Omografi? Contatti
Il Blog di Gennaro Aprea: commenti sulle notizie, pensieri e idee dell'autore.

 

Questa è la pagina che si svilupperà di più divenendo simile ad un blog. E diventerà una serie di pagine e di articoli.

 

Scriverò di tutto su tutto, cose importanti e cose futili e banali, su alcuni punti mi attirerò gli improperi di molte persone che la pensano all’opposto di me; queste molte persone in alcuni casi, per esempio il calcio, sono la maggioranza degli italiani.

 

Le critiche saranno tutte ben gradite ma non vorrei che le discussioni divenissero uno scambio di parolacce, come purtroppo succede spesso in Italia, anche, e soprattutto ahimè, in televisione. Mi ritengo una persona civile quindi non intavolerò alcuno scambio di idee con quel tipo di persone che parlano male ed "ipocritamente in televisione le loro parole sono coperte da fischietti vari". Alcune volte una parolaccia ci può anche stare, ma non deve diventare un intercalare abituale ed essere usata con l’unico intento di offendere.

 

Sono un puritano e conservatore? Non mi considero tale nonostante quanto ho appena detto, anzi…...

 

Home Page - Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page
 
Di Gennaro Aprea (del 22/11/2020 @ 12:17:31, in C) Commenti e varie, cliccato 1 volte)
LE PERSONE, I DISABILI E LE DISABILITA'
 
Quando si incontra un disabile la nostra reazione può essere la più varia: compassione, pietà, pena, compatimento, commiserazione, simpatia, o antipatia, solidarietà; insomma mille altre sensazioni differenti da persona a persona che non so immaginare. Tutto ciò accade alla vista od anche in un'occasione di parlare con loro. E i disabili sono  purtroppo numerosi.
Pensate ai ciechi, agli anziani sulla via dell'Alzheimer o del Parkinson, a quelli costretti su una sedia a rotelle o senza un braccio o una mano; e si potrebbe continuare ad elencarli a lungo,  includendo sia i giovani che le persone in età avanzata.
 
C'è però una disabilità che non appare a prima vista, spesso neanche dopo qualche minuto dall'incontro, o addirittura dopo un breve periodo di frequentazione: parlo della sordità. La voglio chiamare disabilità invisibile.
Ma non basta: la sordità non è una disabilità fissa, continua ad aumentare col tempo, é cioè degenerativa.
 
Ne posso parlare con conoscenza di causa perché da 10 anni ormai ho perso l'udito e gradualmente il grado di sordità è aumentato. Eppure sono alla quarta coppia di audioprotesi, quest'ultima con il massimo della tecnologia innovativa.
Ho un vecchio amico dei nostri 18 anni la cui sordità è talmente avanzata che ormai non vi sono audioprotesi capaci di alleviarla.
Non solo, la cosa più negativa é che nessuna protesi è capace di selezionare più suoni, con differenti lunghezze d'onda, come invece possono fare, senza accorgersene, tutti i normali uditori. Suoni e rumori vengono tutti egualmente esaltati dalle protesi con i seguenti risultati:
 
# se si ascolta la radio o la televisione e qualche vicino, anche in famiglia, inizia a parlare non lontano dal sordo con protesi, questi due suoni si sovrappongono con lo stesso livello di decibel impedendo così al sordo di sentire bene né l'una né l'altro
# in Italia le TV si divertono a far parlare insieme una/un presentatrice/tore abbassando solo il volume di voce di uno straniero che discorre, per cui il sordo ha difficoltà a seguire e distinguere  le frasi dei due. Anche in occasioni simili, la musica di sottofondo di uno che parla; o addirittura la musica impediscono di distinguere le parole di una canzone
# stesso risultato in strada per il rumore del traffico. Non ne parliamo al ristorante con il chiacchiericcio della sala, ma anche dei vicini di tavolo con 4 o più commensali, quindi il sordo ha la tendenza a sentirsi isolato, cosa niente affatto simpatica. Sarebbe molto opportuno che questi locali istallino pareti e soffitto fonoassorbenti, come è normale uso in centro e nord Europa...salvo ovviamente nelle bettole
# per finire non posso fare a meno di dirvi qualcosa di positivo: spesso, quando qualcuno parla troppo in fretta (troppi lo fanno perché è divenuto di moda, e la pubblicità parlata batte tutti) o con voce altisonante, il sordo sente "fischi per fiaschi" e non riesce a intendere bene; così ripete ciò che a lui sembra di aver udito e la frase da lui intesa che esce fuori è una locuzione talmente differente e assurda (cioè che non sta né in cielo né in terra) che non si può fare a meno di farsi tutti delle belle risate.
 
Potrei continuare con altri numerosi esempi ma ritengo che sia meglio chiudere. Chiedo solamente ai miei lettori in perfette condizioni di udito di avere molta pazienza e comprensione se per caso hanno occasione di avere a che fare con un sordo. Grazie.
 
Di Gennaro Aprea (del 05/11/2020 @ 17:33:13, in M) Satira e Umorismo, cliccato 4 volte)
NUN ME ROMP' ER CA' (interpretazione umoristica di Luigi Proietti del ritornello del cantante Jacques Brel, triste e serio: "...ne me quitte pas")
 
 
Stamattina ho seguito in tv (grazie RAI) l'abbraccio di Roma a "Giggi" Proietti.
Migliaia di romani rendevano omaggio al grande artista applaudendo senza tregua al passaggio del feretro lungo le vie del centro.
 
Ha raggiunto il Globe Theatre a Villa Borghese, costruito nel 2003 grazie alla Fondazione Silvano Toti su un'idea di Proietti. Dove lui ha creato la sue scuola di teatro che ha sfornato un gran numero di ottimi attori, registi e operatori del teatro, che molti di noi conoscono  ché li vediamo spesso a teatro, al cinema e in TV, senza sapere che sono stati suoi allievi.
 
.
Appena il teatro si è riempito, ancora un applauso:  non avevo mai assistito ad uno così lungo. Poi si sono succeduti a parlare molti artisti suoi allievi ed anche Walter Veltroni, tutti pieni di tristezza, e anch'io con mia moglie ci siamo commossi.
Come mai un napoletano come me? sono vissuto a Roma in uno dei periodi più belli della vita, dagli 11 anni ai 21, quindi tutto il periodo della scuola media, liceo, fino all'inizio dell'università; ho così imparato il romanesco anche leggendo Belli e Trilussa - e lo parlo ancora - Poi ci sono tornato per 4 anni di lavoro, ma lui  era ancora ai suoi primi passi e non ho mai avuto l'occasione di conoscerlo in quegli anni. Peccato.
Poi l'ho seguito direttamente qui a Milano a teatro, cinema e televisione.
 
E' diventato uno degli artisti fra i miei preferiti: anzi, il mio preferito. Sono convinto che Giggi sia stato unico per tutto ciò che ha fatto ed è stato.
 
Questo non è un articolo, ma solo un ricordo di uno sconosciuto ammiratore che si sente vicino a tutte le persone che lo hanno frequentato e gli hanno voluto bene.
 
Ciao Giggi: grazie per averci fatto ridere e godere della tua arte eccelsa.
 
 
PS - per inserire un scritto nel mio piccolo blog è tecnicamente obbligatorio scegliere la Sezione. Quindi l'ho inserito nella Satira e Umorismo, quella che più gli si addice.
 
 
 
Di Gennaro Aprea (del 04/11/2020 @ 16:52:56, in M) Satira e Umorismo, cliccato 6 volte)
CHE BELLE QUESTE SIGLE !
 
Sarò un conservatore o un pignolo, ma quando leggo voglio capire bene ciò che è scritto; forse dipende dall'età avanzata e/o dal fatto che leggo molto su numerosi argomenti.
Il mio problema - e non so se capita anche a voi - ho difficoltà a seguire bene un discorso se è infarcito di numerose sigle.
 
Vi racconto cosa mi ha dato lo spunto a questo breve articolo: Su L'Espresso del 15 ottobre ce n'è uno di Gloria Riva che ha raccontato le difficoltà organizzative e finanziarie intercorse fra il Ministero della Salute e le Regioni per la gestione e le (tentate) soluzioni legate allo sviluppo del terribile riacutizzarsi del Covid-19.
E' questa la prima sigla che ormai tutti conoscono. (ma mi chiedo se tutti ricordiamo a cosa corrisponde la d finale dopo l'abbreviazione di Corona Virus + l'anno); penso che ad alcuni di voi non viene subito in mente e, prima di farvi fare ricerche, mi permetto di dirlo subito: è disease cioè malattia.
Ma non basta, qualcuno parla (o scrive) di SARS Cov 2 e alcuni possono pensare che sia un nuovo virus.  La SARS  è stato identificata e curata nel 2002-2004 come  Severe Acute Respiratory Syndrome, alla quale hanno aggiuntoquest'anno Corona vIrus 2.
Allora per favore, medici, virologi, giornalisti e dintorni, decidetevi a non confonderci le idee dato che si può facilmente pensare che si tratti di due cose diverse; invece si tratta della stessa "disease".
 
Ma torniamo all'interessante articolo della Signora Riva la quale è una delle/dei poche/i giornaliste/i che inseriscono immediatamente la spiegazione delle sigle.
Ecco quelle contenute nel suo articolo:
 
- Usca Unità Speciali di Continuità Assistenziale
- Agenas Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali
- Mes Meccanismo Europeo per la Sicurezza (o Sanità)
- Areu Azienda Regionale Emergenza Urgenza
- Fimmg Sindacato dei medici di base (?)
- Aaroi-Emac Associazione dei medici anestesisti
Per fortuna L'Espresso è letto da persone normali come me e molti di voi; e per fortuna i suoi giornalisti sono seri e preparati. Altri media, cartacei e non, compreso Radio e TV raramente danno spiegazioni immediatamente, come se i loro lettori e ascoltatori fossero tutti addetti ai lavori e conoscitori dell'argomento.
 
Vi do ancora alcune sigle di un paio di altri importanti argomenti, l'Energia e i Problemi Ambientali, dove gli autori ci ammanniscono sigle a iosa senza aggiungere le doverose spiegazioni, soprattutto, ma non solo, sulla stampa quotidiana (un'eccezione positiva è per esempio il mensile Nuova Ecologia)
 
- Cirf Centro italiano per la riqualificazione fluviale
- Arera Autorità di regolazione per l'energia reti e ambiente
- Atersir Agenzia Emilia Romagna d'ambito....(?)
- Cdm Clean Development mechanism - meccanismo di sviluppo pulito
- COP Coefficient (fattore) of Performance
- NBS natural based solutions
 
Non vi dico quante sigle riguardano la politica a tutti i livelli cui si aggiungono quelle (miliardi, si fa per dire) che derivano dalle azioni (sub + sub) delle Nazioni Unite che iniziano quasi tutte con UN.
Qui in Italia si sono inventati anche la sigla doppia, NaDef che significa: Nota di aggiornamento del Def, cioè il Documento di Economia e Finanza!
 
Non vi annoio oltre, quindi mi chiedo e vi chiedo: dove andremo a finire con questo andazzo?
Personalmente non posso fare altro che riderci sopra.
 
Sarà forse un proposta divertente (o assurda) ma, che ne dite se una piccola Start Up creata da giovani imprenditori inventasse una APPlication verbale legata ad un aggeggino più piccolo di un cellulare (a modico prezzo) che si accende quando ci mettiamo a leggere il giornale o ascoltiamo la TV o radio o qualsiasi altra cosa?
Il servizio istantaneo di questa APP, consiste nel fatto che nel momento in cui ci troviamo di fronte a una sigla, premiamo l'unico bottone e pronunciamo la sigla (funziona anche con l'accento della vostra Regione).  Risultato: ci spiega di che si tratta all'istante.... sempre anche con l'accento della nostra Regione.
 
Immaginate che successone da vendere in tutto il mondo!
 
Attendo commenti...ragionevoli (?), ma sono pronto a sopportare anche qualche presa per il c..o.
 
 
Di Gennaro Aprea (del 14/10/2020 @ 16:50:30, in C) Commenti e varie, cliccato 28 volte)
A PROPOSITO DI BUGIE (malamente chiamate fake news)
 
"...Il mondo di Trump può essere solo quello in cui la bugia può liberamente circolare e "universalizzarsi" senza alcun controllo, senza alcuna autorità in grado di arrestarla o denunciarla..."
Questa frase è stata scritta da Massimo Cacciari in un ottimo articolo apparso su L'Espresso del 21 ottobre.
 
Quale è  la ragione di averla riportata?
In effetti, sono certo che tutti ricordano bene la recente notizia del contagio di Covid 19 per Donald Trump, del suo immediato trasporto in elicottero in ospedale non lontano dalla Casa Bianca, con il seguito della sua breve "cura"  e della sua rapidissima guarigione conclusasi con la frase di un paio di giorni fa: "sono immune..vi bacerei tutti". Con la mimica facciale che esprime la sua soddisfazione di essere un vittorioso, un forte, dunque degno di essere ancora Presidente degli USA.
Ebbene, io ho pensato immediatamente, con ciò anticipando il giudizio di Cacciari, che il tutto era il risultato di una enorme montatura costruita volutamente dal nostro Donald con la connivenza (imposta) alla cerchia di suoi collaboratori e relativi medici, per dimostrare al popolo statunitense che lui è l'uomo forte di cui nessuno può fare a meno.
In altre parole ha pensato ed imposto questa storiella perché si accorgeva che Joe Biden stava (sta) acquisendo un buon vantaggio su di lui nelle previsioni di voto del 3 novembre.
E' anche possibile che lui e la moglie abbiano preso una leggera influenza la quale gli ha dato lo spunto per inventarsi ciò che penso sia realtà. Però ho notato che in quei  giorni l'immunologo Anthony Fauci che gli è stato spesso molto a fianco e con il quale ha litigato più volte, non si sia mai fatto vivo non sia intervenuto a commentare quanto accaduto al Presidente, come aveva fatto più volte. Probabilmente quando ha scoperto le intenzioni di Trump si è ritirato in un crucciato silenzio.
 
Un' ultima cosa: non sono il solo ad aver espresso questa ipotesi, nonostante sarebbe stata una classica notizia da Facebook. Né alcun giornalista attivo in notizie di politica statunitense (tanto meno FB) ha pensato e scritto o detto una parola su questa possibile bugia presidenziale. Avrebbe avuto certamente un bel coraggio e una moltitudine di denunce per ingiurie e vilipendio nei confronti del Presidente degli Stati Uniti d'America.
 
Di Gennaro Aprea (del 30/08/2020 @ 18:58:37, in C) Commenti e varie, cliccato 25 volte)
LETTERA APERTA AGLI ITALIANI....ED  ALTRI  
 
Cari lettori e... non lettori,
 
nell'introduzione di questa pagina "Discussioni" sottolineo che, negli eventuali scambi di idee con chi mi legge, c'è il mio rifiuto di utilizzare parolacce e simili, salvo in rari casi eccezionali. Mi sento obbligato a dire che nel 2006, quando fu inaugurato questo piccolo sito, a parte la mia già avanzata età, i rapporti fra persone non erano così infioccati di "male parole" offensive come lo sono oggi alla fine del secondo decennio del nuovo secolo nei rapporti verbali e scritti fra le persone.
 
Questa premessa per dire che profitterò di questa abitudine ormai invalsa (anche all'estero) così mi adeguerò e mi sfogherò "divertendomi" (?) a parlar male delle persone, e persino ad offenderle, che appaiono comunemente sui media ed in ogni organizzazione politica, economica, a tutti i livelli. E ciò varrà sempre, anche per gli stranieri di ogni continente. Ovviamente non pronuncerò alcun nome per evitare accuse e condanne per ingiuria.
 
Sono ormai entrato nel novantesimo anno di vita e prevedo ragionevolmente che essa non durerà molto; quindi profitto anche di questa scusa, non per farmi perdonare, ma perché molti penseranno, se arrivano in fondo a questo articolo: "ma senti tu quanto è imbecille questo vecchiaccio rimbambito".
 
A questo proposito inizio ad affermare che, ormai da molti anni indietro, sono convinto che fra gli italiani sia gradualmente aumentato il numero degli imbecilli, degli scemi, dei cretini cioè gli impreparati alla vita, quindi incompetenti e insipienti. Tutto ciò a scapito del numero di persone intelligenti e preparate per una vita positiva.
Ribadisco inoltre che qui e nel seguito tutto ciò non si riferisce solo all'Italia ma a tutti gli umani del pianeta, senza volerli identificare necessariamente con esempi eclatanti come i Presidenti degli USA, Brasile e Regno Unito, Ungheria, Polonia e dintorni.
 
Naturalmente non esiste alcuna statistica ufficiale su questo aumento ma le cifre che seguono sono unicamente il frutto della mia personale impressione....che è diventata col tempo convinzione. Eccola:
La differenza rispetto al passato a partire dagli anni 50-60 del 1900 in avanti è la seguente:
- percentuale di imbecilli, ecc. di quel primo periodo del secolo scorso, 20%
- percentuale di imbecilli, ecc. dagli anni 70 a fine secolo e finora: 80%
  raggiunto  gradualmente
 
Per curiosità evidenzio l'esempio di una famosa trasmissione televisiva del Canale 5, Paperissima, dove si possono vedere persone, giovani e adulti, bambini e animali ripresi in posizioni o movimenti che finiscono in brevi filmati di esercizi fisici, equilibrismi e capriole, salti, in cadute rovinose, cioè situazioni che dovrebbero essere soprattutto buffe e divertenti. Questi sketch sono inviati dai privati alla redazione della trasmissione che li mette in onda a sua discrezione.
 
1) Quelli che riguardano giovani e adulti mostrano numerose esibizioni assurde e talmente pericolose da concludersi in ferimenti (o rotture) degli arti e colpi in testa, salvo poche eccezioni; ebbene 9 su 10 sono chiaramente inventati da persone fuori di testa
2) gli sketch con i bambini sono percentualmente meno pericolosi e molte volte divertenti, ma almeno il 50% creati anche qui da genitori fuori di testa
3) infine quelli con gli animali, spesso in lotta fra di loro, sono i migliori salvo quando sono ripresi in azioni che li torturano; questi ultimi sono almeno il 30%.
 
Non vi sembra questo esempio la palese dimostrazione dell'imbecillità della maggior parte delle persone che mandano i loro sketch con le loro esperienze personali destinati al grande pubblico (fra i quali numerosi imbecilli) che per lo più ci ride sopra invece di criticarli?
 
Da queste poche situazioni da me ipotizzate derivano tutte le circostanze negative attuali che hanno un impatto sul nostro vivere nonché sulla nostra possibilità di continuare a vivere a causa dei nostri comportamenti deleteri verso il clima e l'ambiente nel senso più lato della parola. Comportamenti che stanno distruggendo il pianeta e lo hanno fatto diventare insufficiente per l'umanità . Parlo in occasione dell' Earth Overshoot Day di quest'anno.
Questo è il giorno - nel 2020 mediamente in agosto a livello mondiale - in cui il nostro pianeta è andato oltre la capacità di rigenerarsi. Ogni stato del mondo ha il suo Earth Overshoot Day; i più ricchi economicamente prima, quelli poveri più lontano nel tempo, come si evidenzia nel seguente schema.
Fra le persone negative (abbondanti nei paesi più ricchi) non escludo alcuno: dai politici ai loro elettori, dagli imprenditori e dirigenti di importanti società a molti dei loro collaboratori, dalle amministrazioni negative o mediocri dello Stato a tutti i livelli, ai loro stessi critici; e non posso dimenticare i religiosi di tutte le più importanti fedi nel mondo.
Ovviamente vi sono molte eccezioni, anche ad alto livello; ma siccome queste persone sono poche, è per loro difficile e spesso impossibile o difficilissimo cambiare la situazione in meglio. Un'eccezione di altissimo livello è papa Francesco criticato persino da molti suoi alti prelati. (ve lo dice un convinto ateo di lunga data); poi alcuni economisti, politici, imprenditori, lavoratori e tutte le persone che hanno un'attività positiva di ogni genere. Vi assicuro di non essere qualunquista!
 
Vorrei fare un esempio importante di persone negative: i genitori.
Quando l'economia pressoché distrutta in Italia nell'immediato dopoguerra degli anni 40-50, gli italiani, gli europei e molti altri popoli che erano stati coinvolti in guerra si rimboccarono le maniche e risollevarono il proprio Paese distrutto da un conflitto che aveva fra l'altro ucciso milioni di uomini e donne civili. Così si misero anche a rifare figli e li educarono alle difficoltà della vita che avevano essi stessi vissuta senza viziarli. C'era molta intelligenza in questi comportamenti che avevano appreso anche dai propri genitori, anche loro vecchi combattenti.
 
Vi era già un certa limitata percentuale di persone i cui comportamenti erano negativi e con poco cervello fra i quali molti diventarono anche delinquenti e imbroglioni alla ricerca del denaro facile…  Perché andavano contro uno sviluppo positivo della società. L'imbecille è spesso anche furbo, si sa muovere e fa l'interesse unicamente personale a danno del mondo che li circonda. Così diventa disonesto e delinquente.
 
Con l'andar degli anni questi sono aumentati di numero riuscendo a raggiungere posizioni di potere anche nelle attività imprenditoriali, spesso perché figli dei loro papà che avevano risollevato l'economia del Paese. Siamo così arrivati agli anni 70 e oltre del 900.
Il fatto è che queste persone, aumentando di numero, hanno fatto carriera grazie ad altri imbecilli della stessa specie, e sono diventati politici e i loro elettori, giornalisti, imprenditori, governanti, decisori, professori, ecc.
 
Una delle caratteristiche ben visibile di questi imbecilli è l'"invenzione" di una nuova - si fa per dire - educazione dei figli: i genitori non devono più essere "genitori" ma amici dei figli per viverci insieme più vicini; cosa che ha provocato ciò che è ancora la situazione attuale, cioè un anomalo rapporto di parità.
Insomma i genitori non educano più i figli, né li rimproverano e tantomeno li sgridano, ma perdonano sempre qualsiasi marachella, perfino quando si tratta di... assassinio; soddisfano tutti i loro capricci perché loro hanno la possibilità finanziaria; ed i figli ne approfittano perdendo così la stima di quelli che dovevano educarli.
Inoltre hanno fatto perdere ai figli il valore del denaro che si può ottenere senza lavorare o studiare. Non ricordo dove l'ho letto e chi l'ha scritto, ma riporto un frase che è estremamente significativa:
noi adulti accusiamo e rimproveriamo i giovani di ciò che gli abbiamo insegnato a desiderare
 
Soldi,  soldi, soldi: questa è diventata la cosa più importante nella vita, e si può usare ogni mezzo per ottenerli dimenticando l'onestà, utilizzando l'evasione fiscale e la corruzione, la burocrazia, al solo fine di vivere meglio, divertirsi, provocare incendi dolosi di foreste per guadagnare terreno su cui costruire o fare agricoltura estensiva, ecc.
 
L'esempio più recente ed eclatante della conseguenza di questo modo di vivere è che, soprattutto i giovani, ma non solo, appena l'impatto della pandemia ha dato i primi segni di cessione ai primi di luglio dopo il severo e giusto blocco (chiamato lockdown), i nostri governanti italiani hanno iniziato a dare alcune direttive (anche logiche ma non stringenti) che i nostri genitori "amici" e figli imbecilli hanno interpretato, da ignoranti, nella maniera in cui le conseguenze si sono fatte sentire con il rapidissimo e pericoloso ritorno all'aumento dei contagi in occasione delle vacanze estive. Ad essi si sono aggiunti molti imprenditori imbecilli del "turismo" permettendo a tutti di entrare nelle loro strutture senza obbligarli al distanziamento fisico, cioè meno persone nel locale, senza obbligarli all'uso di mascherine, permettendo balli sguaiati e ravvicinati, nessuna igiene, abbracci, ecc. Non parliamo poi del problema scuole di cui sono pieni i media (ne ho accennato un po' su questo stesso sito il 3 agosto - Covid 19 -  prima che succedesse).
 
Gli imbecilli non capiscono che ci vanno di mezzo loro stessi perché la situazione può dare un altro colpo negativo all'attuale leggero aumento dello sviluppo economico, con la conseguenza di un probabile alto rischio di un nuovo blocco delle attività imprenditoriali e lavorative.
 
Mi auguro fortemente di sbagliarmi di grosso. Vorrei che i nuovi contagi che in due settimane hanno raggiunto 1400 casi giornalieri, andassero rapidamente verso una forte diminuzione. I nostri governanti ci si devono mettere di buzzo buono affinché ciò possa avvenire, senza cincischiare con le guerriglie elettorali e gli accordi con Libia e Tunisia (pagate) per gli immigranti che non accennano a diminuire.
Che guardino cosa sta per succedere in Francia dove tutti sappiamo che i contagi sono da giorni superiori a 6-7000 casi. E in altri Paesi europei.
PS - scrivo oggi 1° settembre questa aggiunta su un altro esempio di grossi imbecilli dopo aver letto e mandato già a numerosi amici copia dell'articolo di Stefano Mancuso apparso ieri su Repubblica. Egli mette in evidenza la assoluta necessità di piantare  miliardi di alberi. Eppure ci sono molte persone che lo ritengono inutile, alcuni perché "sono già troppi". Alcuni fra questi - pochi per fortuna ma comunque terribili - diventano delinquenti all'ennesima potenza per fini personali di guadagno; così li incendiano per costruire o usare i terreni liberati da boschi e foreste per farne coltivazioni estensive
PS2 - Vi sono delle aggiunte ben conosciute: le riconoscete? Un padre e 2 figli; dopo mesi di quarantena sono stati trovati  positivi.  Queste conseguenze derivano dai loro comportamenti da imbecilli o di altri che gli vogliono male…. o troppo bene? Comunque viva la pazza gioia sarda!
 
 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 28 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (31)
B) Belle Immagini (3)
C) Commenti e varie (135)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (105)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (14)
L) Zero-carbonio (91)
M) Satira e Umorismo (64)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< dicembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600