Omografi? Contatti
Il Blog di Gennaro Aprea: commenti sulle notizie, pensieri e idee dell'autore.

 

Questa è la pagina che si svilupperà di più divenendo simile ad un blog. E diventerà una serie di pagine e di articoli.

 

Scriverò di tutto su tutto, cose importanti e cose futili e banali, su alcuni punti mi attirerò gli improperi di molte persone che la pensano all’opposto di me; queste molte persone in alcuni casi, per esempio il calcio, sono la maggioranza degli italiani.

 

Le critiche saranno tutte ben gradite ma non vorrei che le discussioni divenissero uno scambio di parolacce, come purtroppo succede spesso in Italia, anche, e soprattutto ahimè, in televisione. Mi ritengo una persona civile quindi non intavolerò alcuno scambio di idee con quel tipo di persone che parlano male ed "ipocritamente in televisione le loro parole sono coperte da fischietti vari". Alcune volte una parolaccia ci può anche stare, ma non deve diventare un intercalare abituale ed essere usata con l’unico intento di offendere.

 

Sono un puritano e conservatore? Non mi considero tale nonostante quanto ho appena detto, anzi…...

 

Home Page - Il Blog: discussioni, articoli, pensieri e scambio di idee
\\ Home Page
 
Di Gennaro Aprea (del 06/09/2021 @ 19:12:40, in C) Commenti e varie, cliccato 5 volte)
UNIONE EUROPEA - APERTURA CONSOLATO A KABUL
 
Josep Borrell, responsabile dell'U.E. per la politica estera, a seguito della recente riunione de Ministri degli esteri europei, pur dichiarando che la situazione è ancora fluida, ha annunciato che sono in corso contatti preliminari con i talebani. Questo approccio è sottoposto comunque a 5 condizioni da sottoporre al nuovo governo afgano,"condizioni che non sono negoziabili".
La stampa ne ha parlato in questi giorni senza specificare dettagli, salvo la facilità per l'evacuazione delle persone a rischio.
Vi sarà quindi una collaborazione europea coordinata da un Ufficio consolare a Kabul sotto la guida di un Console e collaboratori dei vari Stati.
 
Conoscendo la "difficoltà" dei nuovi governanti nei rapporti con le donne, suggerisco una provocazione non facile ma sicuramente utile se realizzata:
 
Il Console sia una donna e i suoi collaboratori 50% donne e 50% uomini. Negli incontri con i rappresentanti del futuro governo dei talebani (riusciranno a farlo con tutti i vari gruppi di estremisti musulmani aspiranti al governo ?) si presenteranno con i loro visi coperti da mascherine anticovid azzurre trapuntate da stelline d'oro.
 
Cosa succederebbe ? Io dico che i talebani non potrebbero che prenderne atto ed accettare questa sesta condizione utile a difendere le donne afgane.
 
E' una pazzia? Forse no !
 
Di Gennaro Aprea (del 10/08/2021 @ 16:02:25, in I) Sport e Calcio, cliccato 19 volte)
OLIMPIADI E CAMPIONATO EUROPEO DI CALCIO
 
Con la conclusione delle Olimpiadi abbiamo avuto la conferma che gli atleti europei non sono da meno di quelli degli altri grandi Paesi. Ma soprattutto che l'Europa supera i grandi Stati federali o simili.
Fino ad oggi nessun medium televisivo, radiofonico e della stampa ha messo in evidenza ciò che io con piacere, europeista convinto, ho notato: tutti i grandi Stati, federali e simili come la Cina, sono stati battuti da noi europei della Unione Europea. Evidentemente solo poche nazioni europee pensano ed aspirano ad essere veramente uniti in un'Europa unica, cioè in un superstato, che ancora molti non vogliono.
 
Senza andare nel dettagli perché i quotidiani e la RAI non hanno (ancora?) dato i risultati di tutti gli stati componenti l'Unione, ma bastano i seguenti dati delle medaglie dei migliori 10 partecipanti:
 
1) USA               113
2) Cina                 88
 - - - -
5) ROC Russia     71
- - - - -
7)   Paesi Bassi      36
8)   Francia             33
9)   Germania         37
10) Italia                 40      totale 146
 
 
Escludendo Giappone, Regno Unito ed Australia che sono Stati singoli, è evidente che solo 4 Stati dell'UE hanno guadagnato in totale 146 medaglie superando così gli USA primo classificato ed i successivi. Se potessimo qui aggiungere tutti gli altri 23 Stati componenti l'Unione Europea il distacco sarebbe molto più consistente.
Anche per numero di medaglie, i quattro paesi superano gli USA
                     oro     argento    bronzo
USA              39         41            33
UE (4 paesi) 40         45            61
PS del 16 agosto
Ho trovato con ritardo i risultati delle medaglie guadagnate dagli altri 23 Stati dell'UE. Solo 3 piccoli non hanno alcuna medaglia.
Ecco i risultati totali che devono essere aggiunti a quelli dei 4 Stati già indicati
     oro          argento        bronzo
      44              49                48
L'UE  ha sbaragliato tutti gli altri Stati federali, confederali e simili
 
E passiamo al Campionato Europeo di Calcio.
Anche se non tutti sanno che non amo il calcio, ho deciso di seguire l'andamento delle partite in virtù di un po' di tifo per l'Italia. Però il risultato è che, nonostante la vittoria dell'Italia sull'Inghilterra (England) per 4 a 3 (solo per i rigori), ho avuto la conferma che il calcio non è più uno sport ma solo una speculazione finanziaria di investitori.
 
Per spiegarmi meglio, vorrei ricordare il vecchio schema di gioco delle squadre. A parte il portiere, rimasto giocatore principale, una volta lo schema fisso era: 2 terzini, 3 mediani e 5 attaccanti.
Da qualche anno a questa parte gli schemi sono più di uno:
a) 3 difensori 4 mediani e 3 attaccanti,
b) 4 difensori 4 mediani e 2 attaccanti
c) 4 difensori 5 mediani e 1 attaccante
Questi schemi vengono utilizzati da tutti, di partita in partita, a seconda dell'avversario che si incontra.
Il risultato è che il pallone viene scambiato in media per circa il 45% del tempo fra difensori e mediani con una lentezza e una noia per lo spettacolo. Ne è conferma la quantità  di partite finite 1 a 1 che sono continuate con i tempi supplementari che a loro volta non hanno risolto il risultato (continuazione della noia dei passaggi all'indietro) per cui sono stati necessari i rigori.
Ma non basta, il calcio non è più uno sport dove l'etica deve essere il comportamento di base dei giocatori, come in tutti i veri sport. Seguendo da vicino il comportamento degli avversari quando si contendono la palla, si vedono prese delle magliette, delle braccia, spinte irregolari o impedimenti corporali e altre condotte simili che una volta sarebbero state fermate dagli arbitri che invece non fanno il loro dovere. Salvo di fronte a eclatanti sgambetti o stese a terra dell'avversario di turno che resta a terra stordito come un pugile suonato (o finge?).
C'è un'eccezione vittoriosa italiana rispetto alle altre squadre europee in questa attività: quando uno dei giocatori fa un gol, i colleghi lo festeggiano saltandogli addosso e rivoltandosi per terra ignobilmente.
Insomma il calcio è ora una falsa imitazione del rugby, perché l'etica sportiva è andata a farsi friggere.
 
Per concludere suggerisco ai numerosi seri direttori e giornalisti della stampa, radio e TV di non includere più questa attività di finanzieri teatranti da strapazzo nella sezione Sport, ma di chiamarla "Notizie dai calci" (o qualcosa di meglio) per differenziarla dagli sport. In effetti questa attività è seguita da milioni di tifosi i quali possono continuare a fruttare lettori e ascoltatori.
 
Voi cosa ne dite? Ovviamente siete liberi di mandarmi a f** ***o !
 
 
 
 
 
 
Di Gennaro Aprea (del 08/08/2021 @ 18:28:37, in C) Commenti e varie, cliccato 21 volte)
PAROLE  OFFENSIVE
 
Circa un anno fa, il 30 agosto, scrissi un articolo intitolato "Lettera aperta agli italiani.....e ad altri" (Sezione Commenti e varie) in cui mi sfogai ad offendere le persone che mi circondano che a mio parere considero imbecilli. Quell'articolo è un po' lungo ma l'ho riletto e me ne convinco sempre di più perché avevo fornito alcuni esempi significativi.
Anzi, per essere più chiaro, aggiungo qualche sinonimo: ebete, bischero,  scemo, mentecatto, scimunito, citrullo, demente. E ringrazio chi me ne suggerisce altri, saranno i benvenuti.
 
Beninteso il grado di imbecillità può essere assai diverso e in molti casi lo stato dell'essere  cretino deriva anche dallo stato congiunto di delinquente o simile.
 
Prima di essere accusato di genericità, desidero precisare che la quantità di demenza è sicuramente più o meno intensa. Chiunque può divertirsi a dare un giudizio ed un grado personale.
 
Ci avviciniamo a grandi passi (brutti, cioè pieni di contagiati) ai due anni di Covid, eppure vi è un gran numero di imbecilli in altissimo grado che si dichiarano "no vax" e "no green pass" ai quali si aggiungono numerosissimi, ahimè, politici che dicono tutto ed il contrario di tutto. Sicuramente sapete bene quali sono (italiani e stranieri). E credo che molti lettori siano stufi come me di vederli filmati ogni giorno su TV e menzionati sulla stampa.
Fra gli imbecilli di altissimo grado vi sono anche i piromani i quali si "divertono" - si fa per dire - a incendiare boschi, foreste o coltivazioni di ulivi o altri alberi pregiati. Questi pensano di ricavare terreni per istallarvi coltivazioni estensive o altre attività imprenditoriali non sostenibili e contro la salute del territorio e degli abitanti. Cosa che non riusciranno a fare perché ormai e per nostra fortuna le autorità decisionali sono ormai divenute in maggioranza molto attente alla difesa e al ripristino delle aree verdi dei territori e degli abitanti.
 

ICT - Information & Communication Technology

Su L'Espresso n. 28 del 4 luglio scorso, ho letto due interessantissimi articoli.

 Il primo di Anna Bonalume dimostra come e quanto i laureati in Intelligenza Artificiale (perché la sigla è AI invece di IA? - uffàa, questa mania dell'inglese) sono richiestissimi dalle aziende.

 Il secondo di Lara Cardella "A lezione di Tik Tok" racconta che i nuovi idoli dei giovani sembrano nati per non farsi capire dagli adulti. E invece - continua - c'è spazio per il dialogo solo se genitori e docenti sono disposti ad imparare. Nell'articolo si mette in evidenza l'ICT che è alla base di ogni azione imprenditoriale. Senza di essa le aziende non possono avere successo: Internet è alla base di ogni attività.

Molti lettori conoscono la mia età, sa che sono un economista e che negli ultimi 28 anni di lavoro, dopo 21 anni di impiegato, dirigente e responsabile  di società italiane ed europee, ho fatto il consulente di organizzazione e direzione dove, fra i tanti problemi aziendali, l'organizzazione e il contenimento dei costi erano alla base del successo dei nostri clienti.

Sarò probabilmente sorpassato, ma vi sono alcune deficienze in aziende moderne di cui sono e sono stato cliente/consumatore, che non mi vanno giù facilmente. Vi darò alcuni esempi e chiederò a chi mi legge, specialmente i giovani esperti di ICT e IA che mi illuminino. Al loro buon cuore.

Primo esempio. Pochi giorni fa ho finito i miei 90 ed ho ricevuto numerose dichiarazioni di stima ed anche regali. Uno di questi è stato un coppia di magnifici "T-shirt". Però avevano un misura eccessiva: nessun problema. Anzi, vi era un lungo scontrino formato cm 8x21 cm "documento gestionale", ovviamente senza prezzo, che conteneva il diritto di cambiare l'articolo entro 1 mese dall'acquisto.  Mi reco al negozio specializzato in abbigliamento moderno, per uomo al primo piano,  e faccio il cambio con la mia misura. Pensavo fosse tutto finito, invece la commessa non mi consegna le nuove t-shirt ma mi accompagna al 3° piano consegnandole ad uno dei 3 cassieri, tutti molto occupati. Attesa 10 minuti in fila. Finalmente tocca a me ma il cassiere inizia una conversazione con un collega; altri 5 minuti di attesa. Finalmente sembra che tutto sia finito; invece no perché, dopo ulteriori conversazioni mi preparano 3 lunghi scontrini cm 8 x 26: uno per il reso, un secondo per il rimborso del denaro della restituzione, a prezzo inferiore perché nel frattempo gli articoli avevano avuto uno sconto sul pezzo originario; poi uno per il pagamento relativo al nuovo prezzo con il diritto a ritirare in caso di cambio(??!!). Inutilmente mi restituiscono anche il vecchio scontrino per il cambio.

Carico di scontrini e dei nuovi T-shirt finalmente esco dal negozio. Tempo totale dall'entrata: 40 minuti.

 Mi chiedo: se questa operazione sia stata eseguita perché ormai tutto è "automatizzato" grazie ad Internet perché le aziende si devono automatizzare utilizzando le sue tecniche avanzatissime. Mi chiedo anche quanto sia costato il tutto in termini di tempo di almeno 4 persone. In effetti ho l'impressione che sarebbe necessario aggiungere a ICT anche un altro C di costi e un O di semplificazione organizzativa.

 Secondo esempio.  Alcuni anni fa, quando apparve sul mercato Linkedin, mi iscrissi per  avere la possibilità con l'occasione di incontrare e scambiare idee e conoscenze personali a livello internazionale con persone che si occupano di problemi ambientali, cosa che io faccio fin dal 1971. Ciò comportava naturalmente  un mio Curriculum Vitae e quello di queste persone nonché la formazione di un gruppo. Più tardi Linkedin è stato assorbito da Facebook.  La conseguenza è stata che lo scopo originale è sparito e le abbondanti ed inutili comunicazioni che ricevo mi offrono:  

 

a) se voglio entrare nel gruppo di una certa persona della quale il CV non ha niente a che fare con i problemi ambientali

b) la richiesta di un'altra persona di entrare nel mio gruppo

c) incredibile: offerte di lavoro, anche ad alto livello, a me che sono pensionato da decine d'anni ed  ho passato i miei 90.

 Da notare che alcune volte, per quanto riguarda i punti a) e b), ho chiamato le persone e nessuno, ripeto nessuno, di loro avevano fatto alcuna richiesta di contatto con me.

 Cosa si è messo a fare Internet? inventare cose fasulle che non stanno né in cielo né  in terra per perdere e far perdere tempo a poveri utilizzatori della Rete riempiendo loro la posta inutilmente?

Viva l'aumento dei Costi !

 Terzo esempio. Sono abbonato da molti anni sia al settimanale L'Espresso che al quotidiano La Repubblica. Da tempo ricevo ogni 14 settimane un lungo foglio  a colori intitolato "OPPORTUNITA' RISERVATA AGLI ABBONATI DE L'ESPRESSO : I coupon allegati permettono di continuare ad acquistare la domenica in edicola  la tua copia de La Repubblica a 1,50 euro!"

 Come molti sanno ambedue le pubblicazioni appartengono al gruppo GEDI. Spesso queste si riferiscono reciprocamente all'altra. E'  mai possibile che la loro "rete" non sappia che io sono abbonato ad ambedue? Ho provato a dirglielo per iscritto. C'erano solo domande "più frequenti" ma non è stato possibile dire loro di interrompere spedizioni inutili.

Ancora, viva l'aumento dei Costi !

 E allora, come la mettiamo con l'informatizzazione delle aziende senza pensare contemporaneamente ai Costi e all'Organizzazione?  

 

 

 

 
Di Gennaro Aprea (del 15/06/2021 @ 19:25:29, in L) Zero-carbonio, cliccato 35 volte)

IL MIO SILENZIO

Ho mancato alla mia promessa di continuare a scrivere più di frequente. Mi scuso.

Però non posso mancare di dirvene le ragioni: che non sono scuse.

In questo periodo, nonostante alcune buone notizie che riguardano  la lotta contro il Covid, il ritorno ad uno sviluppo economico, un incremento della richiesta di lavoratori da parte del'imprenditoria e l'amministrazione pubblica (con difficoltà di essere soddisfatta) di cui siete certamente al corrente, sembra  invece che siano aumentato il numero delle persone che sono andate fuori di testa. Aumentano le uccisioni di donne, bambini e uomini, quelle sul lavoro, gli imbrogli, l'evasione fiscale e la corruzione,  ecc., per non parlare dei politici e dei giudici che non si sa più cosa sono e cosa vogliono fare, mentre noi elettori non abbiamo nemmeno un pezzettino di potere di decisione. E che dire di avvocati faccendieri e intrallazzatori? Infine che ci succede con gli algoritmi, molti dei quali sono andati in tilt o sputano cifre che non stanno né in cielo né in terra?

Meno male che abbiamo un drago....mi scuso: Draghi.

Il risultato è una mia pesante  mancanza di ispirazione  di scrivere su qualcosa di interessante per tutti voi che siete subissati da quanto ho appena detto.

Per fortuna vi è una piccola grande eccezione decisamente positiva: un semplice libro che invito tutti a leggere. Se ne parla già molto, ma sento di aggiungere un'ennesima lode da anziano studioso di problemi climatici e delle gravi conseguenze per la vita del pianeta e sulle umanità da esso ospitate.

L'Autore si chiama Fidelfo. Il titolo è "L'ASSEMBLEA DEGLI ANIMALI - una favola selvaggia".  Su internet troverete tutti i dettagli sul misterioso autore ed il suo nome. Aggiungo solo un commento sulla quarta di copertina: "Il libro che i ragazzi leggeranno agli adulti e che gli adulti leggeranno ai bambini"

E infine il giudizio di Michele Serra sulla fascetta che circonda le copertine del libro: "Ho il sospetto che questo libro sia un capolavoro". Concordo al 100%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca per parola chiave
 

Ci sono 218 persone collegate

Titolo
A) Aziende, innovazione, produttività, costi, ecc. (32)
B) Belle Immagini (4)
C) Commenti e varie (139)
D) Guerre (11)
E) Omografi (1)
F) Questa è l'Italia (107)
G) Ricette (8)
H) Rodano (42)
I) Sport e Calcio (16)
L) Zero-carbonio (94)
M) Satira e Umorismo (64)
Zero-carbonio (1)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

< agosto 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
Ti piace questo sito?

 Eccellente
 Buono
 Così e così
 No.

powered by dBlog CMS ® Open Source 

footer

 

Aggiungi Gennaro Aprea a "Preferiti"

 

HomeChi Sono | Rodano | Discussioni | Omografo? | Contatti

 

Sito ottimizzato in 800x600