spesso sono quelli dei professori universitari.          
 
Di Gennaro Aprea (del 28/02/2007 @ 19:13:42, in M) Satira e Umorismo, cliccato 611 volte)
I PROFESSORI MICHELE SERRA E ANTONIO CORNACCHIONE
   
Ieri ho visto in televisione, non so più in quale trasmissione e canale, l’ineffabile Bondi di Forza Italia affermare, mentre parlava ad un avversario politico, che in Italia vi erano stati due colpi di stato, uno nel 1996 e l’altro nel 2006, cioè quando il centro-sinistra ha vinto le elezioni politiche.
Questo è uno solo dei tanti esempi di frasi ad effetto che numerosi signori della parte politica che si identifica con il centro-destra sparano in televisione durante le loro dichiarazioni, oppure quando i giornalisti li intervistano. Io penso che siano bravissimi, ma dove le hanno imparate? Sono quasi certo che abbiano appreso queste tecniche all’Università della satira dove vi sono due “chiarissimi” professori, Antonio Cornacchione che vediamo fra l’altro nella trasmissione di Fabrizio Fazio “Chetempochefa” su RAI 3 il sabato sera, e sulle eccezionali lezioni di critica mordace che Michele Serra ci dà settimanalmente su L’espresso nella sua rubrica intitolata “Satira preventiva”. Ambedue i professori, ciascuno con il suo stile, riescono ad esprimere delle fandonie paradossali che riescono a deliziarci e che ci muovono alla risata, cosa che – come dicono i medici e come spesso ripeto – fa’ bene alla salute
Insieme a Bondi, Bonaiuti, Cicchitto e Schifani e soprattutto Tremonti, vi sono degli altri alunni che non frequentano regolarmente, Casini, Fini, Rutelli ed altri, che quindi non sono molto abili, cui si aggiungono Pannella e molti altri esponenti delle due parti politiche, per non parlare di alcuni Senatori emeriti. Il capoclasse è certamente Silvio Berlusconi, ma qualche volta, quando è assente per malattia, vi sono dei vice.capoclasse della sinistra. Insomma chi più ne ha più ne metta.
Non mi prendete per qualunquista, vi assicuro che non è nella mia natura. Purtroppo non   possiamo che lamentarci di queste situazioni che investono molti, troppi politici. Sono convinto che ci sono molte persone serie e affidabili – ma che non sono state mai ammesse all’università dove insegnano Serra e Cornacchione – le quali, quando parlano, dicono cose sensate che non fanno affatto ridere; e ce ne sono sia a sinistra che (un po’ meno) nel centro destra. Poi ci sono i baciapile….ma questo è tutto un altro discorso.
Comunque sono arrivato a questa conclusione dopo un lungo periodo di ascolto di fandonie paradossali, cioè di dichiarazioni demenziali e puerili, che mi facevano andare in bestia (mi ritrovavo a strillare con lo schermo della televisione); poi, pian piano, a furia di ascoltarle, ho capito di aver sbagliato e che questi signori spesso le fandonie le dicono deliberatamente per far presa sugli ascoltatori – e ci riescono pure - così il mio atteggiamento si è modificato. Mi sono messo prima a sorridere, poi a ridere, così ho deciso che mi mettono allegria come i Professori del titolo.
Vi invito ad ascoltarli attentamente e a dirmi se condividete il mio punto di vista….in fondo è bene prendere la vita con allegria altrimenti, se vediamo tutto nero – e ci sono molte notizie che ci intristiscono da tutto il mondo - ci roviniamo l’intera giornata! ….in alternativa possiamo spegnere la televisione, non ascoltare la radio salvo per le musichette di ogni genere, non leggere più giornali e settimanali, ecc., ma questo non va bene affatto.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 270 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (129)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (104)
G) Ricette (8)
H) Rodano (41)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (90)
M) Satira e Umorismo (56)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600